4 visite guidate a Napoli: cosa fare nel weekend dal 24 al 26 febbraio 2023

Lapis-Museum-3.jpg

Ph Lapis Museum

Sempre tante visite guidate a Napoli e in tutta la Campania con eventi sempre interessanti, per scoprire, assieme ad esperti e guide, i luoghi più belli della nostra terra.

 

 Include contenuto sponsorizzato

Anche per questo weekend dal 24 al 26 febbraio 2023 ci saranno delle belle visite guidate nei luoghi più belli di Napoli e della Campania, con passeggiate guidate che ci faranno conoscere i posti più particolari e straordinari della città e dei suoi magnifici dintorni.

Gli eventi sono proposti da associazioni che lavorano da anni sul territorio e che utilizzano brave guide e storici dell’arte per accompagnarci nei posti più belli della nostra terra.

Chiedete sempre informazioni sulle misure specifiche che verranno applicate per rispettare le normative per l’emergenza e prenotate ai numeri di telefono indicati delle associazioni per avere maggiori dettagli su quanto da loro proposto. Buon fine settimana a tutti

Tutti i giorni – Lo straordinario percorso sotterraneo del LAPIS Museum nel centro antico

Ph Lapis Museum

La Basilica della Pietrasanta, oggi nota come LAPIS Museum, ti aspetta anche per questo ultimo weekend di febbraio. Il percorso sotterraneo del Complesso è la meta ideale per chi è alla ricerca di un’esperienza unica durante il suo soggiorno nel centro storico di Napoli. La città partenopea, infatti, è da sempre luogo di grande suggestione, conosciuta per la sua ricca storia e cultura in tutto il mondo. Uno dei suoi tesori nascosti è proprio l’articolato sottosuolo di cavità, cisterne, cunicoli che si estende a circa 40 metri di profondità. Questi ambienti sotterranei hanno avuto una vita lunghissima, cambiando pelle più volte: da estrazione della pietra a antico acquedotto, da trasporto di beni e persone a ricovero durante la Seconda guerra mondiale. Il percorso sotterraneo del LAPIS Museum offre ai visitatori l’opportunità di esplorare questi affascinanti posti e scoprirne i segreti che ancora nascondono. Sarà possibile percorrere il Museo dell’Acqua e le antiche cisterne greco-romane ritornate all’originaria funzione, e il Decumano Sommerso, luogo pieno di storia, che permettono di immaginare com’è stato vivere in questi ambienti. Una visita coinvolgente, arricchita da installazioni multimediali che contribuiscono alla rievocazione dei momenti storici: dalla Sala della luna, in cui un plenilunio eterno rievoca, secondo alcuni studi, l’originaria fondazione pagana del Complesso sovrastante, alla Sala dei racconti, dove gli ologrammi di Gennaro e Michela parlano della vita negli anni ‘40, passando per la Sala dei bombardamenti, che restituisce gli attimi vissuti dalla città di Napoli chiudendosi con un bellissimo messaggio di speranza e pace. Il percorso sotterraneo è aperto al pubblico per le sue visite tradizionali tutti i giorni, dalle ore 10.00 alle ore 20.00, con quattro turni di visita: 10.30 – 12.30 – 16.30 – 18.30.

La visita è a cura di Lapis Museum a cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento.

  • Appuntamento: tutti i giorni – aperto dalle 10.00 alle 20.00 (la mostra Convivia è accessibile fino alle 19.00), i turni di visita accompagnati sono quattro: 10.30 – 12.30 – 16.30 – 18.30. durante i quali è possibile ammirare e scoprire una Napoli inedita e sorprendente. per il weekend, festivi e ponti è raccomandata la prenotazione.
  • Contributo: Visita con Ticket intero 10 euro x visita accompagnata in gruppo. Possibili sconti famiglia, gruppi e altre riduzioni
  • OrganizzazioneLapis Museum Prenotazione consigliata – Consigliate scarpe comode e un coprispalle per le cavità – info e prenotazioni +39 081 192 30 565 – dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 14.00 (servizio WhatsApp sul numero sempre attivo) prenotazioni anche via mail indicando nome, il numero di persone, il giorno e l’orario di preferenza.info@lapismuseum.com Lapis Museum sito ufficiale    
  • Maggiori InformazioniMuseo dell’Acqua e Decumano sotterraneo

Domenica 26 febbraio – Aperitivo Visita a Villa la Fiorita e la “Cunocchia”

Un percorso culturale alla “Conocchia” con aperitivo e visita alla settecentesca Villa la Fiorita oggi Villa Domi. Un inedito percorso culturale creato appositamente nella meravigliosa cornice paesaggistica delle colline dominanti il golfo di Napoli, in un parco incantevole con presenze arboree di grande rilevanza botanica e dal suggestivo panorama. Li si erge maestosa Villa la Fiorita dimora settecentesca la cui costruzione fu commissionata dai Meuricoffre, operosa e potente famiglia svizzera di mecenati e banchieri, fondatrice della prima colonia elvetica dell’Italia meridionale. La villa, in cui aleggia l’antico splendore di un tempo, testimonia il passaggio di grandi artisti come Mozart, Celeste Coltellini e ancora Francesco Ierace che, con le sue opere ha impreziosito gran parte dei saloni e dei giardini ancora oggi meta di turisti alla ricerca di opere d’arte un po’ nascoste. La visita a villa la Fiorita sarà preceduta da un percorso culturale esterno alla “Conocchia” lungo l’antico percorso della salita dello Scudillo, nel sito che attualmente ospita uno dei parchi della città , parco del poggio si trovava ad una quota tale da sovrastare la via. L’imponente struttura, ridotta a stalla, venne distrutta nel 1965 durante gli sbancamenti finalizzati alla realizzazione di un progetto di lottizzazione dell’area poi non portato a termine. Il mausoleo napoletano diede il nome alla zona, ancora oggi si indica la zona come “ncopp a cunocchia

La visita è curata da Associazione Culturale Medea Art cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento.

  • Appuntamento: Domenica 26 febbraio ore 10,30 al negozio “Ovs” in viale Colli Aminei. Durata: 2,30 h circa
  • Contributo: Costo a persona: è di 28 euro, comprensivo di visita guidata e aperitivo. Ogni partecipante sarà dotato di auricolare
  • Organizzazione: Associazione Culturale Medea Art –prenotazione obbligatoria per posti limitati 3404778572
  • Maggiori Informazioni e prenotazioni: obbligatoria Pagina Ufficiale Associazione Culturale Medea Art

Domenica 26 febbraio – Il Complesso Monumentale Vincenziano alla Sanità

Il Complesso Monumentale Vincenziano nasce nel 1669, nell’antico Borgo Vergini di Napoli sui resti del convento trecentesco dei Padri Crociferi, ordine ospedaliero di origine medievale, le cui vestigia sono ancora riconoscibili nell’antica cripta. Nel ‘700 donazioni della nobiltà napoletana, permisero ai Missionari Vincenziani di ampliare il complesso con architetti di spicco come Michelangelo Giustiniani e Luigi Vanvitelli. I Padri, per conseguire la propria missione di evangelizzazione, arricchirono il proprio patrimonio spirituale con molteplici reliquie di martiri, realizzando una Cappella apposita per la loro custodia, la Cappella delle Reliquie, di architettura vanvitelliana, al cui interno è presente un’altra ampolla contenente il sangue di San Gennaro, patrono della città partenopea. Una bella visita che ci permetterà di conoscere la Chiesa, la cui pala d’altare rappresenta San Vincenzo de’ Paoli in gloria di Francesco De Mura e gli ambienti del Complesso visitando il Refettorio, con una straordinaria tela La Cena di Gesù dal ricco fariseo, del pittore napoletano Gerolamo Cenatiempo. Si andrà anche nella Cripta medievale del Convento dei Padri Crociferi e che accoglie la sepoltura la sepoltura della Contessa Brandis di Staremberg, nobildonna del ‘700 importantissima per lo sviluppo architettonico vincenziano.

La visita è a cura di Megaride Art a cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento.

  • Appuntamento: – ore 10,45 ingresso Complesso dei Vincenziani, via Vergini 51 di fronte al famoso Palazzo dello Spagnolo – inizio ore 11, termine ore 12,30-12,45 circa
  • Contributo: 12 euro a persona (Visita e donazione alla Chiesa)
  • OrganizzazioneMegaride Art– Prenotazione obbligatoria sulla pagina ufficiale
  • Maggiori Informazioni:  Pagina ufficiale Megaride Art

Sabato 25 – domenica 26 febbraio – Il Miglio Sacro alla Sanità

© Napoli da Vivere

Una straordinaria passeggiata che si chiama Il Miglio Sacro che ci porterà alla scoperta di luoghi bellissimi che si trovano nel giro di un miglio a partire dalle Catacombe di San Gennaro. Percorrere il Miglio Sacro significa andare alla scoperta delle bellezze del Rione Sanità, quel rione di Napoli dove hanno vissuto popoli diversi e dove un tempo passavano in carrozza papi, re e cardinali. Una visita guidata ed un percorso speciale che ci porterà in ben sei luoghi diversi e straordinari che ci faranno scoprire un altro e bellissimo volto nascosto della città. Si parte alle 9:00 dall’ingresso delle Catacombe di San Gennaro, le grandi Catacombe di Napoli in Via Capodimonte 13 vicino alla Basilica del Buon Consiglio. La passeggiata termina nei pressi di Piazza Cavour dopo aver visitato ben sei straordinari luoghi di Napoli. Il tour dura circa 3 ore e 30 minuti.

Ecco le tappeCatacombe di San Gennaro,, Basilica di San Gennaro extra moenia, Basilica di Santa Maria della Sanità, Cripta delle Catacombe di San Gaudioso (esterno), Basilica di San Severo fuori le mura e Cappella dei Bianchi con visita esclusiva all’opera “Il figlio velato” di Jago, Palazzo Sanfelice e dello Spagnuolo.  Porta San Gennaro, con il dipinto di Mattia Preti da poco restaurato. Il tour termina nei pressi di P.zza Cavour

  • Appuntamento: L’appuntamento è alle ore 9:00 presso la biglietteria delle catacombe di San Gennaro in Via Capodimonte 13, accanto alla basilica del Buon Consiglio.
  • Contributo: € 17 intero /€ 10 per under 18 /€ 14 over 65 /gratis fino a 6 anni..
  • Organizzazione: Catacombe di Napoli – Obbligatoria la prenotazione: 081 744 3714     
  • Maggiori Informazioni Il Miglio Sacro alla Sanità

© Napoli da Vivere 2023 – riproduzione riservata – Questo articolo è un contenuto originale di Napoli da Vivere e pertanto protetto da copyright. La sua copia è vietata e la sua riproduzione anche parziale deve essere autorizzata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top
Send this to a friend