10 mostre da non perdere a Napoli a Dicembre 2015

10-mostre-da-non-perdere-a-Napoli-a-Dicembre-2015.jpg

Tra gli oltre 70 Musei e Siti di interesse culturale che esistono a Napoli a volte è difficile segnalare eventi e mostre che sono tantissime. Poi con l’avvicinarsi del periodo natalizio anche i Musei cittadini, e quelli dei luoghi vicino Napoli, ospitano tante e interessanti mostre. Per non parlare delle importanti gallerie private che esistono in città e che ospitano a volte artisti di rilievo internazionale.

Di seguito abbiamo scelto di segnalarvi 10 mostre, tra quelle che hanno avuto più risalto, affluenza di pubblico o sono piaciute per l’originalità, ma in città e dintorni c’è ne sono molte altre.

I prezzi che vi segnaliamo si riferiscono al biglietto intero ma esistono molte riduzioni o offerte come ad esempio al Madre che prevede l’ingresso gratuito il lunedì o come nei musei statali che prevedono l’ingresso gratuito la prima domenica del mese.

Museo Archeologico Nazionale Napoli – Storage

Museo Archeologico Nazionale Napoli – Storage

Ben 90 importanti sculture di epoca romana sono “uscite” dai depositi sotterranei del MANN, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli e sono state esposte al pubblico in una grande struttura in vetro e plexiglass posta nel giardino anni ’30 del Museo. Le statue erano conservate nei “Depositi Imperatori” del museo e sono sculture di grande interesse per la ricchezza delle opere in esse contenuti. Provengono da vari siti della Campania come il Teatro di Ercolano, il Capitolium di Cuma, dai Campi Flegrei e da Pompei ed alcune di queste sono molto grandi, addirittura colossali. La nuova esposizione si deve ad un progetto chiamato Storage. Prezzo 8 euro (ingresso al MANN). Dettagli: 90 statue esposte al MANN

Palazzo Zevallos Stigliano – Napoli – Il capolavoro di Antonello da Messina 

Palazzo Zevallos Stigliano – Napoli - Il capolavoro di Antonello da Messina

Un arrivo eccezionale a Palazzo Zecallos: il Ritratto d’uomo, il capolavoro di Antonello da Messina sarà in esposizione alle Gallerie di Palazzo Zevallos Stigliano in via Toledo 185 a Napoli, dal 5 dicembre al 10 gennaio 2016, grazie a un prestito eccezionale del Museo Civico d’Arte Antica di Palazzo Madama a Torino. Questo capolavoro assoluto di Antonello da Messina dal titolo Ritratto d’uomo, famosissimo e conosciuto in tutto il mondo, va ad aggiungersi, sia pure temporaneamente alla bellissima collezione del museo che comprende anche l’ultimo capolavoro eseguito dal Caravaggio prima di morire. Ingresso 5 euro ridotto 3 –Dettagli: esposizione a Palazzo Zevallos

Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina – Napoli – Buren, Bagnoli e Leckey

Daniel Buren

Nei tre piani del Madre, il Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina, sono state inaugurate tre mostre di tutto rispetto: Daniel Buren – Axer / désaxer. lavoro in situ, 2015, madre, napoli #2 che rimarrà dal 10 ottobre 2015 al 4 luglio 2016. Marco Bagnoli – la voce. nel giallo faremo una scala o due al bianco invisibile che rimarrà dal 10 ottobre 2015 al 29 febbraio 2016 e Mark Leckey. Desiderata (in media res), che sarà al Madre dal 10 ottobre 2015 al 18 gennaio 2016. Prezzo 7 euro/gratis lunedi. Dettagli: 3 mostre al Madre

PAN il Palazzo delle Arti – Napoli – Mostra fotografica su Pino Daniele

mostra fotografica su pino daniele

80 fotografie e 3-4 ore di video su Pino Daniele del fotografo e amico Alessandro D’Urso saranno in mostra al PAN il Palazzo delle Arti di Napoli in via dei Mille dal 16 ottobre 2015 al 10 gennaio 2016. (inaugurazione 15 ottobre).Tutto materiale inedito prodotto da Alessandro D’Urso dal 1990 al 2008 che ci mostra un Pino Daniele in una “dimensione privata”, attraverso foto scattate dall’amico Alessandro che per quasi 20 anni è stato affianco al grande Pino. Prezzo 6 euro. Dettagli: Pino Daniele in mostra al Pan

Complesso monumentale di San Domenico Maggiore – Napoli – Magna  

Complesso monumentale di San Domenico Maggiore – Napoli – Magna

Fino al 10 gennaio 2016 nel complesso di San Domenico Maggiore si Terrà Magna, un mostra Agroalimentare interattiva sulla gastronomia napoletana. Un invito esplicito a “scoprire la cucina più antica del mondo” per una mostra che viene organizzata per la prima volta in Italia, che è interattiva e in cui sono previsti anche momenti conviviali, con degustazioni di prodotti tipici, ed in cui  verranno svelati tutti i segreti a collegati alla buona gastronomia napoletana, dalla terra al piatto finito. Prezzo 7 euro. DettagliMagna a San Domenico Maggiore 

Reggia di Portici e Palazzo della Provincia – Capolavori della Città Metropolitana

reggia di portici

La ex Provincia di Napoli tra suoi beni possedeva anche tantissimi capolavori dell’arte tra dipinti, sculture e oggetti di tradizione popolare. Tantissime di queste splendide opere  saranno esposte in una mostra ad ingresso gratuito dal titolo “I Capolavori della Città Metropolitana di Napoli” ente che ha preso il posto della ex Provincia di Napoli. Fino al 7 gennaio 2016 la mostra si divide tra due importanti sedi quali la sala Cirillo di Palazzo Matteotti nella omonima piazza a Napoli e la Reggia di Portici sul piano nobile del palazzo, a livello del Museo Herculanense. In esposizione anche tanti capolavori di Palizzi, Migliaro, Girosi, Altamura e di altri grandi artisti che raccontano la storia di Napoli. Ingresso gratuito. Dettagli. Mostra sui capolavori della Provincia di Napoli

Museo Correale – Sorrento  – Il giovane Salvator Rosa a Sorrento

Museo Correale - Sorrento - Il giovane Salvator Rosa a Sorrento

Fino al 31 gennaio 2016 al Museo Correale di Sorrento si terrà una interessante mostra che ricorderà gli anni e i lavori giovanili di Salvator Rosail grande pittore napoletano del seicento. La mostra dal titolo “Il giovane Salvator Rosa. Gli inizi di un grande Maestro del ‘600 europeo”, si tiene a quattrocento anni di distanza dalla nascita di Salvator Rosa, pittore e poeta famoso già in vita, e ne ricorda gli inizi della sua carriera tra  Napoli e Roma. Salvator Rosa fu un eccellente innovatore della pittura di veduta, ed un grande pittore di battaglie, seguendo la tradizione del maestro Aniello Falcone. Prezzo 8 euro. Dettagli:il giovane Salvator Rosa

Anfiteatro – Scavi di Pompei  – Rapiti alla morte 

scavi di pompei

Fino al 10 gennaio 2016 ci sarà nell’anfiteatro di Pompei lo spettacolare itinerario “Rapiti alla morte. I calchi – le fotografie”. “Rapiti dalla morte” è collocata in una particolarissima piramide posta al centro dell’Anfiteatro e fa parte della mostra Pompei e l’Europa. 1748 – 1943 che si tiene tra il Museo Nazionale di Napoli e gli scavi di Pompei. L’esposizione dei calchi degli abitanti di Pompei è di grande suggestione e bellissima. Penetrando nel grande anfiteatro pompeiano si trova questa imponente piramide, collocata al centro dell’arena. Entrandoci ci appaiono gli abitanti di Pompei sospesi nel buio, uomini, donne e bambini, immobili da duemila anni. Prezzo 13 euro. Dettagli: Rapiti dalla morte

Villa Regina – Boscoreale – Pompei e Ercolano, vita all’ombra del Vesuvio

Pompei ed Ercolano, vita all'ombra del Vesuvio

Una interessante mostra virtuale gratuita ricostruisce la vita quotidiana degli abitanti della Campania di 2000 anni fa. “Pompei e Ercolano, vita all’ombra del Vesuvio” è una mostra multimediale che si terrà fino al 25 gennaio 2016 in uno spazio di oltre 450 mq a Villa Regina a Boscoreale, a pochi passi dall’Antiquarium. Ben venti installazioni multimediali ricostruiscono fedelmente il Foro di Pompei, alcune delle grandi domus vesuviane, come quella del Citarista, del Fauno e del Labirinto o le terme del teatro ercolanese  e con loro la vita quotidiana degli antichi abitanti della costa vesuviana. Ingresso gratuito. Dettagli: Mostra vita all’ombra del Vesuvio

CAM Contemporary Art Museum – Casoria – Real Time_ Art from Wales

CAM Contemporary Art Museum – Casoria - Real Time_ Art from Wales

Dall’11 dicembre 2015 al 30 gennaio 2016 al CAM di via Calore a Casoria vicino Napoli si terrà un’interessante mostra dal titolo Real Time: Arte contemporanea dal Galles. L’inaugurazione ci sarà venerdì 11 dicembre 2015 alle ore 19.30.  Per la prima volta in Italia una mostra sull’arte contemporanea gallese. Undici artisti esplorano l’alterazione dei confini dei mondi geografici attraverso il web. La mostra si propone di analizzare il flusso contemporaneo di idee e di comunicazione che sfalsa i livelli di percezione del reale spostando artisti e opere lungo i canali digitali. Lattex, oggetti d’uso quotidiano, improvvisazione musicale, performance, disegno, pittura, fotografia e video sono i linguaggi usati da John Brown, Andrew Smith, Angela Davies, Ant Dickinson, Eli Acheson Elmassry, Finola Gaynor, Jessica Lloyd Jones, Lindsey Colbourne, Mark Eaglen, Neil Powell, Wanda Zyborska che aprono una finestra su una produzione, quella gallese, tutta da godere. info: +39 0817576167

[ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top
Send this to a friend