4 Visite Guidate a Napoli: cose da fare nel weekend 10 – 11 marzo 2018

salvator-dali-1.jpg

Sempre tante visite guidate nei luoghi più belli di Napoli, in particolare nei weekend,  con appuntamenti che ci faranno scoprire i posti più particolari e straordinari della città. In questo week end quattro eventi particolari a cominciare da una visita guidata esclusiva alla nuovissima mostra Io Dalì al Pan di Napoli. I lettori di Napoli da Vivere potranno parteciparvi con un prezzo scontato. Poi le altre visite in città con un particolare tour in città al Monte Echia scoprendo le bellezze del quartiere, e un particolare giro nell’infrascata un luogo molto caratteristico della città. L’ultima visita fuori città al meraviglioso parco archeologico di Cuma, dove è nata la nostra civiltà.

Gli eventi sono in genere proposti da associazioni che lavorano da anni sul territorio e che utilizzano brave guide e storici dell’arte per accompagnarci nei posti più belli della nostra terra. Chiedete sempre informazioni e prenotate ai numeri di telefono indicati delle associazioni per avere maggiori dettagli su quanto da loro presentato. Molte associazioni effettuano più visite guidate nei weekend e telefonando potete chiedere informazioni su altri itinerari. Buon fine settimana a tutti.

Sabato 10 marzo – “Io Dalì” al Pan di Napoli: visite guidate esclusive

Contributo 14 euro. Con Megaride art.  Megaride art propone per i lettori di Napoli da Vivere una visita guidata esclusive per Sabato 10 Marzo 2018 alla mostra Io Dalì su Salvador Dalí a Napoli presso il PAN – Palazzo delle Arti di Napoli, in via dei mille 60. Una mostra eccezionale che illustra perfettamente come il geniale pittore spagnolo, sia stato un precursore dei tempi, un pioniere dell’arte del nuovo millennio; Dalì percepisce, prima di molti altri, l’importanza della cultura di massa trasformandola  in una piattaforma di promozione della propria opera, il palcoscenico dove poter declamare il proprio io, la propria personalità all’interno di un circuito di massa.

Appuntamento : Ingresso del PAN, via dei Mille, 60 Sabato 10 Marzo 2018 appuntamento ore 16:30 inizio visita 17:00. Per i “Lettori di Napoli Da Vivere” è stato previsto un costo ridotto: di € 14, costo solitamente riservato ai Soci, in possesso di Fidelity Card Megaride, anziché € 16. Il costo comprende biglietto di ingresso alla Mostra, visita guidata, servizio whisper. I posti sono limitati. La prenotazione è obbligatoria ed è possibile partecipare registrandosi sul sito. 

Sabato 10 Marzo – Tour del Monte Echia con aperitivo time

Contributo 15 euro. Con Assodipendenti. Una visita guidata alla scoperta delle meraviglie del quartiere San Ferdinando con una passeggiata attraverso le strade che salgono al Monte Echia. Si parte da Piazza Carolina e attraverso Via Gennaro Serra si giunge a Santa Maria degli Angeli a Pizzofalcone. Si prosegue lungo via Monte di Dio con una sosta a viale Calascione per conoscere il significato di questo nome così particolare da andare a vedere l’antico accesso che i pescatori usavano direttamente dal mare per salire a Pizzofalcone. Segue Palazzo Serra di Cassano, che fu teatro di una delle pagine di cronaca più famose della Napoli di fine 1700. Infatti il portone storico del palazzo, che collega direttamente l’edificio che affaccia su via Egiziaca con il cortile ottagonale interno, venne chiuso nel 1799 in segno di lutto e di protesta per il figlio del principe Serra di Cassano, Gennaro Serra di Cassano, giustiziato in seguito ai fatti della Repubblica napoletana del 1799 nei quali il giovane nobile fu dichiarato partecipante alla rivoluzione. Pertanto, dopo la chiusura dell’antico ingresso che dà sul palazzo reale di Napoli, l’attuale accesso al palazzo è posto nella parte posteriore dello stesso, su via Monte di Dio. Il tour prosegue passando nei pressi della caserma Nino Bixio e si va verso il Monte Echia con i suggestivi resti della leggendaria villa di Lucullo. L’ultima parte del tour prevede una ulteriore tappa presso Villa Ebe e le rampe Lemont-Young che permettono di scendere fino al lungomare e a Castel dell’Ovo. Al termine  della visita guidata è previsto un sostanzioso aperitivo time servito  a tavolino presso un noto caffè nei pressi di Santa Lucia.

Appuntamento: Presso Piazza Carolina. ore 10,00. Inizio visita guidata ore 10,15. Durata della visita guidata: 90 min. circa. Contributo associativo: soci  euro 13 – non soci euro 15. Informazioni e prenotazione obbligatoria. Assodipendenti  338 6702541

Domenica 11 Marzo – Dall’ Infrascata al Limpiano

Contributo 8 euro. Con Locus Iste. Una interessante visita che ci porta fuori delle mura della città nella zona che nel ‘400 veniva chiamata Limpiano, forse per una presunta dedicazione a Giove Olimpio, un’area ampia e porosa che in seguito, a partire dal XVI secolo, fu bucherellata come un groviera perché il viceré Pedro de Toledo vietò con una prammatica di cavare il tufo nella cerchia muraria cittadina. Comincia così una storia di escavazione e di riedificazione di palazzi nobiliari che sorgono a ridosso del centro antico, nella parte occidentale, beneficiando così di spazio e aria salutare. Lo stesso avviene per molti ordini monastici e conventuali che cominciarono a costruire a ridosso delle mura urbiche le proprie cittadelle, come il monastero di San Potito che incroceremo lungo la strada sul promontorio della cosiddetta Costigliola. Oggi nobili palazzi e silenziosi conventi scompaiono fagocitati dalle trasformazioni imposte da una città che cresce su se stessa e così cominciamo il nostro viaggio esplorativo alla scoperta di quel che Napoli distrugge e crea: una residenza di caccia aragonese, la Conigliera, voluta da re Alfonso II, inglobata in un palazzo nobiliare del XVI secolo; una imponente cava di tufo, comparsa di recente nella fiction dei Bastardi di Pizzofalcone e infine – sembra incredibile – rintracceremo anche un breve tratto dell’ Acquedotto del Serino del I sec. d.C. Un viaggio dall’Infrascata al Limpiano per recuperare la memoria di luoghi sconosciuti, quelli della Napoli che non ti aspetti.

Appuntamento: Piazza Mazzini ore 10.15, Quota sociale: 8 euro, durata: 120 minuti circa. Il tempo stabilito per l’accoglienza e le pratiche associative è di 15 minuti. L’itinerario avrà inizio subito dopo. Informazioni e prenotazione obbligatoria Locus Iste 3472374210 

Domenica 11 Marzo – I Misteri della Sibilla: visita al parco archeologico di Cuma

Contributo euro 7 + 4 ingresso sito. Con SireCoop. Una bella visita guidata al Parco Archeologico dell’antica Cuma, la prima colonia greca di Occidente fondata nella seconda metà dell’VIII secolo a.C. Oltre all’acropoli, dove sono visitabili i due grandi templi di Apollo e di Giove, testimoni della fase greca, visiteremo l’Antro della Sibilla, nuovamente fruibile dopo anni di chiusura per problemi di sicurezza. Monumento più celebre di Cuma, considerata in età romana un luogo sacro, l’antro era sede secondo la tradizione della Sacedotessa di Apollo. Da Cuma si facevano derivare gli omonimi Libri, contenenti le profezie che i più alti magistrati dello stato romano consultavano nei giorni più difficili della repubblica; e da qui si facevano venire le sacerdotesse del culto di Demetra-Cerere. Visibili dall’acropoli sono anche i resti della città bassa, con i Templi italici del Foro, i ruderi di un edificio termale detto “Masseria del Gigante”; l’anfiteatro nonché l’Arco Felice, impiantato sul valico che fu aperto nel monte Grillo, confine orientale della città antica, per il passaggio della antica via Domitiana.

Appuntamento: 10:30 presso l’ingresso degli Scavi di Cuma, Via Monte di Cuma 3, Bacoli. 12:30 – Fine della visita guidata. Contributo organizzativo: euro 7,00 o euro 6,00 se soci. Da aggiungere il biglietto d’ingresso al sito (euro 4,00). Informazioni e prenotazione obbligatoria  Sirecoop 392/2863436.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top