Pizza Fritta a Napoli: 8 locali certificati dall’Associazione Verace Pizza Napoletana

Antica-Pizza-Fritta-di-Zia-Esterina-di-Sorbillo-apre-al-Vomero.jpg

L’AVPN (Associazione Verace Pizza Napoletana) ha messo a punto, in collaborazione con il Dipartimento di Agraria dell’Università di Napoli Federico II, un disciplinare internazionale della Vera Pizza Napoletana dedicato alla pizza fritta assegnando a 8 pizzerie storiche la certificazione

 

 

A Napoli anche per la pizza fritta, come da anni per la pizza tradizionale al forno, troveremo le insegne che certificano che la gustosa pizza fritta è fatta seguendo un preciso disciplinare creato, dall’AVPN (Associazione Verace Pizza Napoletana) assieme al Dipartimento di Agraria dell’Università di Napoli Federico.

E le prime 8 tabelle di certificazione sono state anche assegnate a gennaio 2022 ad altrettante pizzerie storiche della città che già conoscevano tutti per la bontà e la qualità dei loro prodotti.

Gli amanti dello street food saranno contenti di sapere che mangiano un prodotto ottimo e gustoso realizzato seguendo il disciplinare promosso dall’Associazione Verace Pizza Napoletana che già da anni è impegnata nella promozione e nella valorizzazione della Vera Pizza Napoletana.

Un’altra eccellenza del food partenopeo: la pizza fritta

L’AVPN ha aggiunto dunque un’appendice al Disciplinare Internazionale della Vera Pizza Napoletana tutto dedicato alla pizza fritta, che viene descritta nelle sue due varianti di forma tonda e a mezzaluna (calzone), nei suoi ingredienti di base, nella tipicità della stesura e della chiusura ed infine nella tecnica e nelle caratteristiche di frittura.

In questi giorni sono state anche consegnate ufficialmente le prime 8 tabelle di certificazione alle friggitorie che hanno già fatto la storia della pizza fritta a Napoli e che hanno riservato alla pizza fritta un ruolo di pari livello, se non superiore, rispetto a quella al forno.

Il numero delle tabelle assegnate al momento non è casuale ma segue la tradizione napoletana della pizza fritta napoletana, storicamente venduta nei bassi con la formula di “oggi a 8”, ossia la mangio oggi e la pago tra otto giorni.

Pizza Fritta: le prime 8 pizzerie certificate a Napoli

In ordine alfabetico le tabelle di certificazione sono state assegnate a:

La certificazione si inserisce in un contesto di rivalutazione, dal punto di vista scientifico e nutrizionale, della frittura. Il cibo fritto non fa male alla salute se preparato in maniera corretta, se non se ne abusa e se il suo consumo si accompagna ad un pattern alimentare sano e un adeguato livello di attività fisica. A queste condizioni anche due volte a settimana si può cedere al piacere di un buon fritto!”.

Maggiori informazioni – Associazione Verace Pizza Napoletana

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata – Questo articolo è un contenuto originale di Napoli da Vivere e pertanto protetto da copyright. La sua copia è vietata e la sua riproduzione anche parziale deve essere autorizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend