5 visite guidate a Napoli: weekend 9-10 aprile 2016

visite-guidate-a-napoli-9-10-aprile-2016.jpg

Weekend sempre interessanti per le visite guidate a Napoli con eventi scelti tra i tanti che ci propongono le varie associazioni che lavorano sul territorio.

Questa settimana tutti appuntamenti in città con il museo del Corallo nella centralissima galleria Umberto I, un gioiello conosciuto da pochi, e poi, sempre sabato, una bellissima passeggiata nella riserva naturale degli Astroni o per le strade antiche del Vomero alla scoperta di un quartiere moderno ma di antiche tradizioni. Domenica si apriranno i portoni dei palazzi più belli del centro storico con tutte le loro storie e leggende e poi, sempre nel centro, un percorso un pò esoterico tra arte, scorci di vicoli, miti e leggende, tramandati da generazione in generazione.

Vi ricordiamo che è anche possibile fare una interessante visita guidata nel Museo del Sottosuolo di Napoli con la guida de “’O Munaciello” o un’altra alla Sanità, all’ampio e ben conservato tratto dell’Acquedotto Augusteocostruito nel 10 dC.

Chiedete sempre informazioni e prenotate ai numeri di telefono indicati delle associazioni per avere maggiori dettagli su quanto da loro proposto. Buon fine settimana a tutti.

Sabato 9 Aprile – Nell’Artigianato che diventa Arte. Museo del Corallo

museo del corallo napoli

Contributo 6/8 euro. con Megaride. Tra le varie realtà artigianali presenti a Napoli un ruolo notevole ha avuto la lavorazione del corallo. La più antica manifattura della lavorazione artistica del corallo, del cammeo, della madreperla, delle pietre dure e dei metalli preziosi è la ditta Ascione il cui museo, inserito in uno dei luoghi più belli e prestigiosi di Napoli, la Galleria Umberto I, nasce dalla volontà di ripercorrere la storia dell’azienda attraverso l’esposizione di documenti originali e delle più significative creazioni dall’Ottocento fino al contemporaneo. Il Museo del Corallo si configura così come la forza di una tradizione maturata nel solco di una continuità familiare solida e mai interrotta. La visita al Museo sarà preceduta da un’analisi della Galleria Umberto I nel segno di un’analisi storico-artistica tra arti, mestieri e contesti territoriali ed urbanistici.

Appuntamento: ore 16.45 a via Toledo, presso piazzetta Augusteo, lato negozio Tezenis. Costo per soci Megaride: € 6 Costo non soci: € 8. Informazioni e prenotazione obbligatoria Megaride : 3481149647

Sabato 9 Aprile – Alla scoperta del Vomero, la terra dei broccoli!

Notte Bianca delle Libro 2015 a Napoli vomero

Contributo 10 euro Con Le Capere. Alla scoperta del Vomero, la terra dei broccoli è una visita guidata organizzata dall’associazione Le Capere, donne che raccontano Napoli. Si andrà al Vomero tra le ville liberty fino ad una delle più antiche case cinematografiche italiane, dalla Masseria Pagliarone, famosa per il suo ruolo durante le quattro giornate di Napoli, all’antica zona di Antignano con il suo mercato ortofrutticolo. Sempre più quartiere dello shopping e della movida serale, il Vomero è in realtà tutto da scoprire: tra vetrine e palazzi residenziali si nascondono luoghi ricchi di storia, una storia antica che risale al 1300 quando fu costruita la Certosa di San Martino. E San Gennaro cosa c’entra? Anche lui è passato di qui!  E dopo questa passeggiata ci saluteremo con un aperitivo nel cuore di Antignano in un negozio in cui artigianato e fantasia si fondono assieme. Dietro Antignano Art Factory realizza a mano borse e accessori di ogni tipo, molti ispirati proprio alla nostra splendida terra!

Appuntamento alle ore 11.00 presso le scale di Via Luca Giordano che portano alla chiesa di San Francesco. Inizio visita ore 11.15. Durata: 2 ore circa Contributo a persona: 10 euro comprensivo di guida abilitata e aperitivo.  Informazioni e prenotazione obbligatoria Le Capere 328 9705049 – 338 3302931

Sabato 9 Aprile – Escursione nella riserva naturale del Cratere degli Astroni

oasi degli astroni

Contributo  10/12  euro. Con Econote – Una visita al vulcano “Astroni” che con un’estensione di 247 ettari è oggi Riserva Naturale del WWF. Il Vulcano Astroni viene anche chiamato “montagna capovolta” per la sua particolare morfologia naturale dove la macchia mediterranea è presente sulle pendici, mentre scendendo ci si inoltra in una lecceta e sul fondo prospera un bosco di querce, roveri, olmi, pioppi e ornielli. Tutto ciò innesca un fenomeno chiamato inversione vegetazionale, che mantiene un alto tasso di umidità all’interno del cratere dovuto anche alla presenza di tre laghi sul fondo. Tra gli abitanti del vulcano si annovera la volpe, ma sono presenti anche la faina e la donnola, ma molto nutrita è anche la schiera dei roditori loro prede abituali e molte sono anche le specie di uccelli presenti. Non mancano inoltre rettili e anfibi. Il bosco così come è fu voluto da Carlo di Borbone poi trasformato in riserva di caccia. Durante l’ultima guerra, il cratere è stato utilizzato come deposito di armi prima dai tedeschi e poi dalle forze alleate. Dal 1969 il WWF riuscì a ottenere che gli Astroni divenissero un’oasi di protezione e rifugio per la fauna stanziale e migratoria e nel 1987 fu dichiarata Riserva Naturale dello Stato.

Appuntamento ore 10 agli Astroni, Via Agnano Astroni 468, Napoli. La quota comprende biglietto ingresso, guida e contributo organizzativo ed è di 12 euro per adulti, 10 euro per bambini da 6 a 14 anni e persone sopra 65 anni.  I bambini al di sotto dei 6 anni entrano gratuitamente. E’ obbligatorio indossare scarpe chiuse, adatte ad un’escursione o da ginnastica ed indumenti idonei (pantaloni lunghi, camicia a manica lunga di cotone per le zanzare o nel caso è consigliabile vestirsi a strati e non utilizzare colori vivaci).  All’interno della Riserva non sono presenti punti di ristoro, è possibile consumare un pranzo al sacco fruendo di una delle due aree di sosta esistenti, di cui una dotata di tavoli e panchine. E sempre consigliabile portarsi stuoie o teli, qualora i tavoli siano occupati. Evento attivato con un minimo di 10 partecipanti. Informazioni e prenotazione obbligatoria Econote 3474504251

Domenica 10 Aprile – Arapit sti’ Purtun 

duomo di napoli

Contributo 6/8 euro. con Assodipendenti. Una inedita una visita guidata per le vie di Napoli, per conoscere attraverso i portoni in legno e i palazzi storici della città, una parte della sua lunga storia. Si parte dal Duomo di Napoli dove i partecipanti saranno invitati a soffermarsi in particolare sul grande portone centrale della cattedrale. Proseguendo lungo via Duomo saranno illustrati i palazzi di maggior prestigio. Il percorso si articolerà, poi, lungo via S. Biagio dei Librai dove sarà dedicata una tappa al Palazzo Marigliano. Giunti a piazza S. Domenico Maggiore saranno illustrati i Palazzi storici che la circondano (ad esempio Palazzo Corigliano, Palazzo Di Sangro; Palazzo Sansevero). Si proseguirà per via Benedetto Croce dove si potrà ammirare Palazzo Carafa della Spina. Giunti presso la celebre chiesa di Santa Chiara ancora una volta si darà risalto ad un elemento spesso trascurato, il suo magnifico portone centrale; ultima tappa a Piazza del Gesù per ammirarne i palazzi storici. Durante il percorso, oltre alla guida abilitata, ci sara’ come ospite un  noto artista, restauratore in legno,  che con brevi interventi ci darà modo di approfondire la preziosa arte della lavorazione del legno a Napoli.

Appuntamento. ore 10,00 presso via Duomo (davanti alla Cattedrale) Ore 10,15 inizio visita guidata.contributo associativo: euro 6 soci; euro 8 non soci. Informazioni e prenotazione obbligatoria Assodipendenti telefono 081.6140920 dopo le 17,30 – 3386702541

Domenica 10 Aprile – Misteri e fantasmi partenopei: da S.Gennaro a Guastamacchia

porta capuana napoli

Contributo 5/7 euro. con InsolitaGuida – Un nuovo itinerario dal sapore esoterico. Ad accompagnare i partecipanti, infatti, una ragnatela fitta di storia e storie, un percorso affascinante tra arte, scorci di vicoli, miti e leggende, tramandati da generazione in generazione. Il viaggio nei misteri partenopei avrà come punto di partenza via Duomo,  luogo scelto da una figura misteriosa per lasciare, ogni notte, messaggi scritti in una lingua incomprensibile, ma anche noto per la basilica che contiene il più grande mistero della storia religiosa: lo scioglimento del sangue, meglio conosciuto come il miracolo di S. Gennaro. Attraversando il largo Donna Regina, si arriverà al palazzo della regina Giovanna dove, già dagli anni ’60, si racconta di un “ombra” inquieta di grossa stazza che si poggia sull’addome dei giovani neoinquilini costringendoli allo sfratto. Proseguendo si incontrerà l’anima de “o’criatur” posto a guardia di una scuola, per tour esoterico a Napoliproteggere gli scolari più deboli. E poi su via san Giovanni a Carbonara si tenterà di udire i lamenti di spiriti di amanti assassinati o nei pressi di Porta Capuana, di quello di Giuditta Guastamacchia, la donna che vaga lungo i corridoi di Castelcapuano dopo essere stata impiccata insieme all’amante, al padre e ad altri complici, per aver organizzato l’ assassinio del marito. Queste e altre storie di fantasmi e misteri saranno rivissute nel corso del tour.

Appuntamento: alle 18:00, dove verrà comunicato in fase di prenotazione. Contributo Intero € 7; Ridotto (soci, studenti, over 65) € 5. Informazioni e prenotazione obbligatoria InsolitaGuida al 338 965 22 88.

[ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top
Send this to a friend