Si può di nuovo visitare il Vesuvio: riapre il cratere del vulcano

sentieri-del-vesuvio.jpg

Ripartono le visite al Cratere del Vesuvio raggiungibile attraverso il sentiero n.5 del Parco Nazionale del Vesuvio quello del Gran Cono. In questi giorni il Vesuvio è pieno di neve e ci mostra uno spettacolo bellissimo. Una passeggiata emozionante da fare in tutta sicurezza.

 

Dal 21 gennaio 2021 sono ripartite le visite al Cratere del Vesuvio che possono essere svolte percorrendo l’agevole sentiero n.5 del Parco Nazionale del Vesuvio. Il Vesuvio è oramai facilmente raggiungibile tramite i comodi sentieri creati dall’Amministrazione del Parco Nazionale del Vesuvio e il sentiero natura n. 5 “Il Gran Conoparte dal Piazzale posto a quota 1000 m s.l.m. nel comune di Ercolano al termine della Strada Provinciale Ercolano-Vesuvio.

Come visitare il Cono del Vesuvio

Nell’area del Piazzale, gestita dal Parco Nazionale del Vesuvio, non è consentito il parcheggio e non sono temporaneamente presenti servizi igienici pubblici. I parcheggi sono lungo la strada e sono gestiti dal Comune di Ercolano. I biglietti sono acquistabili solo in formato elettronico online con prenotazione della fascia oraria ed indicando i propri dati personali e il sentiero, a gennaio e febbraio è aperto dalle 9:00 alle 15:00: a Marzo chiuderà alle 16.

Le visite dovranno svolgersi nel rispetto dei protocolli di sicurezza in atto con contingentamento degli ingressi, tracciamento, gruppi max di 25 persone e obbligo di uso dei dispositivi di sicurezza personale. In caso di condizioni meteorologiche avverse le visite saranno sospese e i biglietti rimborsati per la  fascia oraria di chiusura.

Maggiori informazioni – Parco Nazionale del Vesuvio.

Tante novità dal Parco Nazionale del Vesuvio.

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend