Grandi mostre ed ingresso gratuito al Museo Madre di Napoli | Agosto 2020

museo-madre.jpg

Per tutto il mese di agosto 2020, ed anche oltre, il Museo Madre di Napoli, il Museo di Arte Contemporanea Donnaregina, sarà aperto gratuitamente e si potranno vedere anche tre nuove mostre

 

AGGIORNAMENTO – l’ingresso gratuito è stato prorogato al 20 settembre

Per tutto il mese di agosto, e fino al 13 settembre 2020, il Museo Madre sarà visitabile in via straordinaria gratuitamente.  

Naturalmente si potrà vedere sia la collezione permanente del museo che le grandi mostre in corso tra cui la mostra-evento di Carlo VerdoneNuvole e colori: 42 scatti inediti del grande attore e regista romano”, al Madre per la prima tappa campana nella storia del Festival La Milanesiana.

Ma, in questo periodo, al Madre ci sono anche altre due interessanti mostre: quella di Temitayo Ogunbiyi “Giocherai nel quotidiano, correndo” e quella di Armando Milani “Manifesti per una nuova ecologia”.

Orari e accessi al Museo Madre

Il Museo sarà aperto il lunedì e da mercoledì a sabato dalle ore 10.00 alle ore 19.30 (ultimo ingresso ore 18.30) e poi la domenica dalle ore 10.00 alle ore 20.00 (ultimo ingresso ore 19.00) mentre resterà chiuso il Martedì La biglietteria chiude un’ora prima. Il museo, per le normative di emergenza, adotta uno specifico piano di d’accesso con  misure di prevenzione consultabili sul sito,

Il progetto Madre Factory 2020 ripartirà da mercoledì 26 agosto con un programma di attività gratuite per adulti e bambini dedicate a Gianni Rodari e alla sua “grammatica della fantasia”.

Le Mostre visibili al Museo Madre

Una estate particolare dunque al Museo Madre di Napoli il Museo di Arte Contemporanea Donnaregina in particolare per le due mostre proposte.

Una commissionata a Temitayo Ogunbiyi, che riguarda la creazione di un playground, uno spazio di gioco, appositamente concepito per il Madre con tante sculture interattive e l’altra che ci invita a riflettere sui temi della trasformazione dell’ambiente e della nostra società con un progetto speciale di Armando Milani.

  • Armando Milani – Manifesti per una nuova ecologia – La mostra di Milani rimarrà al Madre dal 17.06 al 13.09.2020 e vuole invitare a riflettere sui temi della trasformazione dell’ambiente e della nostra società attraverso questo progetto speciale che prevede l’affissione di una selezione di suoi manifesti in Piazza Madre e nello spazio pubblico urbano. Milani lavora tra Milano e New York e definisce la sua azione come una “codifica della realtà”, interpretata a partire da valori condivisi. “Ogni progetto – afferma Milani – è appropriato, unico, ma anche ambiguo, misterioso, non definito, per suscitare nel lettore quella curiosità e quella possibilità di interpretazione che coinvolge emotivamente e ne stimola la memoria”. Nel lavoro e nella poetica del visual designer sono centrali i temi dell’ecologia e della solidarietà, che si ritrovano nei manifesti esposti al Museo Madre di Napoli.
  • Temitayo Ogunbiyi – Giocherai nel quotidiano, correndo – Una mostra particolare quella di Ogunbiyi che rimarrà al Madre dal giorno 08.07 al giorno 02.11.2020 ed è a cura di cura di Kathryn Weir. All’artista Temitayo Ogunbiyi, che vive e lavora a Lagos, il Museo Madre ha commissionato la creazione di un playground, uno spazio di gioco, appositamente concepito per il Madre. Grandi Sculture interattive, disegnate ispirandosi a viti intrecciate, tecniche di acconciatura e all’itinerario tracciato da Google Maps tra Lagos e Napoli, che hanno trasformato il cortile interno del museo in un terreno di gioco e un giardino, dove bambini e famiglie possono giocare.

Maggiori informazioni – Madre, il Museo di Arte Contemporanea Donnaregina Napoli

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend