San Te’, l’aperitivo che mancava a Palazzo San Teodoro a Napoli

palazzo-san-teodoro-Aurora-Scotto-di-Minico-6064-scaled.jpg

Nello splendido e storico Palazzo San Teodoro, alla Riviera di Chiaia a Napoli, arriva San Tè, un nuovo format aperitivo che mescola il piacere di un buon cocktail con il fascino della dimora storica, l’arte contemporanea e la buona musica

 

A Palazzo San Teodoro alla Riviera di Chiaia a Napoli arriva San Te’ un nuovo format aperitivo a Napoli tra eccellenti cocktail, arte contemporanea e buona musica. Il primo appuntamento con San Tè si terrà Venerdì 12 novembre 2021, dalle ore 19, quando i mixologist del Palazzo prepareranno i grandi classici del bere miscelato e nuovi cocktail, accompagnati da dry snack e finger rustici. Alla consolle suona Dario Guida, Dj resident di Palazzo San Teodoro.

Ph Aurora Scotto di Minico

San Tè sarà anche occasione di vedere la mostra Anagrammi dell’artista Filippo Ciavoli allestita nei salotti storici del Palazzo che ci presenta una serie di tele in cui il rapporto tra elementi geometrici e colore sono un invito alla riflessione sul possibile dialogo tra storia e cambiamento, identità culturale e visione futurista.

San Tè una particolare formula club

San Tè non sarà solo un aperitivo ma un appuntamento con arte contemporanea, architettura neoclassica, musica e long drink che si incontreranno nei saloni ottocenteschi di Palazzo San Teodoro per una sera diversa.

Un drink court aperto alla città in uno spazio esclusivo per un’esperienza condivisa all’insegna del buon bere, dell’arte e della buona musica.

Lo storico Palazzo San Teodoro alla Riviera di Chiaia a Napoli  

Recentemente rinnovato, Palazzo San Teodoro si presenta ancora più straordinario dopo l’attento restyling degli interni che conservano affreschi, stucchi e parte dell’arredo originario.

Ph Aurora Scotto di Minico

L’incanto comincia al primo gradino dello scenografico scalone che conduce al piano nobile del Palazzo dove in un succedersi di suggestioni sfilano la Galleria dalle ampie vetrate, il Salone degli Specchi, la Sala da pranzo con il prezioso lampadario in bronzo dorato e cristallo, l’eclettico Salone da Ballo con le grandi specchiere e il soffitto a volta, con colonne e lunette affrescate.

Una residenza storica di Napoli

Palazzo San Teodoro è una delle residenze nobiliari sorte nel borgo di Chiaia nei primi anni del XIX secolo, costruito dall’architetto toscano Guglielmo Bechi per conto del duca Carlo Caracciolo di San Teodoro nel 1826. Un’autentica opera d’arte di stile neoclassico che negli anni ha conservato pressoché integre le decorazioni originali e gran parte dell’arredo.

Riconoscibile dalla facciata in rosso pompeiano, il Palazzo è su tre livelli e impreziosito al centro da un elegante loggiato che per ogni piano presenta un ordine diverso: Dorico al pian terreno, Ionico al primo piano e Corinzio al secondo piano. Bellissima la maestosa scala neoclassica, in marmo bianco, che conduce al piano nobile nei saloni affrescati di ispirazione ellenistica, pompeiana ed ercolanese. Oggi il Palazzo è sede di eventi, incontri culturali e ricevimenti privati.

San Tè: l’aperitivo che mancava a Palazzo San Teodoro

Ph Aurora Scotto di Minico

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend