Francisco Bosoletti, alla scoperta delle sue straordinarie opere | Street Art a Napoli

le-ombre-di-napoli-bosoletti.jpg

Napoli ospita sui suoi muri opere di importanti esponenti della Street Art, bravi artisti di livello internazionale. Vogliamo parlarvi stavolta delle opere dell’artista argentino Francisco Bosoletti, bravo artista che ha lasciato sui muri dei palazzi di Napoli delle grandi e belle opere, tutti volti di donna, da vedere assolutamente.

 

 

Napoli ospita grandi e belle opere “di strada” di bravi e importanti esponenti della Street art internazionale e locale. Sui muri di Napoli c’è infatti l’unica opera in Italia di Banksy, la famosa Madonna con la Pistola o la tantissime opere di Agor Jorit, artista napoletano di origini olandesi che ha riempito di belle opere i muri della città ed è oramai un’artista di fama internazionale.

Stavolta vogliamo parlarvi di Francisco Bosoletti, argentino di nascita ma che ha lavorato molte volte a Napoli lasciandoci tante e bellissime sue “opere di strada”.

Le donne di Francisco Bosoletti: le più belle opere da vedere a Napoli

L’ultima grande e bella opera di Bosoletti in città si chiama “Iside” ed è stata realizzata sulla parete di un edificio ai Quartieri Spagnoli. E’ ispirata alla Pudicizia del Corradini che si trova nella Cappella Sansevero. Iside si trova sui Quartieri in Via Emanuele de Feo vicino al grande murales di Maradona realizzato nel 1990 in occasione del secondo scudetto del Napoli.

Ma sui Quartieri c’è anche la “Madonna dei Pellegrini” dipinta nel 2017 in cui Bosoletti, ispirandosi all’omonimo quadro di Caravaggio, rielabora una piccola e trascurata cappella votiva facendo così soffermare i passanti frettolosi a farsi toccare il cuore da quelle tracce di pittura sui muri che avvolgono la cappella.

Ma il legame dell’argentino Francisco Bosoletti con Napoli dura da anni e nel quartiere Materdei in particolare fin dal 2015 ci sono varie opere dell’artista: Le ombre di Napoli, la Donna nel giardino che sono sono presso il Giardino Liberato di Materdei in via Salita San Raffaele.

Sempre a Materdei c’è la oramai famosa figura femminile di Parthenope alla Salita San Raffaele al n. 20. Un murale molto bello con il volto di una donna giovane, metà pesce e metà uccello, avvolta in parte, in un lucido piumaggio.

Anche nel Rione Sanità ci sono delle belle opere di Bosoletti cominciando da quello sulla facciata adiacente alla chiesa di S. Maria alla Sanità dal titolo “RESIS-TI-AMO”. Promosso dalla fondazione San Gennaro è anche il primo murale in Italia realizzato su una facciata di una chiesa e trae ispirazione dalle storie vere che Bosoletti ha ascoltato per le strade di Napoli.

Sempre alla Sanità c’è il murale “Speranza nascosta”, altra opera di Bosoletti, che si trova vicino al Centro La Tenda per i senzatetto, un bel murale con un volto profondo di una donna ed è dipinto al negativo.

Un murale segreto che c’è ma non si vede, una caccia alla speranza che c’è ma non si vede con una donna che ci osserva di nascosto. Per vedere il murale, e la speranza, occorre un filtro e per trovarla basta convertire il negativo, ed ecco che viene fuori la speranza. La Onlus La Tenda è un posto invisibile, che accoglie e nutre più di cento persone senza dimora, tutti invisibili: ma la speranza c’è.

Ma Francisco Bosoletti ama e conosce un po tutta la Campania e infatti ci sono anche altre belle sue opere come La Rinascita ad Ariano Irpino e la straordinaria Il Dolore di Emigrare a San Potito Sannitico.

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend