5 visite guidate da non perdere a Napoli: weekend 9-10 gennaio 2016

5-visite-guidate-da-non-perdere-a-Napoli-weekend-9-10-gennaio-2016.jpg

Primo weekend dopo le lunghe festività natalizie con tantissime associazioni che ci propongono interessanti visite guidate per conoscere i posti più belli di Napoli assieme a brave guide e storici dell’arte che ci racconteranno la nostra storia e il grande patrimonio artistico culturale della nostra città.

Questa settimana al chiuso di San Domenico Maggiore una visita ai capolavori dell’Ottocento esposti nella bella sala del Capitolo e una vista al Museo civico Gaetano Filangieri a via Duomo. Quattro passi in discesa per la bella Pedamentina di San Martino ci faranno vedere un panorama stupendo e a volte sconosciuto o quattro passi nel centro antico per conoscere la nostra storia.  Se volete uscire da Napoli c’è un bel giro all‘oasi naturalistica di Monte Nuovo e al Lago d’Averno.

Vi ricordiamo inoltre che ci sono altri appuntamenti di cui vi abbiamo già parlato in settimana come la simpatica visita guidata nel Museo del Sottosuolo di Napoli con la guida de “’O Munaciello”. Potete anche scoprire alla Sanità, l’ampio e ben conservato tratto dell’Acquedotto Augusteocostruito nel 10 dC. Infine fino a fine mese saranno altresì visitabili gratuitamente, ma su prenotazione, i sotterranei del Rione Terra di Pozzuoli.

Chiedete sempre informazioni e prenotate ai numeri di telefono indicati delle associazioni per avere maggiori dettagli su quanto da loro proposto. Buon fine settimana a tutti.

Domenica 10 gennaio – L’altro Ottocento a San Domenico Maggiore

complesso di san domenico maggiore

Contributo 12 euro. Con Megaride. Nello storico Complesso di San Domenico maggiore, è allestita un’interessantissima mostra “l’altro Ottocento”. La mostra espone straordinari dipinti che portano all’attenzione del pubblico una selezione di settanta dipinti tra i più belli e significativi dell’Ottocento napoletano. Nella sala del Grande refettorio del Complesso monumentale di San Domenico Maggiore sono posti in esposizione dipinti di proprietà della ex Provincia di Napoli, relativi ad un periodo che va dalla seconda meta’ dell’Ottocento ai primi trent’anni del Novecento, tutte opere dei più grandi artisti dell’epoca, tra i quali Edgardo Curcio, Giuseppe De Sanctis, Vincenzo Migliaro, Alceste Campriani, Francesco Saverio Altumura.

Appuntamento: ore 10.30 presso Caffetteria da Rudy, via Tribunali, 384 (Piazza Miraglia) da cui ci si sposterà alle ore 10.50 al fine di iniziare la visita all’interno del Complesso alle ore 11.00. Costo: € 12 (comprensivo di visita guidata, servizio auricolari e biglietto di ingresso alla Mostra).Costo per soci Megaride, € 10. Prenotazione obbligatoria: MEGARIDE 3481149647 – 3347474275 – 08119465025

Domenica 10 gennaio – L’oasi naturalistica di Monte Nuovo e il Lago d’Averno.

oasi naturalistica di Montenuovo e il lago d’Averno

Contributo  6 euro . Con Locus Iste – l’Oasi naturalistica di Monte Nuovo è caratterizzata da suggestivi sentieri immersi nella macchia mediterranea e dall’omonimo vulcano formatosi in seguito all’ultima eruzione dei Campi flegrei che distrusse il medievale villaggio di Tripergole. La passeggiata ci porterà anche lungo le coste del Lago d’Averno per scoprirne storia, caratteristiche naturali e resti archeologici. Il percorso naturalistico partirà, dall’ingresso dell’Oasi, giungerà sul cratere per poi scendere fino al Lago d’Averno. Tra storia, natura, mitologia e leggende in uno degli ambienti naturali tra i più suggestivi della provincia di Napoli. Si conclude l’itinerario con la visita alle “Cantine dell’Averno” di Emilio Mirabella e all’interno dell’agriturismo sarà offerta ai partecipanti una degustazione di vini prodotti nei vigneti della cantina e di altri prodotti locali. Per chi lo desidera, sarà possibile fermarsi presso il vigneto per pranzare, previa prenotazione obbligatoria

Appuntamento -ingresso dell’Oasi ore 10.15. Contributo organizzativo: euro 6 comprensivi di degustazione. Opzione Pranzo: Menu da 15 euro prevede: due antipasti, primo, alici fritte.1 bottiglia di vino ogni tre persone. Menu da 22 euro: tre antipasti, primo, secondo, dolce, digestivo e una bottiglia di vino ogni tre persone (prenotazione pranzo da effettuarsi entro il venerdi precedente alle ore 19.00).Gruppo: max 30 pax Equipaggiamento: scarpe comode e cappello. la visita si fara’ con condizioni meteo favorevoli Info e prenotazione obbligatoria Locus Iste 347 2374210

Domenica 10 gennaio – Dalla Fondazione alle Bombe

mura greche piazza bellini

Contributo 5 euro. Con Roots Discovery Campi Flegrei. – “Dalla Fondazione alle bombe” è una rilettura in chiave diacronica del Centro storico di Napoli; è  un percorso che riesce a conciliare la storia e l’archeologia con la contemporaneità dei luoghi in cui viviamo. Accosta epoche passate molto lontane tra loro, per spiegare quanto oggi si presenta ai nostri occhi, presentando le stratificazioni storico-architettoniche-sociali. Da Piazza Bellini, con visita alle Mura Greche, si avvierà la spiegazione delle origini della città. Successivamente, avrà inizio la passeggiata, che prevede l’attraversamento del cuore di Napoli: lungo via dei Tribunali ci sarà la seconda tappa del percorso, il campanile della Pietrasanta. Sarà questa l’occasione per approfondire il riuso nelle varie epoche. Giunti a piazza S. Gaetano, se ne illustrerà la storia:  dal foro romano alla seconda guerra mondiale; non dimenticando le arcate del teatro greco. Si continuerà, in ultimo, fino a via Duomo, con il complesso archeologico di Carminiello ai Mannesi, tappa conclusiva del percorso.

Appuntamento –  alle ore 9:30-11.00-12.30   Piazza San Domenico Maggiore. L’evento si svolge sia il giorno 9 che il giorno 10 Gennaio 2016 Il costo del biglietto è di 5 euro.  Maggiori Informazioni e prenotazione obbligatoria Roots Discovery Campi Flegrei 349 8831295

Domenica 10 gennaio – Quattro passi in discesa lungo la Pedamentina

pedamentina san martino

Contributo 6 euro. Con SciòNapoli. L’Associazione culturale SciòNapoli organizza una passeggiata guidata lungo il percorso della Pedamentina di San Martino a Napoli, uno dei percorsi pedonali più noti e antichi della città, con lo scopo di illustrarne la storia, e di rilanciare e rivalutare la sua funzione di collegamento che si rivelava fondamentale prima dell’avvento delle moderne funicolari e linee metropolitane. Un viaggio nella storia e nelle tradizioni cittadine, ma anche una preziosa opportunità di fruire di un’invidiabile prospettiva paesaggistica, ristabilendo un più stretto rapporto con la natura. Il Panorama mozzafiato che Napoli spesso offre spesso viene solo “guardato” in maniera distratta, e non realmente “osservato”, senza la vera consapevolezza della sua ricchezza e unicità.

Appuntamento. Ore 11 Piazzale San Martino (si prega di arrivare con 10 minuti di anticipo), la durata è di un ora e mezza circa. Contributo organizzativo: 6 € (non soci), 5€ (soci, 14-18 anni, over 65, studenti), gratuito fino a 14 anni. La prenotazione è obbligatoria SciòNapoli 3333370769 – 3487333581 – 3271585555

Domenica 10 gennaio – Il Museo civico Gaetano Filangieri

museo filangieri

Contributo 10 euro. Con Sire Coop. La Cooperativa SIRE propone una visita guidata al Museo Civico Gaetano Filangieri, che da solo pochi giorni ha riaperto al pubblico la Sala Agata, al primo piano, interessata da lavori di restauro. Il Museo ha sede nel quattrocentesco palazzo Como, costruito tra il 1464 ed il 1490 dal ricco mercante Angelo Como nelle forme del Rinascimento fiorentino su disegno, forse, di Giuliano da Maiano Giuliano da Maiano. Nel 1881-82 per allargare la via fu demolito e ricostruito 20 metri più addietro. Il museo, inaugurato nel 1888, fu fondato da Gaetano Filangieri (1824-92), principe di Satriano, che vi raccolse tutte le sue varie e pregevoli collezioni d’arte, numismatiche, la biblioteca e l’archivio Filangieri. In seguito alla morte del principe, il museo e le opere ivi contenute caddero nell’oblio, peggiorato da un improvviso incendio scatenatosi nel corso Seconda guerra mondiale che distrusse una parte del nucleo originario. Nel 1948, le opere superstiti vennero radunate e sottoposte ad un restauro mentre la galleria venne riaperta a partire dagli anni settanta, per essere poi richiusa negli anni novanta. La visita darà anche l’occasione per conoscere la storia di via Duomo e delle principali trasformazioni subite nel corso dei secoli.

Appuntamento: ore 10:30 ingresso Museo Filangieri, via Duomo 288, Napoli. ore 12:30 conclusione attività Contributo organizzativo euro 10 / soci Siti Reali euro 9 (incluso biglietto ingresso al museo) PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA (fino ad esaurimento posti).Sirecoop  392/2863436

[ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top
Send this to a friend