“Nessuno escluso”: un’installazione artistica di Bianco e Valente sulla nuova via Marina a Napoli

nessuno-escluso-Bianco-Valente-notte.jpg

In vista della riapertura della “nuova via Marina”, è stata installata un’ opera d’arte dal titolo Nessuno escluso

 

 

E’ stata installata sulla rotonda di via Marina un’opera d’arte dal titolo “Nessuno escluso” realizzata dagli artisti Bianco e Valente.  L’opera si trova all’altezza della rotatoria tra via Vespucci e corso Arnaldo Lucci e accoglierà chi entra a Napoli dalla zona orientale.

Sarà un’opera permanente e non un allestimento temporaneo o natalizio: la grande opera con la scritta “Nessuno escluso” è infatti inserita nel progetto comunale di riqualificazione della strada che dovrebbe completarsi a brevissimo e restituire ai cittadini via Marina, completamente riqualificata. Una grande strada che porta dalla zona orientale fino al Maschio Angioino.

La scelta degli artisti Giovanna Bianco e Pino Valente che vivono e lavorano a Napoli è naturalmente simbolica e la scritta “Nessuno escluso” è identificativa per la città di Napoli, da sempre città dell’accoglienza e della tolleranza.

Una scritta, che non sana i mali di Napoli, ma che accoglie chi entra in città e esprime la vera anima della città che, anche in un momento più difficile e delicato della sua storia non esclude nessuno. Basta ricordare che a poche centinaia di metri più avanti c’è la Mensa del Carmine che accoglie ogni giorno, anche in questi difficili mesi, centinaia e centinaia di bisognosi e senzatetto non negandogli mai un pasto caldo.

Bianco e Valente artisti di Napoli: “Nessuno escluso” e le altre opere in città e in Campania

Giovanna Bianco e Pino Valente vivono e lavorano assieme a Napoli dal 1994 e, a partire dai primi anni Duemila, focalizzano la loro attenzione anche sulla parola come unità di trasmissione di informazioni.

Oltre alla nuova installazione in via Marina a Napoli e in Campania esistono altre opere dei due artisti che sono intervenuti su vari edifici, anche storici, incentrati sulla relazione fra persone, eventi e luoghi. Forse la loro opera più conosciuta a Napoli si trova al Museo Madre ed è “Il mare non bagna Napoli” del 2015, fa parte della collezione permanente del museo e si trova sul terrazzo.

Altra loro opera è “Misuro il tempo” del 2019 e si trova sull’edificio del Pio Monte della Misericordia, a Casamicciola terme a Ischia.

Tra le tante opere di Bianco e Valente da ricordare anche “Primo vero passo”, del 2017 che è una soglia in pietra di Trani che accoglie gli studenti del Liceo Giovanbattista Vico di Napoli realizzata alla fine di un workshop con gli studenti per creare una nuova opera ambientale che si relazionasse con il loro vissuto.

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend