Albero di Natale Blu di Mimmo Palladino ai Quartieri Spagnoli di Napoli

Albero-di-Natale-Blu-ai-Quartieri-Spagnoli-di-Napoli-.jpg

A Napoli questo Natale 2016 c’è anche un altro albero che merita l’”onore” della cronaca. Dopo l’Albero di 40 metri sul lungomare un bell’albero blu è stato montato  ai Quartieri Spagnoli di Napoli ed è un’opera eccellente perché è stata progettata da Mimmo Palladino, artista internazionale, e tra i principali esponenti della Transavanguardia, movimento di livello artistico fondato da Achille Bonito Oliva nel 1980 . Mimmo Palladino è noto ai napoletani per la sua Montagna di Sale, una di quelle opere d’arte moderne che “riempivano” Piazza Plebiscito nelle feste di Natale di tanti anni fa. La montagna di sale di Palladino fu esposta nel 1995 in Piazza del Plebiscito a Napoli e poi nel 2011 in piazza Duomo a Milano in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

Ed ora un Albero blu di Palladino, di cui già parla tutto il mondo, è installato ai quartieri Spagnoli di Napoli. Un altro albero particolare quasi con obelisco,un albero con i numeri del tempo che scorre e con i suoni (veri) dei vicoli, delle piazze e della gente di Napoli. Un albero unico al mondo che sarà ai Quartieri Spagnoli di Napoli simbolo della rinascita della zona .

«Ho perso il conto»: L’albero blu mare dei Quartieri Spagnoli

L’albero blu è stato montato nel cuore dei Quartieri Spagnoli nel cortile dell’ex convento di Montecalvario sede del progetto Foqus, un bell’esempio di rigenerazione urbana. L’albero è alto 25 metri ed è una “scultura sonora e parlante” piena di numeri danzanti ed è stata creata da Mimmo Paladino per Foqus, la Fondazione che sta lavorando per cambiare i Quartieri Spagnoli. L’albero blu si ispira ad un altra opera di Mimmo Palladino e precisamente all’Albero della Cuccagna esposto a Lecce.

Foqus al Quartieri Spagnoli

Foqus è una fondazione che si trova in via Portacarrese a Montecalvario 69, un progetto sociale per la rinascita dei Quartieri. Ha realizzato il primo nido dei Quartieri e gestisce una scuola frequentata dai ragazzi “difficili” della zona ma anche l’orchestra dei ragazzi dei Quartieri e tante altre iniziative. Tra queste l’Università per adulti, un’agenzia fotografica, un incubatore di start up, e progetti per i ragazzi e la gente della zona come quello di sostegno per 34 ragazzi e adolescenti disabili che trascorrono da Foqus ben 12 ore al giorno.

L’albero blu di Palladino resterà nel cortile per un mese e poi sarà spostato in altro luogo della sede di Foqus.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top
Send this to a friend