Nella Reggia di Caserta il restauro dei letti dei Re Francesco II di Borbone e Gioacchino Murat

restauro-letti-dei-re-a-caserta-letto-di-francesco-II.jpg

In questo periodo di fermo forzato delle visite del pubblico nella Reggia di Caserta proseguono gli interventi di manutenzione e restauro del grande palazzo reale, la Versailles italiana. E oltre ai cortili, ai tetti, allo Scalone reale, agli Appartamenti storici e alle serre del Giardino Inglese si sta provvedendo anche al restauro dei letti di due sovrani che hanno regnato da Caserta, Gioacchino Murat e Francesco II di Borbone

 

 

Alla Reggia di Caserta si stanno effettuando, in questo periodo di chiusura al pubblico, vari restauri tra cui quelli delle camere da letto di due grandi sovrani che hanno abitato nella Versailles italiana Gioacchino Murat e Francesco II di Borbone, lavori che stanno riportando alla luce il fascino delle grandi manifatture dell’epoca.

I lavori vengono effettuati nell’ala dell’Ottocento degli Appartamenti Reali e hanno consentito anche di scoprire luoghi inaccessibili e particolari come la saletta del “calapranzo” dei Borbone. Gli ultimi lavori stanno riguardando i letti dei sovrani Francesco II di Borbone e di Gioacchino Murat.

Acquista i biglietti per visitare la Reggia di Caserta su Ticketone.

Due letti diversi per due grandi sovrani

Il letto di Francesco II di Borbone è un letto “en bateau” di legno mogano a doppia testata culminante con quattro busti raffiguranti Pallade e Marte.

Naturalmente anche le due spalliere sono ornate con figure alate e fregi in ottone mentre agli angoli, su di un piccolo piedistallo, ci sono quattro leoni alati. Il letto è su un baldacchino con una pedana e un padiglione intagliato e dorato, terminante con una corona da cui discende un cortinaggio di raso avorio. La sovrastruttura in legno intagliata è ornata di stoffe. Il letto fu costruito durante i primi anni dell’Ottocento.

Anche il letto di Gioacchino Murat è in legno di mogano e presenta una ricca decorazione con fregi di legno dorato raffiguranti elmi, lance, spade e teste leonine solo da un lato del letto. Ben quattro picche mantengono il baldacchino, da cui discende un cortinaggio di raso avorio e blu frangiato.

I tessuti sono in pessimo stato di conservazione e saranno sottoposti a particolari test prima della pulitura di macchie localizzate e al consolidamento delle lacune nelle trame e negli orditi. Per entrambi i letti si procederà anche al restauro delle parti lignee con la disinfestazione da attacchi xilofagi ed al conseguente consolidamento.

Entrambe le camere da letto conclusi i lavori, torneranno ad essere parte del percorso museale degli Appartamenti Reali.

Vedi anche – restaurati 5 quadri nella Reggia di Caserta

Maggiori informazioni – Reggia di Caserta 

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend