Aspettando Godot a Napoli al Teatro Cilea con Lello Arena e Massimo Andrei

Aspettando-Godot-Lello-Arena-andrei.jpg

Un nuovo allestimento del celebre lavoro di Samuel Beckett che rispecchia le indicazioni espresse a suo tempo dall’autore e che mette, stranamente, questo classico del 900 in relazione con la città di Napoli attraverso due grandi attori partenopei

 

 

“Aspettando Godot” di Samuel Beckett sarà in scena al Teatro Cilea a Napoli dal 2 al 5 febbraio 2023 con un nuovo e particolare allestimento di Lello Arena e Massimo Andrei per la regia dello stesso Andrei.

Un classico del teatro del Novecento, che già dal 1953 è sui palcoscenici di tutto il mondo che stavolta sarà messo in scena da Lello Arena e Massimo Andrei seguendo le reali idee e accortezze di Samuel Beckett. Per questa nuova versione sono stati, infatti, recuperati da Arena e Andrei i quaderni di regia di Beckett, pubblicati di recente, con le sue annotazioni e interventi per la regia e gli attori.

Uno spettacolo basato sui quaderni di regia di Beckett, che segue le sue volontà

Questo ha consentito di allestire uno spettacolo basato “sui suoi desideri”, in cui gli attori si sono attenuti alle indicazioni del grande drammaturgo, ma anche scrittore di racconti, regista teatrale, poeta irlandese. Un nuovo e godibile allestimento che segue l’azione scenica, scenografica e testuale del capolavoro di Beckett, che fu anche insignito del Premio Nobel per la Letteratura.

Un “Aspettando Godot” che però, ha anche una forte matrice partenopea, con tutti attori napoletani e perché “Napoli è una città da sempre abituata a quest’attesa drammatica e tragicomica nella quale, forse, si aspetta di passare da un dittatore all’altro, da un’eruzione all’altra, da un miracolo all’altro».

In scena anche Vincenzo Leto, Elisabetta Romano, Esmeraldo Napodano, Angelo Pepe e Carmine Bassolillo, in una coproduzione La Contrada con Tunnel Produzioni/Teatro Cilea.

Maggiori informazioni – Teatro Cilea Napoli – sito ufficiale  

© Napoli da Vivere 2023 – riproduzione riservata – Questo articolo è un contenuto originale di Napoli da Vivere e pertanto protetto da copyright. La sua copia è vietata e la sua riproduzione anche parziale deve essere autorizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top
Send this to a friend