4 visite guidate a Napoli: cosa fare nel weekend dal 23 al 26 novembre 2023

lapis-museum-4.jpg

Ph Marcello Erardi

Sempre tante visite guidate a Napoli e in tutta la Campania con eventi sempre interessanti, per scoprire, assieme ad esperti e guide, i luoghi più belli della nostra terra

 

 Include contenuto sponsorizzato

Anche per questo weekend dal 23 al 26 novembre 2023ci saranno delle belle visite guidate nei luoghi più belli di Napoli e della Campania, con passeggiate guidate che ci faranno conoscere i posti più particolari e straordinari della città e dei suoi magnifici dintorni. Gli eventi sono proposti da associazioni che lavorano da anni sul territorio e che utilizzano brave guide e storici dell’arte per accompagnarci nei posti più belli della nostra terra. Chiedete sempre informazioni sulle misure specifiche che verranno applicate per rispettare le normative per l’emergenza e prenotate ai numeri di telefono indicati delle associazioni per avere maggiori dettagli su quanto da loro proposto. Buon fine settimana a tutti

Tutti i giorni – Viaggio nella storia di Napoli nel percorso sotterraneo tra cripte, acquedotti e cisterne antiche

Ph Marcello Erardi

Contenuto sponsorizzato

La città di Napoli è ricca di storia e cultura, che si riflettono anche nel suo sottosuolo. Nel cuore del centro storico di Napoli, la Basilica della Pietrasanta, oggi nota come LAPIS Museum, ospita un percorso sotterraneo unico nel suo genere che permette ai visitatori di ripercorrere e scoprire le origini della città.Attraverso la cripta della Basilica, dove si trovano, secondo alcuni studi, i resti dell’antico tempio della dea Diana, si inizia una discesa di circa 40 metri che conduce verso l’acquedotto greco-romano, che forniva acqua alla città. Le gallerie e le cisterne dell’antico acquedotto sono state restaurate e riaperte al pubblico, e hanno dato vita oggi al cosiddetto Museo dell’Acqua.  L’itinerario di visita prosegue con il Decumano Sommerso, antica via parallela al Decumano Maggiore in superficie. Questo tratto dell’antico acquedotto fu utilizzato come rifugio antiaereo durante la Seconda Guerra Mondiale. E qui il visitatore si lascerà affascinare da installazioni e tecnologie immersive che proiettano nelle atmosfere del passato. Tra le tappe più suggestive c’è la Sala della Luna, dove un plenilunio illumina la profondità della terra. Nella Sala dei racconti, gli ologrammi di Gennaro e Michela rievocano la vita quotidiana dei napoletani durante gli anni ’40. La visita culmina con la Sala dei bombardamenti, riambientazione dei momenti vissuti da Napoli durante la Grande Guerra, che si chiude con un messaggio di speranza e di pace. Il LAPIS Museum è aperto al pubblico tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 20.00 con ben sei turni di visite guidate dal lunedì al venerdì: 10.30 – 12.30 – 13.30 – 15.30 – 16.30 – 18.30, e cinque il sabato e la domenica alle ore 10.30 – 12.30 – 14.30 – 16.30 – 18.30.. Particolarmente consigliata la prenotazione, soprattutto a ridosso di weekend, ponti e festivi. Prenotare è semplicissimo: è possibile farlo al numero 081 19230565 attivo dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 14.00, ma sempre attivo con il servizio di messaggi WhatsApp, oppure alla mail info@lapismuseum.com, indicando il giorno, l’orario di preferenza, il numero di persone e un nominativo di riferimento. E per chi vuole acquistare direttamente on-line, può farlo senza costi di prevendita sul sito ufficiale senza costi di prevendita

Le visite sono a cura di Lapis Museum a cui si potranno chiedere tutte le informazioni.

  • Appuntamento: tutti i giorni – aperto dalle 10.00 alle 20.00, visite guidate 10.30 – 12.30 – 13.30 – 15.30 – 16.30 – 18.30. Nel fine settimana 10.30 – 12.30 – 14,30 -16.30 – 18.30. Per il weekend, festivi e ponti è raccomandata la prenotazione.
  • Contributo: Visita normale con Ticket intero 10 euro x visita accompagnata in gruppo. Possibili sconti famiglia, gruppi e altre riduzioni.
  • OrganizzazioneLapis Museum Prenotazione consigliata – Consigliate scarpe comode e un coprispalle per le cavità – info e prenotazioni +39 081 192 30 565– dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 14.00 (servizio WhatsApp sul numero sempre attivo) prenotazioni anche via mail indicando nome, il numero di persone, il giorno e l’orario di preferenza.info@lapismuseum.com Lapis Museum sito ufficiale    
  • Maggiori Informazioni:  Museo dell’Acqua e Decumano sotterraneo

Sabato 25 novembre – Caravaggio a Forcella, tra luci e ombre

Una passeggiata insolita per i vicoli del centro storico in compagnia di un attore che veste i panni di Caravaggio, facendoti scoprire gli intrighi e i segreti del pittore lombardo. Un nuovo tour alla scoperta del pittore più ribelle di tutti i tempi: Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio. Il pittore libero che fu sempre in cerca della verità e che ebbe un legame speciale con Napoli, riuscendo ad esprimere nella sua opera più famosa il sentimento di compassione che rende partecipi delle sofferenze altrui in una totalità di amore e di dolore. Partiremo da Piazza Cardinale Sisto Riario Sforza, uno dei principali slarghi napoletani, per poi giungere nel cuore pulsante di Forcella accompagnati direttamente da un attore che veste i panni di Caravaggio. Una visita guidata e teatralizzata in cui verranno raccontati gli aspetti sorprendenti del quartiere Forcella e della pittura caravaggesca che rivoluzionò l’intero panorama della pittura meridionale.

