Riapre alle visite la Chiesa di Santa Luciella, dove c’è il teschio con le orecchie

chiesa-di-Santa-Luciella-2.jpg

Riapre anche la piccola chiesa di “Santa Luciella” nel cuore del centro antico che si trova alle spalle della grande chiesa di San Gregorio Armeno e che è stata per secoli custodita dai pipernieri gli artisti che scolpivano le pietre dure

 

 

Riprendono a Napoli le visite guidate in tutta sicurezza in alcuni luoghi particolari e affascinanti della città e riapre anche la piccola chiesa di “Santa Luciella ai Librai” nel cuore del centro antico che si trova a vico Santa Luciella, una strada che collega San Biagio dei Librai a San Gregorio Armeno, alle spalle della grande chiesa di San Gregorio Armeno.

Una chiesa antica fondata nel 1327 da Bartolomeo di Capua, giurista e consigliere di Carlo II d’Angiò e di Roberto I che fondò anche la chiesa di San Maria di Montevergine e commissionò i bellissimi portali gotici per S. Lorenzo Maggiore e S. Domenico Maggiore.

Nel tempo la chiesa di “Santa Luciella” fu presa in custodia dai pipernieri gli artisti che scolpivano le pietre dure e che lavorando con lo scalpello temevano che le schegge, schizzando dalla pietra, potessero conficcarsi negli occhi. I Pipernieri erano devoti a Santa Lucia, la protettrice della vista, e le dedicarono la piccola chiesa.

Restaurata nel XVIII secolo la chiesetta nel 1748 divenne sede dell’Arciconfraternita dell’Immacolata Concezione SS. Gioacchino e Carlo Borromeo. Oggi la Chiesetta di Santa Luciella è anche nota per il famoso teschio con le orecchie, un cranio che presenta ai lati delle protuberanze simili a delle orecchie.

Le visite alla piccola e particolare Chiesa di Santa Luciella ai librai

La chiesa è rimasta chiusa per trentacinque anni dal 1980 per i forti danni causati dal terremoto ed è stata da qualche tempo riaperta dopo il recupero a cura dell’associazione “Respiriamo Arte” grazie a un progetto di crowdfunding e alle donazioni del Pio Monte di Misericordia.

E in questi giorni sono riprese le visite guidate per vedere la chiesetta e l’ipogeo di Santa Luciella, visite possibili a coppie o gruppi familiari di massimo 4 persone accompagnati dalla guida dell’Associazione “Respiriamo Arte” seguendo le normative vigenti con mascherina, distanziamento e tutte le precauzioni necessarie.

Chiesa di Santa Luciella: maggiori informazioni

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend