3 mostre al Madre di Napoli: Buren, Bagnoli e Leckey

Settembre-al-MADRE-visite-guidate-gratuite-per-tutto-il-mese.jpg

Inizia alla grande la nuova stagione autunnale del Museo Madre di Napoli: tre mostre di tre grandi artisti che ribadiscono la centralità del Museo Madre nell’ambito del contemporaneo italiano.

Nei tre piani dell’ottocentesco Palazzo Donnaregina che ospitano il Madre, il Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina, sono state infatti da poco inaugurate tre mostre di tutto rispetto: Daniel Buren – Axer / désaxer. lavoro in situ, 2015, madre, napoli #2 che rimarrà dal 10 ottobre 2015 al 4 luglio 2016. Marco Bagnoli – la voce. nel giallo faremo una scala o due al bianco invisibile che rimarrà dal 10 ottobre 2015 al 29 febbraio 2016 e Mark Leckey. Desiderata (in media res), che sarà al Madre dal 10 ottobre 2015 al 18 gennaio 2016.

Daniel Buren – Axer / désaxer

Daniel Buren

lavoro in situ, 2015, madre, napoli #2 al Madre dal 10 ottobre 2015 al 4 luglio 2016. E’ il secondo dei due lavori commissionati all’artista francese per la prima ricorrenza dei 10 anni del Madre prima ricorrenza decennale del Madre. E’ un opera particolarissima che accoglie il visitatore quando entra al Madre da via Settembrini perché entra davvero «dentro» un’opera d’arte che lo accoglie e lo avvolge, con i suoi mille colori, linee e specchi. Buren è intervenuto sull’architettura dei luoghi facendo letteralmente “entrare” i visitatori nella sua opera d’arte. L’opera segue la prima sua mostra «Come un gioco da bambini» inaugurata nell’aprile 2014 sempre al Madre.

Mark Leckey – Desiderata (in media res)

Mark Leckey - Desiderata

al Madre dal 10 ottobre 2015 al 18 gennaio 2016. Al terzo piano Mark Leckey presenta «Desiderata» che inizia con un enorme Felix, il gatto-fumetto, presentato in un gigantesco pupazzo gonfiabile che invade tutta l’area. Organizzata dal Madre in collaborazione con WIELS, Bruxelles e Haus der Kunst, Monaco di Baviera, la mostra è la prima retrospettiva, e la prima mostra personale in un’istituzione pubblica italiana, dedicata all’artista britannico Mark Leckey. La mostra presenta sia nuove produzioni che una selezione di opere storiche tra sculture, installazioni, performance e video.

Marco Bagnoli – la voce. Nel giallo faremo una scala o due al bianco invisibile

Marco Bagnoli

Al Madre dal 10 ottobre 2015 al 29 febbraio 2016.Nel museo Madre di Napoli,l’intervento di Bagnoli rientra nell’ambito del progetto L’ALBERO DELLA CUCCAGNA. Nutrimenti dell’arte, a cura di Achille Bonito Oliva. Al Madre, l’opera di Bagnoli si sviluppa dall’interno della sala collocata nel secondo cortile del museo, fino a travalicarne il tetto ed espandersi nell’ambiente esterno.  «Voce», è una scala che finisce all’esterno del museo «sfondando» il tetto della sala da cui parte ed in cui è avvolta di opprimente luce rossa. Si raccorda con l’albero della cuccagna attraverso una voce che racconta un menù per un tipico pranzo napoletano.

Tre mostre al Museo Madre: prezzi, orari e date

  • Quando: dal 10 ottobre 2015
  • Orari:Lunedì,Mercoledì,Giovedì,Venerdì,Sabato:10.00- 19.30.Domenica:10.00- 20.00 Chiuso il Martedì
  • Dove: Museo MADRE Via Settembrini 79, Napoli
  • Prezzo biglietto: Intero: € 7.00, Ridotto: € 3.50, Gratuito il lunedì
  • Contatti e informazioni: 081.193.13.016 (lunedì-venerdì, 09:00-18:00; sabato, 09:00-14:00) –

 [ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend