Le Mostre da non perdere a Settembre 2020 a Napoli

mostre-a-napoli-settembre-2020.jpg

Ripartono le grandi mostre a Napoli a settembre 2020 nei grandi musei cittadini con molte nuove iniziative che partiranno proprio in questo mese

 

A Settembre 2020 partiranno tante interessanti ed importanti mostre a Napoli e nelle vicinanze segno di ripartenza della vita culturale della città. Ma ci sono anche altre mostre che sono state prorogate e che vi invitiamo a visitarle perché ne vale veramente la pena.

Le mostre vanno ad aggiungersi al grande e straordinario patrimonio culturale della città di Napoli che richiama sempre tantissimi visitatori che vengono per ammirare i tanti posti bellissimi della città. Potete approfondire le mostre cliccando sul link alla fine della descrizione sintetica, che in alcuni casi troverete a breve.

Le mostre da non perdere a Napoli

La grande Napoli Borbonica in mostra a Capodimonte

Prorogata fino al 20 settembre nel Museo di Capodimonte, la bella mostra Napoli Napoli… di lava, porcellana e musica, che racconterà la storia di Napoli capitale del Regno dal 700 all’800. Oltre 1000 oggetti nelle 18 stanze dell’Appartamento Reale Napoli Napoli… di lava, porcellana e musica.

Etruschi e il Mann: la mostra al Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Fino al 31 maggio 2021 oltre 600 reperti per un’esposizione che abbraccerà un arco temporale di circa sei secoli (X- IV sec. a.C.) e cercherà di ricostruire le fondamenta storiche di questa popolazione, la cui grandezza derivava anche dal controllo delle risorse di due fertilissime pianure, quella padana nel Nord e quella campana nel Sud. Etruschi e il Mann

Santiago Calatrava: Nella luce di Napoli in mostra al Museo di Capodimonte

Prorogata a Capodimonte – Ben quattrocento opere, tra sculture, disegni e maquette di Santiago Calatrava, una fra le menti creative più brillanti dei nostri giorni e grande artista contemporaneo, saranno fino al 10 maggio al Museo di Capodimonte. Lo spagnolo Santiago Calatrava è architetto, ingegnere, pittore, scultore, disegnatore e vero artista contemporaneo. Santiago Calatrava: Nella luce di Napoli

Le opere di Jan Fabre al Pio Monte della Misericordia

Quattro nuove opere dell’artista Jan Fabre, splendide sculture in corallo rosso, saranno esposte al Pio Monte della Misericordia presso la Cappella dell’Istituto, dove si trova già lo straordinario quadro del Caravaggio, “le sette opere della misericordia” del 1607, e poi altri capolavori di Battistello Caracciolo, Luca Giordano e altri grandi artisti. Le opere di Jan Fabre al Pio Monte 

Da scugnizzi a Marinaretti: mostra gratuita nel Parco S. Laise (ex area Nato di Bagnoli)

Fino al 15 ottobre una interessante mostra foto-documentaria gratuita sarà nel Parco S. Laise (ex area Nato di Bagnoli), un’area che si pone sempre più all’attenzione come polo di aggregazione della città di Napoli. La mostra dal titolo Da scugnizzi a marinaretti. L’esperienza della Nave asilo “Caracciolo” 1913-1928 ci racconta, attraverso fonti d’archivio con foto e documenti originali, il particolare esperimento educativo che ebbe luogo a Napoli tra il 1913 e il 1928 al fine di recuperare a una vita sana i cosiddetti scugnizzi, bambini e ragazzi di strada esposti a ogni tipo di rischio. Da scugnizzi a marinaretti 

