I due grandi murales di Maradona che si trovano a Napoli: Street Art a Napoli

murale-di-Maradona-quartieri-spagnoli.jpg

Napoli è piena splendidi murales che troviamo sui muri dei palazzi del centro e delle periferie di Napoli, ma anche in stazioni ferroviarie e nelle Università e tra i tanti ci sono 2 grandi murales a cui i napoletani tengono molto e sono molto affezionati: sono i due murale dedicati a Diego Armando Maradona

 

 

Chi ha visto le immagini in TV delle prime reazioni a Napoli la sera del 25 novembre 2020, quando si è saputo che Diego Armando Maradona ci aveva lasciato senza dubbio notato la gente che si radunava nei Quartieri Spagnoli perché li, in Via Emanuele de Deo, c’è uno dei due murale dipinto nel 1990, anno in cui il Napoli vinse il secondo scudetto grazie soprattutto a Maradona. Ma Il calore e l’affetto di Napoli per il campione c’è sempre stato e un’altra grande opera che rappresenta Diego Armando Maradona si trova nel quartiere di San Giovanni a Teduccio ed è di Jorit Agoch, vediamoli entrambi. Per la cronaca esiste anche un altro Murale a Napoli nel campetto di calcio dell’Ex Opg Je so pazzo a Materdei.

Il Maradona dei Quartieri Spagnoli – Mario Filardi

Il primo dei due grandi murale dedicati a Maradona si trova sui Quartieri Spagnoli a Napoli, in via Via Emanuele de Deo al n. 60 e fu dipinto su un palazzo di 6 piani nel 1990 quando il Napoli vinse il secondo scudetto grazie anche alle prodezze di Diego Armando Maradona. Fu realizzato da Mario Filardi un giovane artista che allora abitava in zona ed aveva 23 anni, grazie a una colletta organizzata dai tifosi del quartiere, Filardi realizzò il grande ritratto di Maradona in due notti e tre giorni. E a disegno finito fu organizzata una grande festa con gli immancabili fuochi d’artificio. Nel tempo il murale, realizzato con semplici vernici, iniziò a sbiadirsi e nel 1998, nel punto del muro dov’era la testa di Diego, fu aperta anche una finestra. Purtroppo l’autore del murale Mario Filardi non c’era più e un artigiano del luogo, Salvatore Iodice, nel 2016 si prese l’incarico di restaurarlo. Il Comune di Napoli gli fornì anche un carrello elevatore. Un ulteriore rifacimento fu compiuto a ottobre del 2017, quando il grande street artist argentino Francisco Bosoletti, a Napoli per altre opere, rifece di nuovo il volto del murale di Maradona.

Il Maradona di San Giovanni a Teduccio – Jorit Agoch

Il Maradona di San Giovanni è opera di Jorit Agoch, il bravo artista napoletano con origini olandesi,  che lo realizzò nel 2017 sui muri delle case popolari di via Taverna del Ferro a San Giovanni a Teduccio. L’opera fu autofinanziata da Jorit ma completata grazie anche a fondi donati anche dall’allora capitano del Napoli Marek Hamsik e da associazioni che operano sul territorio come la Inward. Un’opera maestosa e splendida, un Maradona rappresentato con una folta barba e uno sguardo deciso e severo tratto da una foto di quando allenava la nazionale argentina Un grande Murale che appena terminato ebbe subito una grande rilevanza mondiale e fu pubblicata anche sul popolare quotidiano inglese “The Guardian” come foto del giorno dandole grande importanza. Anche Diego Armando Maradona rimase molto contento del lavoro di Jorit e mise le foto del maxi murale sul proprio profilo Facebook postando la foto del murale con scritto «Grazie Jorit! Grazie Napoli! Noi siamo una Tribù Umana! I segni rossi sul viso simboleggiano questo concetto».

Gli artisti e le opere della Street Art a Napoli

 © Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend