4 visite guidate a Napoli: cosa fare nel weekend dal 7 al 10 settembre 2023

Basilica-della-Pietrasanta-LAPIS-Museum-sagrato-fiorito-1.jpeg

Ph Lapis Museum

Sempre tante visite guidate a Napoli e in tutta la Campania con eventi sempre interessanti, per scoprire, assieme ad esperti e guide, i luoghi più belli della nostra terra.

 

 Include contenuto sponsorizzato

Anche per questo weekend dal 7 al 10 settembre 2023, ci saranno delle belle visite guidate nei luoghi più belli di Napoli e della Campania, con passeggiate guidate che ci faranno conoscere i posti più particolari e straordinari della città e dei suoi magnifici dintorni.

Gli eventi sono proposti da associazioni che lavorano da anni sul territorio e che utilizzano brave guide e storici dell’arte per accompagnarci nei posti più belli della nostra terra.

Chiedete sempre informazioni sulle misure specifiche che verranno applicate per rispettare le normative per l’emergenza e prenotate ai numeri di telefono indicati delle associazioni per avere maggiori dettagli su quanto da loro proposto. Buon fine settimana a tutti

Tutti i giorni – Nel centro storico di Napoli lo straordinario percorso del decumano sotterraneo

Ph Lapis Museum

Contenuto sponsorizzato

Il percorso sotterraneo del LAPIS Museum è un’esperienza culturale unica e affascinante. Archiviate le vacanze estive, sono in tanti che scelgono di soggiornare a Napoli anche durante queste calde giornate settembrine. Il LAPIS Museum, con il suo Museo dell’Acqua e il Decumano Sommerso, racconta la storia millenaria di Napoli attraverso un patrimonio stratigrafico e archeologico straordinario. Questo percorso si trova nelle fondamenta della Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta, nel cuore del centro storico di Napoli, sui resti, secondo alcuni studi, dell’antico tempio della dea Diana divenuto a sua volta basilica paleocristiana e prima chiesa in città dedicata al culto della Vergine.Il percorso sotterraneo permette una discesa di quasi 40 metri e di ammirare le testimonianze delle diverse epoche che qui si sono succedute: dai greci, che hanno scavato le suggestive cisterne, ai romani che ne hanno fanno un sofisticato impianto acquedottistico. Il LAPIS Museum è aperto al pubblico tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 20.00, ed è possibile visitarlo con quattro turni di accesso giornalieri nel weekend: 10.30 – 12.30 – 16.30 – 18.30 ai quali si aggiungono due ulteriori accessi dal lunedì al venerdì alle ore 13.30 e alle ore 15.30.Un viaggio nel tempo che porta alla scoperta delle radici e delle trasformazioni di Napoli in un modo originale e coinvolgente.La prenotazione, soprattutto durante i weekend, ponti e festivi, è fortemente consigliata. È possibile farlo senza alcun costo di prevendita al numero 08119230565 dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 14.00, ma sempre raggiungibile con il servizio di messaggi WhatsApp, oppure alla mail info@lapismuseum.com, indicando il nome, il numero di persone, il giorno e l’orario di preferenza. E per chi desidera acquistare direttamente on-line, è possibile farlo senza costi di prevendita sul sito ufficiale senza costi di prevendita

Le visite sono a cura di Lapis Museum a cui si potranno chiedere tutte le informazioni.

  • Appuntamento: tutti i giorni – aperto dalle 10.00 alle 20.00, i turni di visita accompagnati sono quattro: 10.30 – 12.30 – 16.30 – 18.30. durante i quali è possibile ammirare e scoprire una Napoli inedita e sorprendente. per il weekend, festivi e ponti è raccomandata la prenotazione.
  • Contributo: Visita normale con Ticket intero 10 euro x visita accompagnata in gruppo. Possibili sconti famiglia, gruppi e altre riduzioni.
  • OrganizzazioneLapis MuseumPrenotazione consigliata – Consigliate scarpe comode e un coprispalle per le cavità – info e prenotazioni +39 081 192 30 565 – dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 14.00 (servizio WhatsApp sul numero sempre attivo) prenotazioni anche via mail indicando nome, il numero di persone, il giorno e l’orario di preferenza.info@lapismuseum.com Lapis Museum sito ufficiale    
  • Maggiori Informazioni:  Museo dell’Acqua e Decumano sotterraneo

Sabato 9 settembre – Bussate alle porte del Lago d’Averno

Sulle sponde del lago d’Averno, immersi nel verde lussureggiante dei vigneti si esplorerà il luogo considerato la Porta degli Inferi dagli antichi. Il lago senza uccelli, circondato da colline che evocano ancora oggi il ricordo dei racconti legati ad Ulisse e ad Enea, ricordano la presenza mitologica della Sibilla, sacerdotessa del dio Apollo dotata di poteri divinatori. La vista guidata sarà accompagnata da un aperitivo in vigna al ristorante L’incanto dell’Averno.

La visita è curata Gruppo Archeologico Campi Flegrei cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento.

  • Appuntamento: Lago D’Averno ore 19 Durata: 1 h 30 min
  • Contributo: 15 euro a persona + Parcheggio Via Italia snc Pozzuoli (NA)
  • OrganizzazioneGruppo Archeologico Campi Flegrei – prenotazione obbligatoria contattare su whatsapp il 3888352036 indicando nominativo e numero di partecipanti.
  • Maggiori Informazioni:  Gruppo Archeologico Campi Flegrei

Sabato 9 e domenica 10 settembre – Tramonti d’Estate al Pausilypon

Tornano i Tramonti d’Estate al Parco Archeologico Ambientale del Pausilypon!. Anche per tutti i weekend di settembre 2023 una speciale visita guidata al tramonto per ammirare le bellezze archeologiche e naturalistiche del Parco, illuminate dalla luce dorata del sole che cala sui Campi Flegrei. Il tour inizia dalla Grotta di Seiano, un traforo artificiale di epoca romana lungo 770 metri, che attraversa tutta la collina di Posillipo, fino a sbucare tra i resti dell’antica Villa di Publio Vedio Pollione, uno dei primi esempi di costruzione rispettosa e perfettamente integrata con la natura circostante, che ancora oggi, soprattutto in estate, esplode rigogliosa in tutta la sua bellezza. Durante la visita è possibile ammirare i resti del Teatro Romano e dell’Odeion e il suggestivo panorama della Baia Trentaremi e dell’intero golfo di Napoli, guidati dalle esperte del Centro Studi Interdisciplinari Gaiola Onlus.

La visita è curata Centro Studi Interdisciplinari Gaiola Onlus cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento.

  • Appuntamento: Discesa Coroglio 36 (ingresso Grotta di Seiano); Ora di inizio: 18:00 (Settembre) – Ora di fine 19:30
  • Contributo: 10€/adulti, 7€ dai 6 ai 14 anni; gratuito sotto i 6 anni;
  • OrganizzazioneCentro Studi Interdisciplinari Gaiola Onlus – prenotazione obbligatoria sul sito ufficiale
  • Maggiori Informazioni:  Centro Studi Interdisciplinari Gaiola Onlus

Sabato 9 settembre – Alla scoperta della Chiesa di Santa Maria della Pietà dei Turchini

Chiesa Pietà dei Turchini Megaride 1

La Chiesa di Santa Maria della Pietà dei Turchini è una chiesa straordinaria, un vero capolavoro, che raccoglie opere di inestimabile valore dei grandi esponenti del Seicento e del Settecento napoletano. Le cappelle sono infatti decorate con affreschi o dipinti dei grandi artisti di quel periodo, un vero scrigno celato con opere di Luca Giordano, Battistello Caracciolo e Andrea Vaccaro e poi Belisario Corenzio, Andrea Molinaro, Filippo Vitale, Paolo De Matteis e altri grandi del periodo. Una chiesa voluta nel 1573 dalla Congregazione dei Bianchi dell’Oratorio che iniziò in quel periodo ad accogliere bambini abbandonati in un Orfanotrofio a Rua Catalana. A questi fanciulli veniva anche insegnata musica e canto e col tempo l’orfanotrofio diventò uno dei primi e più importanti conservatori della città, fulcro della grande scuola musicale napoletana e dove si formeranno, tra i tanti grandi musicisti come Alessandro Scarlatti, Gian Battista Pergolesi e Giovanni Paisiello

La visita è a cura di Megaride Art a cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento

  • Appuntamento: – ore 10,30 ingresso Chiesa di Santa Maria della Pietà dei Turchini
  • Contributo: 12 euro a persona – prevista una donazione per il mantenimento della chiesa
  • OrganizzazioneMegaride Art – Prenotazione obbligatoria sul sito ufficiale
  • Maggiori InformazioniPagina ufficiale Megaride Art

© Napoli da Vivere 2023 – riproduzione riservata – Questo articolo è un contenuto originale di Napoli da Vivere e pertanto protetto da copyright. La sua copia è vietata e la sua riproduzione anche parziale deve essere autorizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top
Send this to a friend