Senso Viviani: una mostra nella Chiesa delle Anime del Purgatorio a Napoli

Fino all’11 ottobre A 70 anni dalla scomparsa dei Raffaele Viviani, avvenuta nel 1950 una mostra e tanti eventi di poesia e musica rendono omaggio al grande drammaturgo, attore, poeta e regista napoletano nella Chiesa delle Anime del Purgatorio ad Arco in via tribunali a Napoli. La mostra dal titolo “Senso Viviani” propone un’istallazione fotografica a cura del fotografo Luciano Ferrara e dell’associazione Noos. Senso Viviani

Gemito. Dalla scultura al disegno: una mostra al Museo di Capodimonte

Dal 10 settembre al 15 novembre 2020, al Museo e Real Bosco di Capodimonte a Napoli, si terrà la mostra Gemito. Dalla scultura al disegno un progetto di Sylvain Bellenger, direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte e di Christophe Leribault, direttore del Petit Palais di Parigi, dove si è svolta una prima esposizione dal titolo “Gemito. Le sculpteur de l’âme napolitaine” Gemito. Dalla scultura al disegno

A Castel dell’Ovo a Napoli la mostra Estasi di Marina Abramović 

Dal 18 settembre 2020 al 17 gennaio 2021 riparte la cultura a Napoli con la mostra Estasi di Marina Abramović che sarà ospitata all’interno del mitico Castel dell’Ovo di Napoli. Marina Abramović è la madre della performance art, e presenta Estasi un ciclo di video denominato “The Kitchen. Homage to Saint Therese”, un’opera molto significativa nella quale Marina Abramović si relaziona con una delle più importanti figure del cattolicesimo, Santa Teresa d’Avila. Estasi di Marina Abramović 

“Napoli Liberty. N’aria ‘e primmavera”  a Palazzo Zevallos Stigliano a Napoli

A Palazzo Zevallos Stigliano, sede museale di Intesa Sanpaolo a Napoli, dal 25 settembre 2020 al 24 gennaio 2021 si terrà la mostra Napoli Liberty. N’aria ‘e primmavera.  Una bella e originale mostra a cura di Luisa Martorelli e Fernando Mazzocca che presenta più di settanta opere, tra dipinti, sculture, gioielli e manifatture varie, e che ci permette di conoscere la diffusione del Liberty a Napoli nel periodo che va dal 1889 al 1915. Napoli Liberty. N’aria ‘e primmavera

A Castel dell’Ovo mostra gratuita “Nel Sogno Omaggio a Matilde Serao”

Si terrà dal 6 al 20 settembre 2020 “Nel Sogno, Omaggio a Matilde Serao” una mostra dell’artista toscana Franca Pisani che sarà ospitata a Castel dell’Ovo. Prima personale a Napoli di Franca Pisani la mostra, che è a cura di Marina Guida e con il sostegno di Marzia Spatafora, si compone di una ventina di opere di grande e medio formato, compresa una scultura e sarà visitabile gratuitamente nel grande castello sul mare di Napoli. Nel Sogno Omaggio a Matilde Serao

Il Senso del Sacro, D’improvviso un altro mondo nella Cappella Palatina di Castel Nuovo

Dal 14 settembre al 18 ottobre al Maschio Angioino la Terza Edizione della Rassegna di Arte Contemporanea promossa dalla Curia di Napoli per la ricorrenza di San Gennaro. La pandemia che ci ha travolti inaspettatamente, ha messo a dura prova l’umana fragilità, tema predittivo dello scorso anno. Ma “la visione di un futuro diverso, plasmato dall’utopia della speranza è la grande promessa, che prima di farsi categoria politica, deve tradursi in immagine, figura, narrazione artistica” – così padre Adolfo Russo scrive agli artisti, invitandoli a rappresentare la difficile ora della nostra storia. Il Senso del Sacro

Il Sentiero della Luce al Pan di Napoli

Dal 2 al 30 settembre 2020 una interessante mostra antologica dell’artista Giuseppe Menozzi con in esposizione circa cento opere. La mostra racconta cinquant’anni di ricerca di Giuseppe Menozzi sulla spiritualità, e su quel Punto Luce, che tanti artisti hanno inseguito, ma che pochi hanno raggiunto. La mostra vedrà i tre periodi più significativi del lavoro dell’artista, e precisamente: “i cavalieri dell’apocalisse”, “l’evento” e “la luce TAU”. Verranno esposte opere provenienti da sedi importanti di città come New York, Londra, Berlino, Parigi e Praga, presentate appositamente per l’occasione, e una collezione realizzata in particolare per questo evento, tutta realizzata con l’intento di portare spiritualità e un momento di riflessione per lo spettatore e serenità per l’Umanità intera.

Anime salve al PAN di Napoli

dall’11 al 27 settembre la prima mostra in Italia della regista e fotografa Jess Kohl, si propone come tappa conclusiva del progetto di residenza attraverso il quale l’artista ha condotto un lavoro di ricerca sulla periferia di Napoli nel 2019. Attraverso la narrazione osservativa, l’artista fa emergere le emozioni e gli stati d’animo dei protagonisti con le loro storie e gli spazi in cui vivono. Un viaggio nelle loro vite, un racconto tra attualità e passato per tentare di mettere in luce uno spaccato su mondi spesso lasciati in ombra.

Venustas. Grazia e bellezza a Pompei: in mostra i gioielli e i trucchi del mondo antico

Ritornano le mostre negli Scavi di Pompei e fino al  31 Gennaio 2021 nella Palestra Grande di Pompei ci sarà la mostra “Venustas. Grazia e bellezza” che ci farà conoscere gli ornamenti antichi legati al concetto di bellezza nel mondo antico. Creme, trucchi, bagni di profumo, specchi per ammirarsi, ornamenti per abiti e gioielli, amuleti, statuette e preziosi dedicati agli dei. Tutto questo e tanto altro troveremo a Venustas tra oggetti di vezzo e di moda per inseguire un’ideale di perfezione e bellezza. Venustas. Grazia e bellezza a Pompei

Tre capolavori di Caravaggio da vedere a Napoli

Forse non tutti lo sanno ma a Napoli ci sono ben tre grandi capolavori di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio. Tre grandi quadri stupendi tra cui l’ultimo capolavoro dipinto dal Caravaggio prima di morire. Scoprite dove sono nel nostro post. A Napoli tre capolavori di Caravaggio

Al Mann l’importante collezione Magna Grecia.

Ha riaperto al pubblico dopo più di 20 anni di chiusura, una delle più importanti collezioni del Museo Archeologico di Napoli: la collezione Magna Grecia. Storica collezione è una delle più ricche e pregevoli raccolte di antichità magno-greche.  la collezione Magna Grecia al Mann

L’esposizione permanente del Tesoro di San Gennaro soli 5 euro

Dall’8 agosto è visitabile di nuovo tutti i giorni lo straordinario Museo del Tesoro di San Gennaro a Napoli a soli 5 euro,. Potremo così ammirare uno dei tesori più importanti e preziosi al mondo dopo quello della Corona d’Inghilterra, Il Museo del Tesoro di San Gennaro a soli 5 euro

Ingresso gratuito al Museo Madre per fino al 13 settembre 2020

Per tutto il mese di agosto 2020, e fino a domenica 13 settembre l’ingresso al museo sarà straordinariamente gratuito. Il Museo Madre di Napoli, il Museo di Arte Contemporanea Donnaregina, sarà aperto gratuitamente e si potranno vedere anche tre nuove mostre. Gratis al Madre

 museo madre factory

Un nuovo museo a Napoli: apre a tutti il Circolo Artistico Politecnico

Nel centro di Napoli, in piazza Trieste e Trento 48, apre a tutti Palazzo Zapata che ospita il Circolo Artistico Politecnico. Il Museo apre con i suoi 600 dipinti, 4000 volumi, 80 sculture e una fototeca con più di 5000 fotografie.Apre il Circolo Artistico Politecnico

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend