Ricetta Casatiello – Cucina Napoletana

casatiello-napoletano.jpg

E’ uno dei fiori all’occhiello della tradizione culinaria napoletana è il buonissimo casatiello. Vediamo come si prepara.

 

La ricetta tipica di Pasqua rappresenta uno dei fiori all’occhiello della tradizione culinaria napoletana, ossia il celeberrimo casatiello. Si tratta di un rustico tipicamente pasquale, infatti in tutta la regione è pressoché d’obbligo inserirlo nei menù a Pasqua e a Pasquetta; tuttavia possiamo assicurare che il suo sapore è irresistibile in qualunque giorno dell’anno, quindi perché aspettare per gustarlo?


Ingredienti

  • 1 kg di farina 00
  • 500 ml di acqua
  • 25 gr di lievito di birra
  • 250 gr di strutto
  • 400 gr di misto di salumi
  • 400 gr di formaggio tagliato a dadini (provolone o fontina)
  • 100 gr di pecorino
  • 4 uova
  • sale
  • pepe

casatiello

Preparazione

Disponete la farina a fontana su una spianatoia. Sciogliete il lievito in acqua tiepida e aggiungetelo lentamente alla farina. Iniziate ad impastare energicamente; quindi aggiungete un po’ alla volta la sugna facendo amalgamare bene l’impasto. Aggiungete poco sale e  una bella manciata di pepe. Lavorate a lungo l’impasto aggiungendo man mano la sugna e il pecorino. Formate una palla con l’impasto, disponetelo su una spianatoia e fatelo lievitare per circa un’ora.

Stendete l’impasto su una spianatoia infarinata mantenendo uno spessore di 1 cm circa. (Lasciate da parte un pò di pasta per le striscioline). Disponete su tutta la superficie della pasta  il ripieno (gli affettati e i formaggi tagliati a dadini), spolverate con il pecorino. Arrotolate con delicatezza il più strettamente possibile. Ungete uno stampo rotondo con abbondante strutto e disponetevi il rotolo di pasta a ciambella, unendone bene le estremità.

Fate dei buchi ad intervalli regolari e disponetevi dentro le uova crude lavate e asciugate, poi fermatele con delle striscioline incrociate fatte con la pasta che avete tenuto da parte. Ungete il casatiello con lo strutto su tutta la sua superficie e fatelo lievitare per tutta la notte ( per velocizzare i tempi potete farlo crescere per 3 ore in un luogo caldo coperto con un canovaccio).

Lasciate cuocere nel forno preriscaldato a 160° per un’ora circa. Sfornate, tagliate il casatiello a fette e servite.

N.B.: Il casatiello può essere servito sia caldo che freddo, a seconda dei gusti.

Si tende spesso a confondere questo rustico con un altro simile, il tortano: in effetti la preparazione dei due è identica, la differenza è che nel tortano le uova non vanno poste crude sulla sommità, ma vanno cotte fino a farle diventare sode, tagliate a pezzetti e mescolate all’impasto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend