Visite speciali serali al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

museo-di-pietrarsa-apertura-straordinaria.jpg

Visite speciali per ammirare di sera gli spettacolari tramonti e le bellezze conservate nel Museo di Pietrarsa sempre con un biglietto speciale di 3 euro per tutti i visitatori e 10 euro per le famiglie

 

 

Ogni venerdì, a partire dal 5 febbraio 2021, il Museo Ferroviario di Pietrarsa rimarrà aperto fino alle ore 20:00 estendendo l’orario di chiusura e consentendo così ai visitatori di visitare anche al tramonto il Museo di Pietrarsa con i suoi straordinari e grandi padiglioni e i giardini affacciati sul mare di Napoli. Il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, in questo periodo rimane aperto solo dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle 18:00, come tutti i musei. Con l’apertura serale del solo venerdì fino alle 20.00 consentirà ai visitatori di godere del panorama spettacolare sul Golfo di Napoli anche al tramonto.

Informazioni sui Biglietti per il Museo di Pietrarsa

Confermato anche il costo del biglietto che, per questo periodo sarà ancora fissato a 3 euro per tutti i visitatori e 10 euro per le famiglie composte da due adulti e due ragazzi con età compresa tra i 6 e 18 anni non compiuti. Una bella occasione per riscoprire liberamente un Museo Straordinario nella storia di Napoli che custodisce vagoni e locomotive storiche, tra cui la riproduzione del primo treno a percorrere la linea Napoli-Portici nel 1839. I biglietti sono disponibili sul sito ufficiale.

Un Museo importante a Napoli e unico in Italia

I grandi capannoni che ospitano il Museo di Pietrarsa furono costruiti nel 1840, per volere del Re Ferdinando II di Borbone come Reale Opificio Meccanico, Pirotecnico e per le Locomotive e nel 1853 a Pietrarsa lavoravano oltre 700 tra ingegneri, tecnici e operai,  ed era il primo e più importante nucleo industriale italiano.

Oggi il Museo di Pietrarsa è collocato in quella grande fabbrica e per la ricchezza dei materiali conservati Pietrarsa è considerato uno dei più importanti musei ferroviari d’Europa.

All’interno ci sono molti locomotori in ambienti originali e molto suggestivi: c’è anche la locomotiva Bayard con le carrozze che inaugurò la linea Napoli-Portici, partendo dalla famosa stazione Bayard, la prima stazione ferroviaria in Italia, che si trovava affianco all’attuale stazione della Circumvesuviana, e arrivando alla stazione del Granatello di Portici in “soli”  27 minuti.

Maggiori informazioni per la visita sul sito del  Museo di Pietrarsa o al numero 081-472003

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend