Da Scugnizzi a Marinaretti: mostra gratuita nell’ex Base Nato di Bagnoli

Da-scugnizzi-a-marinaretti-Nave-asilo-“Caracciolo”.jpg

Quella che fu un’eccellenza della città di Napoli: la Nave asilo “Caracciolo” e di Giulia Civita Franceschi che fu chiamata la Montessori del mare. Una bella occasione anche per conoscere il Parco S. Laise un grande spazio pubblico all’interno della grande ex area Nato di Bagnoli

 

Una interessante mostra foto-documentaria gratuita sarà visibile fino ad ottobre nel Parco S. Laise (ex area Nato di Bagnoli), un’area che si pone sempre più all’attenzione come polo di aggregazione della città di Napoli.

La mostra dal titolo “Da scugnizzi a marinaretti. L’esperienza della Nave asilo Caracciolo 1913-1928″ ci racconta, attraverso fonti d’archivio con foto e documenti originali, il particolare esperimento educativo che ebbe luogo a Napoli tra il 1913 e il 1928 al fine di recuperare a una vita sana i cosiddetti scugnizzi, bambini e ragazzi di strada esposti a ogni tipo di rischio.

I ragazzi furono avviati alla carriera di marinai su una particolare nave scuola e artefice del progetto e direttrice della Nave asilo “Caracciolo” fu Giulia Civita Franceschi (1870-1957), che fu chiamata la Montessori del mare.

La Franceschi riuscì a recuperare circa 750 bambini e ragazzi abbandonati dandogli una “seconda nascita” ma l’esperimento fu interrotto dal regime fascista, nel 1928, quando la Nave passò sotto la direzione dell’Opera Nazionale Balilla e la sua direttrice ne fu allontanata.

La mostra a Napoli negli spazi del Collegio “Costanzo Ciano” poi divenuto base Nato

Da scugnizzi a marinaretti: l’esperienza della Nave asilo “Caracciolo” 1913-1928, è stata inaugurata a luglio dalla Fondazione Banco Napoli per l’Assistenza all’Infanzia e la Fondazione Thetys-Museo del Mare di Napoli ed è stata curata da Antonio Mussari e Maria Antonietta Selvaggio.

Nave asilo Caracciolo

La mostra viene proposta al pubblico negli spazi del Collegio “Costanzo Ciano” (poi divenuto base Nato) e ci mostra un’esperienza educativa d’avanguardia che era del tutto incompatibile con il successivo intervento del regime che inquadrò militarmente la gioventù a scopo di consenso realizzando nel collegio Ciano un’opera destinata alla reclusione e alla irreggimentazione dei “figli del popolo di Napoli”.

Interessanti oltre alle foto originali d’epoca anche i documenti che mostrano la particolare organizzazione del percorso educativo e professionalizzante offerto ai “caracciolini” al fine di integrarli completamente nella società, sviluppandone le capacità e rispettando le attitudini di ciascuno di loro.

Da scugnizzi a marinaretti: prezzi, orari e date

  • Quando: fino al 15 ottobre 2020.
  • Orari e giorni di apertura: (chiedere le aperture 081 7511994)
  • Dove: spazi del Collegio “Costanzo Ciano” ex-base  Nato Bagnoli Napoli
  • Prezzo biglietto: Ingresso gratuito, regolamentato secondo le norme anti-Covid.
  • Contatti e informazioni: Fondazione Banco di Napoli per l’ Assistenza all’infanzia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend