A Ravello concerto gratuito con lo Stabat Mater di Pergolesi: Pasqua in Costiera Amalfitana

ndv-ravello.jpeg

Sabato Santo concerto gratuito da non perdere a Ravello, in costiera Amalfitana, lo Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi eseguito dall’Insieme Strumentale di Roma. La Pasqua nella Divina Costiera

 

 

Nel pomeriggio del Sabato Santo, il 30 marzo 2024 alle ore 17,30 si terrà un concerto gratuito di musica sacra con lo Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi eseguito dall’Insieme Strumentale di Roma nella  Chiesa di San Giovanni del Toro a Ravello.

L’evento è organizzato dalla Fondazione Ravello, che ogni anno presenta lo straordinario Ravello Festival, e che celebra le festività pasquali con uno straordinario concerto gratuito. A dirigere il concerto il violinista e violista Giorgio Sasso, leader dell’ensemble nato nel 1990 come ente promotore della diffusione, della ricerca e dell’esecuzione del repertorio di musica occidentale dei secoli XVII e XVIII.

Lo straordinario Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi

Lo Stabat Mater è una delle pagine più sublimi di tutta la storia della musica sacra, composta da Pergolesi solo qualche mese prima della morte. La sofferenza, il rendersi conto della fragilità̀ della vita umana, fecero elaborare al Maestro una pagina struggente, meravigliosa, che tratteggia il dolore più terribile che un essere umano possa provare, quello di una madre che assiste alla morte del proprio figlio.

L’esecuzione del 30 marzo 2024 a Ravello prevede, come da tradizione, l’uso dei soli archi con il basso continuo e la presenza delle sole voci del soprano e del contralto, che si alternano nella serie di duetti e arie solistiche. A Ravello le voci saranno quelle di Minni Diodati e Federica Moi.

L’ingresso al concerto è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Maggiori informazioni – Ravello Festival Fondazione Ravello

© Napoli da Vivere 2024 – riproduzione riservata – Questo articolo è un contenuto originale di Napoli da Vivere e pertanto protetto da copyright. La sua copia è vietata e la sua riproduzione anche parziale deve essere autorizzata.

 

scroll to top
Send this to a friend