Archivio di Stato a Napoli: apertura straordinaria e Gratuita

Archivio-di-Stato-a-Napoli-apertura-straordinaria-e-Gratuita.jpg

Visita al Grande Archivio di Stato di Napoli sito a due passi da Spaccanapoli. Un luogo ricco di storia e di tesori con chiostri con i dipinti di Antonio Solario

 

Domenica 14 ottobre 2018, in occasione delle Domenica di carta 2018, l’Archivio di Stato di Napoli sarà aperto al pubblico gratuitamente dalle ore 9:00 fino alle ore 12:00.

Un’occasione eccezionale per conoscere uno dei posti più belli di Napoli alla riscoperta dell’antico monastero benedettino dei Santi Severino e Sossio, uno dei più grandi e ricchi istituti religiosi di Napoli trasformato nel 1845 in sede dell’Archivio Generale del Regno.

La visita consentirà di ammirare il primo piano del Monastero con la zona musealizzata dell’Archivio, cuore della vita dell’Istituto. Il percorso si snoderà lungo il “Piano degli Atri” mostrandoci tante rarità custodite.

In Sala Tasso si vedrà il Codice di Santa Marta, raccolta di stemmi di re e regine e nobili iscritti, tra il 1400 e il 1600, alla prestigiosa confraternita, Collegium Disciplinatorum Sanctae Marthae, mentre nella Sala Catasti si ammireranno gli affreschi seicenteschi di Belisario Corenzio.

Archivio di Stato a Napoli-

Si vedrà anche parte del famoso “catasto onciario”, voluto da Carlo di Borbone importantissimo per la ricostruzione della storia economica e sociale dell’Italia meridionale nel XVIII secolo. Si potrà visitare anche l’Atrio del Platano, con gli affreschi con le storie di San Bernardo opera di Antonio Solario detto “lo Zingaro”.

Nella Sala Filangieri, un tempo refettorio dei monaci, dove conosceranno i fondi archivistici dell’archivio e si potrà ammirare la mostra “Le Reali Scuole di ballo del Teatro di San Carlo di Napoli”. Ci sarà anche la possibilità di ammirare un nuovo percorso di visita, con i documenti relativi all’antica Corporazione dell’Arte della Seta, istituita nel 1477 per volontà di Ferrante d’Aragona.

Le visite continuano alla chiesa dei Santi Filippo e Giacomo

Dopo la visita ai documenti relativi all’antica Corporazione dell’Arte della Seta, nell’Archivio di Stato chi lo desidera, con un piccolo contributo, potrà prenotare una visita integrata comprendente anche il vicino complesso dei Santi Filippo e Giacomo (in via San Biagio dei Librai), già sede della corporazione.

La visita è a cura dell’Associazione culturale “Respiriamo Arte” e il contributo andrà in parte a finanziare il restauro dell’archivio dell’Arte della Seta. L’archivio di Stato è a Napoli in Piazzetta Grande Archivio, n. 5 a Spaccanapoli.

Archivio di Stato: informazioni visita 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top
Send this to a friend