5 visite guidate da non perdere a Napoli: weekend 16-17 gennaio 2016

5-visite-guidate-da-non-perdere-a-Napoli-weekend-16-17-gennaio-2016.jpg

Tante visite guidate nel weekend con tantissime associazioni che ci propongono interessanti passeggiate per conoscere i posti più belli di Napoli assieme a brave guide e storici dell’arte che ci racconteranno la nostra storia e il grande patrimonio artistico culturale della nostra città.

Questa settimana cinque magnifici incontri tutti a Napoli tra storia e tradizione. Sabato delle splendide chiese nel centro storico, ricche di capolavori, e poi i sotterranei gotici di San Martino con eccezionale visita alla Spezieria monumentale della Certosa. Domenica nel centro antico di Napoli con il bellissimo Pio Monte della Misericordia o il particolare Monastero delle Trentatre, con la clausura nel cuore di Napoli e infine la storia e la tradizione della festa di Sant’Antuono tra S.Antonio Abate e S.Eligio.

Vi ricordiamo inoltre che è l’ultimo weekend per vedere gratuitamente, ma su prenotazione, i sotterranei del Rione Terra di Pozzuoli e che ci sono altri appuntamenti di cui vi abbiamo già parlato in settimana come la simpatica visita guidata nel Museo del Sottosuolo di Napoli con la guida de “’O Munaciello” o alla Sanità, all’ampio e ben conservato tratto dell’Acquedotto Augusteocostruito nel 10 dC o dei nuovi walking Tour, visite guidate alla ricerca dell’eccellenza artigianale napoletana.

Chiedete sempre informazioni e prenotate ai numeri di telefono indicati delle associazioni per avere maggiori dettagli su quanto da loro proposto. Buon fine settimana a tutti.

Sabato 16 gennaio – Splendide Chiese nel centro storico di Napoli

san pietro a majella

Contributo 6 euro. Con Assodipendenti. – Una visita che ci consentirà di scoprire le Chiese di Santa Maria della Mercede e di S. Pietro a Majella. La prima, la chiesa di Santa Maria della Mercede sita in via S. Sebastiano, recentemente riaperta al pubblico, deve la sua origine ad una Pia Associazione, sorta nel 1548, avente come scopo il riscatto dei cristiani presi prigionieri dai musulmani. Rifatta nel 1706 per opera di Ferdinando Sanfelice in questa chiesa Sant’Alfonso Maria de’ Liguori depose ai piedi della Vergine la sua spada da cavaliere dedicandosi da quel momento in poi al sacerdozio. La chiesa di San Pietro a Majella fu costruita intorno agli inizi del XIV sec. da Pipino da Barletta su commissione di Carlo II d’Angiò ed è comunemente detta di “San Pietro a Majella” . Al suo interno opere di più importanti artisti tra cui Mattia Preti, Massimo Stanzione e Cosimo Fanzago, oltre che resti degli originali affreschi trecenteschi. 

Appuntamento Ore 10 a piazza Bellini davanti alle mura greche Ore 10,30: inizio visita guidata Contributo: euro 6 – ragazzi fino a 15 anni di eta’ gratis. Prenotazione Obbligatoria. Assodipendenti telefono 081.6140920 dopo le 17,30 – 3386702541

Sabato 16 gennaio 2016 – I Sotterranei gotici e la Spezieria monumentale della Certosa

certosa di san martino

Contributo: 6 euro + ticket ingresso Museo– Con Locus Iste – La visita ai Sotterranei Gotici della Certosa di San Martino, riaperti di recente e finora inaccessibili al pubblico,  è un viaggio in una Napoli scomparsa: epigrafi, lapidi e sculture che coprono un arco cronologico che va dal Medioevo al Settecento sono raccolte nei suggestivi ambienti sotterranei che erano le antiche fondamenta trecentesche della Certosa, un’opera di portentosa ingegneria definita degna “della grandiosità della Roma imperiale”. Questa visita è un affascinante viaggio di memoria tutta da scoprire, da leggere e da non dimenticare. Speciale Spezieria Certosina: in occasione della visita ai sotterranei gotici, visiteremo anche la Spezieria della Certosa, la farmacia monumentale dei monaci certosini la cui apertura programmata è prevista per le ore 10.30.

Appuntamento: Ore 10,00 Piazzale San Martino presso l’ingresso del Museo Nazionale di San Martino, Durata:  120 minuti,  Contributo organizzativo: 6 euro + ticket ingresso Museo di San Martino.  massimo 24 partecipanti. Prenotazione obbligatoria Locus Iste 3472374210

Domenica 17 Gennaio – Da Caravaggio in poi. Il Pio Monte della Misericordia

Chiesa del Pio Monte della Misericordia

Contributo 7+5 euro. Con Megaride.  «Da Caravaggio in poi … Complesso del Pio Monte della Misericordia» è l’ «incontro culturale Megaride›› previsto per domenica 17.  Fondato, tra gli altri, da Giovan Battista Manso, marchese di Villa, fondatore del Real Monte Manso, il Pio Monte della Misericordia si occupa da secoli dell’attività di assistenza.  Un ‹‹incontro culturale›› che sarà occasione di approfondire quella che è stata la rivoluzione artistica di Caravaggio, in un periodo in cui si lavorava ancora secondo uno stile tardo manierista. Nel contempo, si apprezzerà da vicino, tra gli altri artisti, la versatilità artistica di Francesco De Mura, la delicatezza di Luca Giordano, la raffinata pittura di Battistello Caracciolo.

Appuntamento: ore 10.00, nel cortile del Pio Monte della Misericordia, via Tribunali, n° 253 di fronte a Piazzetta Riario Sforza, nella piazza dove si trova la guglia di San Gennaro. Inizio ore 10.30. È previsto un biglietto di ingresso di € 5 (biglietto per gruppi). Costo per visita guidata: € 7 Costo soci: € 5 Prenotazione obbligatoria: Megaride 3481149647 – 3347474275 – 08119465025

Domenica 17 Gennaio – La clausura nel cuore di napoli: il Monastero delle Trentatre’

Monastero delle Trentatre’

Contributo: 8 euro. Con SireCoop – La visita riguarderà i luoghi legati all’operato della nobildonna catalana Maria Lorenza Longo che, giunta a Napoli nel 1506, lasciò un segno indelebile nel popolo napoletano, fondando prima l’Ospedale degli Incurabili, importante opera di assistenza dedicata ai malati che non avevano la possibilità di pagarsi le cure,  e poi il monastero di clausura delle Monache clarisse cappuccine, tuttora esistente, detto anche Monastero delle Trentatrè, dal numero massimo di monache che poteva ospitare, in ricordo degli anni di Cristo. I partecipanti all’affascinante percorso, ospitati dalle monache di clausura del monastero, saranno condotti da una guida speciale attraverso uno dei luoghi più “remoti” del centro storico di Napoli, tra arte, storia e carità cristiana.La visita si concluderà con un dono goloso gentilmente offerto dalle monache del convento.                                               

Appuntamento: ore 10:00 presso Porta san Gennaro, p.zza Cavour (Na) E’ previsto un contributo organizzativo di 8 euro. Prenotazione obbligatoria entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo partecipanti. info e prenotazioni: SireCoop 392/2863436

Domenica 17 Gennaio – La festa di Sant’Antuono, aperta a cani e porci

Festa di Sant’Antonio Abate a Cicciano (NA)

Contributo: 8 euro. Con Mani e Vulcani – Era un antichissima usanza, portare il giorno 17 gennaio festa di Sant’Antuono, gli animali a benedire, oltre che nella chiesa di Sant’Antonio Abate, anche nella chiesa di Sant’Eligio Maggiore. Mani e Vulcani propone una percorso per “cani e porci”, quindi volendo è possibile partecipare accompagnati anche dai vostri amici a due, quattro e mille zampe. Prenota, incontra i nostri narratori e goditi una visita unica e speciale, come riconoscerli il nostro simbolo è la LANTERNA della conoscenza.

Appuntamento:ore 10.30 esterno chiesa di Sant’Eligio Maggiore. Quota di partecipazione: 8,00 euro. Prenotazione obbligatoria: Mani e Vulcani 081.5643978 – 340.4230980

[ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top
Send this to a friend