La Sirena Digitale: l’ologramma che interpreta le canzoni napoletane al MANN di Napoli

sirena-digitale-1.jpg

Una particolare installazione è visibile al MANN, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Si tratta della Sirena Digitale, uno straordinario ologramma di una sirena che interpreta canzoni classiche napoletane in versioni diverse e multilingue.

 

 

Una particolare installazione che ci permetterà di ascoltare il suono degli ologrammi è visibile da questi giorni al MANN, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli.  La Sirena Digitale è un prototipo olografico di un’artista interattiva che, sotto forma di ologramma, interpreta il repertorio della canzone classica napoletana in versioni multilingue.

I visitatori del Museo, grazie al canto della Sirena Digitale, potranno ascoltare tracce musicali e diverse interpretazioni dei classici della canzone napoletana, proposti nelle versioni in lingua originale, in inglese e in cinese mandarino.

Al momento l’ologramma della Sirena Digitale interpreta due brani del repertorio classico della canzone napoletana “Malafemmena” con testo e musica di Antonio de Curtis (Totò) e “Reginella” con testi e musica di Libero Bovio, Gaetano Lama.

I due brani sono ascoltabili in versione classica, piano e voce, e in versioni pop-rock, in lingua inglese, cinese e napoletano.  Si può anche, con una App per smartphone e tablet, diffondere su vasta scala il messaggio della sirena olografica, utilizzando una piccola piramide di plastica come mezzo di proiezione.

Un progetto tutto napoletano ospitato al MANN

Un progetto interessante che vuole individuare nuove modalità digitali e interattive di promozione e fruizione internazionale del patrimonio culturale, artistico e musicale partenopeo, tra tradizione e innovazione.

L’installazione olografica di Sirena Digitale è visitabile presso il piano -1 del Museo Archeologico di Napoli e sarà accompagnata dall’esposizione della scultura del Maestro Lello Esposito, Siren-a-Terra:

Un progetto Made in Napoli promosso dall’Università Federico II di Napoli che vede la partecipazione dell’Accademia delle Belle Arti, del Centro di Produzione Rai, dell’archivio Storico della Canzone Napoletana della RAI e dell’ ICAR-CNR.

Maggiori informazioni La sirena digitale al Mann 

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend