5 visite guidate da non perdere a Napoli: weekend 12-13 dicembre 2015

Visite-guidate-weekend-12-13-dicembre-2015.jpg

Anche questa settimana tante visite guidate per conoscere posti bellissimi a Napoli e nelle vicinanza. Posti molto belli che potremo visitare assieme a bravi storici dell’arte e guide che ci raccontano la nostra storia e il grande patrimonio artistico culturale della città di Napoli.

In questo weekend un bel giro alla Chiesa di Santa Maria del Parto, piccolo tempio cinquecentesco costruito sulla collinetta lambita dal mare di Mergellina oppure agli imponenti ambienti delle fondamenta trecentesche della Certosa di San Martino, i cosiddetti sotterranei gotici. Nel cuore del centro storico di Napoli ci sarà una interessante visita guidata al Museo Civico Gaetano Filangieri, che da solo pochi giorni ha riaperto al pubblico la Sala Agata ed al Complesso di Santa Maria delle anime del Purgatorio ad Arco sui decumani. Se si vuole uscire dalla città da non perdere un giro nell’antica Stabia e alle sue ville: Villa San Marco e Villa Arianna

E poi gli altri tantissimi appuntamenti di cui vi abbiamo già parlato in settimana: iniziamo dalla notte dal principe, che ci consente durante la notte d’arte al centro storico di sabato 12 dicembre di vedere la Cappella Sansevero a 3 euro, oppure l’appuntamento con Malleus Maleficarum che Venerdì 11 novembre ci parla dell’inquisizione al lazzaretto dell’ex ospedale della Pace. E poi non dimenticate le visite guidate gratuite alle stazioni metro dell’arte fino a fine mese o la simpatica visita guidata nel Museo del Sottosuolo di Napoli con la guida de “’O Munaciello” oppure alla Sanità, l’ampio e ben conservato tratto dell’Acquedotto Augusteo, costruito nel 10 dC. Infine fino a fine mese saranno altresì visitabili gratuitamente, ma su prenotazione, i sotterranei del Rione Terra di Pozzuoli.

Chiedete sempre informazioni e prenotate ai numeri di telefono indicati delle associazioni per avere maggiori dettagli su quanto da loro proposto. Buon fine settimana a tutti.

Sabato 12 dicembre – Chiesa di Santa Maria del Parto. Miracolo e leggenda a Mergellina

Chiesa di Santa Maria del Parto. Miracolo e leggenda a Mergellina

Contributo € 6,00. Con LocusIste – Nell’ultima curva di Mergellina, sul mare dei pescatori di Napoli, esiste una chiesa dalla rossa facciata. E’ il ricordo di tre miracoli e tre storie d’amore: ogni miracolo è racchiuso in una memoria, e ogni memoria verrà svelata da una storia. Un poeta, un re, una sirena, un pescatoriello e una madonna, un cardinale e un diavolo. E’ la Chiesa di Santa Maria del Parto, piccolo tempio cinquecentesco costruito sulla rupe di un colle lambito dal mare e dall’odore degli agrumi. La sua storia è il frutto del miracolo di un’amicizia: quella tra il poeta Jacopo Sannazaro e il re Federico d’Aragona. In essa è il segreto dei “Santi Rossi” alloggiati nella facciata, che per bocca del narratore torneranno a rivivere in un nostalgico ricordo. Sull’esterno del piazzale, immaginando l’antico borgo dei pescatori della marina, verranno proclamate storie e leggende della Napoli in cui “tutte le cose sono innamorate”: è Mergellina, nel suo è nascosto l’amore fatale di un mostro marino che affascina e seduce. La donna ammaliatrice con la coda di pesce. Aperitivo a Mergellina.  Al termine della visita sarà possibile degustare un aperitivo analcolico presso il bar esterno dello Chalet Primavera sotto la chiesa di Santa Maria del Parto.La formula prevede: Bitter rosso/bianco o Crodino + stuzzicherie salate di contorno + sevizio al tavolo al prezzo di euro 2,50 anziché euro 4,00 esclusivamente per i partecipanti alla visita. Da richiedere in prenotazione.

Appuntamento: Chiesa di Santa Maria del Parto a Mergellina, via Mergellina 21 ore 10,15 Durata: 90 minuti circa. Contributo organizzativo: 6 euro. Guida: Nina Gruppo: min 10 persone
Prenotazione Obbligatoria entro h. 19 del giorno precedente. LocusIste  347 2374210

Sabato 12 dicembre – Complesso museale di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco

santa maria del purgatorio ad arco

Contributo 6 euro. Con Progetto Museo. Sabato dalle 19:30 alle 24:00, il Complesso di Santa Maria delle anime del Purgatorio ad Arco dedicherà la serata a Lucia, al singolare culto per la Santa e alle leggende dell’anima eletta tra le anime pezzentelle, alle credenze e alle usanze che fanno delle tradizioni le custodi della storia non scritta del popolo. La visita si chiama “Storie di una Santa e di un’anima che porta il suo nome” Santa Lucia e la principessa Lucia, culto, storie e leggende . Nel luogo che ha conservato nel tempo l’antico culto delle anime pezzentelle, l’Ipogeo del Purgatorio ad Arco, quello di Lucia è un nome dal significato profondo. Lucia è l’anima eletta, punto di riferimento del fedele, confidente delle donne innamorate e protettrice delle spose, alla quale la devozione popolare ha dedicato attenzioni e preghiere. Sono tante le storie e le leggende nate intorno al teschio di Lucia, ornato di una preziosa corona e di un velo da sposa, custodito in un altarino della Terrasanta del Purgatorio ad Arco, e tanti erano i fedeli che nel giorno di Santa Lucia, la Lucia santificata dalla chiesa, facevano dono a quest’anima di fiori, lumini e preghiere.

Appuntamento – ore 19:30/24:00 Apertura straordinaria con visite guidate ogni 45 minuti, per gruppi di max 30/35 persone, previa prenotazione, incluse nel contributo per l’ingresso, con degustazione dei dolcetti di Santa Lucia (partenze 19:30, 20:15,21:00, 21:45, 22:30, 23:15) – costo unico € 6,00. Dalle ore 10 alle 17, il Complesso sarà aperto secondo l’orario canonico con visita ordinaria. Per l’evento serale, l’ingresso per l’orario desiderato deve essere prenotato presso la segreteria di Progetto Museo al numero 081440438, dal lunedì al venerdì, dalle ore 10:00 alle ore 14:00

Domenica 13 Dicembre – Nell’antica Stabia. Villa San Marco e Villa Arianna

villa san marco stabia

Contributo: € 10 per soci 7.Con Megaride – Un interessante incontro culturale archeologico di Megaride all’antica Stabia.  Importante città di epoca romana, Stabia scomparve insieme a Pompei, Ercolano e Oplontis, in seguito all’eruzione del Vesuvio avvenuta nel 79dc. Stabia era il luogo di villeggiatura dei patrizi romani che vi edificarono tantissime ville, con annesse terme e meravigliosi affreschi.Le ville da visitare sono: Villa San Marco e Villa Arianna, due straordinari complessi e veri e propri gioielli artistici ed urbanistici dell’impero romano. Come arrivare a Stabia. Provenendo da Napoli, prendere A3 in direzione Salerno e uscire a Castellammare di Stabia. Seguire su SS145 e Corso Italia/SS145 Dir fino alla destinazione.

Appuntamento: ore 10.30 presso villa Arianna, Stabia. Inizio attività ore 11 La visita inizierà da Villa Arianna, al cui termine, spostandosi con mezzi propri si giungerà a Villa San Marco. Il tempo di percorrenza in auto tra le due Ville è, all’incirca, dieci minuti. Contributo: € 10 per soci 7.  Prenotazione obbligatoria : MEGARIDE 3481149647 – 3347474275

Domenica 13 Dicembre – La Certosa di S.Martino e i suoi sotterranei gotici

certosa di san martino

Contributo 12 per soci. Con Assodipendenti. – L’Associazione Assodipendenti propone la visita alla Certosa di San Martino e soprattutto ai suoi sotterranei gotici. I sotterranei costituiscono i suggestivi e imponenti ambienti delle fondamenta trecentesche della Certosa, una edificazione che iniziò nel maggio del 1325 per volere di Carlo, duca di Calabria. La visita proseguirà nella chiesa della Certosa, di tipico stampo barocco, caratterizzata dalle decorazioni pittoriche di Francesco Solimena, Domenico Antonio Vaccaro, Luca Giordano, Jusepe de Ribera e per gli interventi architettonici e scultorei di Cosimo Fanzago, e nei suoi due splendidi Chiostri, il chiostro grande e il chiostro dei Procuratori.

Appuntamento Ore 10,50: ingresso principale della Certosa (zona belvedere ) Ore 11,30: inizio visita guidata. Contributo associativo: soci Assodipendenti € 12 comprensivo di biglietto d’ingresso ai sotterranei e alla Certosa. (Non soci euro 15).  La prenotazione è obbligatoria Assodipendenti telefono 081.6140920 dopo le 17,30 – 3386702541

Domenica 13 dicembre – via Duomo e l’arte ritrovata: la collezione del principe Filangieri

museo filangieri

Contributo 10 euro soci 9 euro. Con Sirecoop – Una visita guidata al Museo Civico Gaetano Filangieri, che da solo pochi giorni ha riaperto al pubblico la Sala Agata. Il Museo ha sede nel quattrocentesco palazzo Como, costruito tra il 1464 ed il 1490 dal ricco mercante Angelo Como nelle forme del Rinascimento fiorentino su disegno, forse, di Giuliano da Maiano. Nel 1881-82 per allargare la via fu demolito e ricostruito 20 metri più addietro. Il museo, inaugurato nel 1888, fu fondato da Gaetano Filangieri (1824-92), principe di Satriano, che vi raccolse tutte le sue varie e pregevoli collezioni d’arte, numismatiche, la biblioteca e l’archivio Filangieri. Il mecenate principe Filangieri ampliò queste collezioni contemporaneamente all’abbellimento del palazzo, avendo già in mente un progetto sull’allestimento di un museo. In seguito alla morte del principe, il museo e le opere ivi contenute caddero nell’oblio. La galleria venne riaperta a partire dagli anni settanta, per essere poi richiusa negli anni novanta.

Appuntamento ore 10:30 presso ingresso Museo Filangieri, via Duomo 288, Napoli Contributo 10 euro soci 9 euro.La PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA (fino ad esaurimento posti).Sirecoop 392 2863436  

 [ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top
Send this to a friend