La visita è a cura di Manallart a cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento.

  • Appuntamento: – ore 16,30 in piazza Cardinale Sisto Riario Sforza. Durata circa 2 ore
  • Contributo: 15 euro a persona – ridotto 10€
  • OrganizzazioneManallart – Prenotazione obbligatoria  prenotazioni@manallart.it – 327-0904928
  • Maggiori Informazioni:  Pagina ufficiale Manallart

Domenica 26 Novembre – Il Complesso di Santa Maria la Nova

Una visita guidata al Complesso Monumentale di Santa Maria la Nova la cui chiesa fu voluta da Carlo D’Angiò nel 1279 come risarcimento della chiesa francescana confiscata per la costruzione del castello noto come Maschio Angioino. Il re concesse ai francescani della terra e fece costruire la bella chiesa nella posizione attuale: la chiesa fu così chiamata “la Nova” per distinguerla dalla precedente dedicata all’Assunta che, assieme al convento sul mare, furono abbattute per far posto al Castel Nuovo. Nel tempo la chiesa fu finemente arricchita con capolavori come l’altare maggiore disegnato da Cosimo Fanzago nel 1633 ed il crocifisso ligneo di Giovanni Merliani da Nola e da tanti altri capolavori. Nella chiesa quelle che, secondo il De Dominici sono le prime opere di Luca Giordano. Il Chiostro Maggiore conserva resti di decorazioni ed è caratterizzato da una pianta quadrata con nove arcate per ciascun lato. Il Chiostro Minore della chiesa risale invece alla fine del 1500, su disegno dell’artista Cola Di Franco. Una curiosità: c’è uno studio di qualche anno fa secondo il quale all’interno del Complesso è sepolto il Conte Dracula.

La visita è a cura di Megaride Art a cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento.

  • Appuntamento: – ore 10,30 Piazza Santa Maria la Nova piazzetta ingresso Chiesa– inizio ore 10,45, termine ore 12,30-12,45 circa
  • Contributo: 12 euro a persona + biglietto ingresso Complesso Monumentale (5€)
  • OrganizzazioneMegaride Art– Prenotazione obbligatoria sulla pagina ufficiale
  • Maggiori Informazioni:  Pagina ufficiale Megaride Art

Sabato 25 e domenica 26 novembre – Il Miglio Sacro alla Sanità

© Napoli da Vivere

Una straordinaria passeggiata che si chiama Il Miglio Sacro che ci porterà alla scoperta di luoghi bellissimi che si trovano nel giro di un miglio a partire dalle Catacombe di San Gennaro. Percorrere il Miglio Sacro significa andare alla scoperta delle bellezze del Rione Sanità, quel rione di Napoli dove hanno vissuto popoli diversi e dove un tempo passavano in carrozza papi, re e cardinali. Una visita guidata ed un percorso speciale che ci porterà in ben sei luoghi diversi e straordinari che ci faranno scoprire un altro e bellissimo volto nascosto della città. Si parte alle 9:00 dall’ingresso delle Catacombe di San Gennaro, le grandi Catacombe di Napoli in Via Capodimonte 13 vicino alla Basilica del Buon Consiglio. La passeggiata termina nei pressi di Piazza Cavour dopo aver visitato ben sei straordinari luoghi di Napoli. Il tour dura circa 3 ore e 30 minuti. Ecco le tappe: Catacombe di San Gennaro,, Basilica di San Gennaro extra moenia, Basilica di Santa Maria della Sanità, Cripta delle Catacombe di San Gaudioso (esterno), Basilica di San Severo fuori le mura e Cappella dei Bianchi con visita esclusiva all’opera “Il figlio velato” di Jago, esterni Palazzo Sanfelice e dello Spagnuolo.  Porta San Gennaro, con il dipinto di Mattia Preti da poco restaurato. Il tour termina nei pressi di P.zza Cavour

  • Appuntamento: L’appuntamento è alle ore 9:00 presso la biglietteria delle catacombe di San Gennaro in Via Capodimonte 13, accanto alla basilica del Buon Consiglio.
  • Contributo: € 17 intero /€ 10 per under 18 /€ 14 over 65 /gratis fino a 6 anni..
  • Organizzazione: Catacombe di Napoli– Obbligatoria la prenotazione: 081 744 3714     
  • Maggiori Informazioni Il Miglio Sacro alla Sanità

© Napoli da Vivere 2023 – riproduzione riservata – Questo articolo è un contenuto originale di Napoli da Vivere e pertanto protetto da copyright. La sua copia è vietata e la sua riproduzione anche parziale deve essere autorizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top
Send this to a friend