Ricetta Cozze Gratinate – Cucina Napoletana

ricetta-cozze-gratinate-cucina-napoletana.jpg

Un antipasto napoletano semplice, veloce a delizioso da provare con i mitili ricoperti di pangrattato, aglio e prezzemolo con capperi tritati e poi passati in forno a gratinare

Un antipasto semplice, veloce e delizioso tipico di Napoli e del sud Italia con le cozze che vengono lasciate attaccate alla valva e ricoperte con la marinara di pangrattato, aglio e prezzemolo e tanto altro. Una ricetta facile anche se può sembrare complessa perchè I gusci vanno farciti uno a uno. Ma alla fine sono buonissime.

Ingredienti per 4 persone

  • 3 spicchi di aglio
  • 1 kg di cozze
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 80 g di mollica di pane raffermo
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • Pepe q.b.
  • 1 peperoncino rosso fresco
  • Mezzo bicchiere di vino bianco
  • 3 cucchiai di prezzemolo tritato

Preparazione

  1. Pulite le cozze aiutandovi con un coltello.
  2. Private il peperoncino dei semi e in un tegame unitelo ad un cucchiaio di prezzemolo, ad uno spicchio d’aglio ed al vino.
  3. Lasciate il tegame, chiuso da un coperchio, sul fuoco finché non si saranno aperte tutte le cozze.
  4. Tritate la mollica di pane raffermo ed unitela, in una scodella, al parmigiano, a due spicchi d’aglio tritati, all’olio ed al restante prezzemolo.
  5. Scolate le cozze, filtrate il liquido di cottura attraverso un colino e versatelo nella scodella, aggiungete infine il pepe.
  6. Dividete il guscio delle cozze in due e conservate solo la parte cui è attaccato il frutto di mare.
  7. Suddividete il contenuto della scodella nei gusci.
  8. Ricoprite una teglia con carta da forno e disponetevi le cozze, aggiungetevi dell’olio ed infornate in forno preriscaldato a 200° per 10 minuti.
  9. Servite le cozze gratinate disponendole su un ampio piatto da portata.

Leggi le altre ricette della cucina napoletana 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend