Stazione Duomo della Metro Linea 1: aprirà a marzo 2021 e sarà una delle più belle al mondo

duomo.jpg

Il periodo di emergenza che stiamo vivendo crea problemi anche per le opere pubbliche in costruzione ma la stazione Duomo della Linea 1, sarà completata per dicembre di quest’anno e aprirà al pubblico entro marzo 2021. E sarà una delle più belle stazioni dell’arte della metro di Napoli. Per quella data dovrebbero entrare anche in esercizio i primi due nuovi treni che sono già arrivati e sono in collaudo notturno. 

 

 

La nuova stazione Duomo della Linea 1 della metropolitana di Napoli aprirà entro Marzo 2021 e sarà una delle più belle al mondo grazie al progetto dell’archistar Massimiliano Fuksas e dalla moglie Doriana Mandrelli. Una nuova stazione dell’arte per Napoli e una passeggiata, quasi da astronauti, come l’ha definita lo stesso Fuksas.

L’elemento caratterizzante della stazione, e che la renderà unica al mondo, sarà una grande cupola trasparente, che si troverà in Piazza Nicola Amore, all’inizio di via Duomo, e da cui si accederà alla stazione. Un elemento strutturale realizzato in acciaio corten e vetro che coprirà tutta la stazione.

Chi accederà alla straordinaria struttura potrà vivere un viaggio particolare attraverso tutte le luci e le fasi del giorno, dall’alba al tramonto, fino alla notte.

La stazione Duomo si troverà a Piazza Nicola Amore ed interromperà la linearità della storica strada del Rettifilo di Napoli, il Corso Umberto che porta da piazza Garibaldi a Piazza Bovio. Infatti, il Rettifilo, che attraversa in linea retta la città, sarà “interrotto” dalla bella stazione di Fuksas, che si trova al centro di Piazza Nicola Amore.

La stazione Duomo: un percorso straordinario nella grande storia di Napoli

L’insolita stazione Duomo di Napoli sarà una particolare struttura in equilibrio tra moderno e antico; durante gli scavi per la costruzione della stazione sono state infatti ritrovate eccezionali scoperte archeologiche che si trovavano sotto metri e metri di terra e che hanno riportato alla luce la città antica.

Lo scavo ha infatti svelato la presenza di un imponente e antico Gymnasium, un grande tempio dei giochi Isolimpici che durarono anni e furono voluti dall’imperatore Augusto proprio a Napoli nel 2 d.C. . Neapolis fu scelta come sede poiché era la città più “grecizzata” della penisola.

Oltre al Gymnasium sono stati scoperti vari reperti e statue tra cui alcuni marmi incisi in greco, con i nomi dei vincitori delle Isolimpiadi, divisi per categorie (uomini, donne, fanciulle, ragazzi) e per discipline (pugilato, corsa armata, pancrazio, lotta).

E alcuni di questi reperti saranno visibili nella grande stazione Duomo che consentirà uno straordinario viaggio nella storia della città,

Da segnalare anche che da luglio sono in pre-esercizio e collaudo notturno due nuovi treni che dovrebbero entrare in servizio nei primi mesi del 2021 e nello stesso periodo ne dovrebbero arrivare altri 5, Di seguito altri aggiornamenti sulla Metro 1.

Altre cose da conoscere sulla metro dell’arte di Napoli 

metro sanità 2

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend