Operazione “città green” al Vomero a Napoli: arrivano cestini per i rifiuti, portabiciclette e cura del verde

Area-verde-Vomero.jpg

Buone notizie da Napoli dove un imprenditore ha donato decine di cestini per i rifiuti, portabiciclette e impegno di giardinieri per la cura del verde dei giardini che si trovano davanti allo stadio Collana

 

 

E’ stata definita operazione “città green” quella avviata al Vomero dall’imprenditore Salvio Bruognolo che ha donato e fatto installare, come cittadino, in varie zone del quartiere Vomero,  più di 200 cestini per la raccolta di carte e rifiuti e tante rastrelliere portabiciclette, posizionate in corrispondenza delle tre funicolari di Napoli e perfettamente integrate nel contesto urbano.

L’imprenditore ha anche “adottato” l’area verde di piazza Quattro Giornate e ogni mese invierà a sue spese una squadra di giardinieri che si occuperanno della cura e del miglioramento dei prati antistanti lo Stadio Collana.

Un luogo che rappresenta anche un pezzo della grande storia di Napoli in quanto fu teatro di duri scontri a fuoco durante le Quattro giornate di Napoli.

Attenzione all’ambiente e cura della città e del verde in questo periodo particolare

Deve esserci molta attenzione, soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria, per l’ambiente e il verde cittadino e, per fortuna, imprenditori, aziende sostenibili e cittadini, hanno cominciato a prendersi letteralmente cura di Napoli.

Gli ultimi dati sull’inquinamento presentanti da Legambiente, sono sconfortanti ed è emerso come le città della regione scontino il mancato rispetto negli anni del limite suggerito per il Pm2,5 e in molti casi anche per il Pm10. E sembra che il capoluogo partenopeo, ha puntualmente oltrepassato i limiti previsti dall’OMS per le polveri sottili.

L’intervento dell’imprenditore Brugnolo al Vomero

Salvio Bruognolo è un imprenditore nel settore della carrozzeria in Campania, ed ha trasformato la sua azienda in una direzione ecologica, puntando al benessere dell’ambiente e delle persone. Brugnolo ha fornito ai suoi dipendenti un orto a Km zero ed ha anche investito nel suo quartiere donando gli introvabili cestini, i portabiciclette e la cura del verde.

La sua è un’azienda sostenibile in cui c’è grande attenzione all’ecologia, un’impresa virtuosa, che rispetta l’ambiente. Una scelta non dettata dal marketing ma da radicate convinzioni personali che lo hanno portato a trasformare l’azienda a diventare un vero multiservice green, con numerosi investimenti messi in campo per essere sempre più sostenibile. 

Nella grande sede di Mugnano sui tetti spicca un impianto fotovoltaico e poi macchine ibride anche per i veicoli di cortesia dei clienti, controllo dei rifiuti e delle acque e tantissimi altri sofisticati interventi per salvaguardare l’aspetto ecologico. E poi una grande area verde di oltre 5mila metri quadrati e a disposizione dei dipendenti è stato realizzato un orto dove coltivare verdure a Km zero.

Speriamo che il suo esempio venga imitato e affiancato da altri virtuosi imprenditori e cittadini per attenere una maggiore vivibilità e cura del verde in città.

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend