Visita guidata straordinaria al Monastero di Clausura delle Trentatré a Napoli

monastero-delle-trentatrè.png

Apre le sue porte il monastero di clausura di S. Maria in Gerusalemme, il monastero delle Trentatrè, nel centro antico di Napoli, che potrà essere visitato in via del tutto straordinaria ad un passo dalla beatificazione della sua fondatrice Maria Lorenza Longo. I contributi raccolti saranno devoluti per la manutenzione e i restauri al monastero. 

 

 

Sabato 19 settembre 2020, in via del tutto straordinaria, l’Associazione “L’Atrio delle Trentatrè Onlus”, in collaborazione con Megaride Art, propone, una speciale visita guidata presso il Monastero delle Trentatrè di Napoli, ad un passo dalla beatificazione della sua fondatrice Maria Lorenza Longo.

la facciata del monastero delle trentatrè

La visita si terrà lungo un suggestivo percorso che condurrà alla scoperta di uno dei luoghi più particolari del centro storico di Napoli in cui convivono arte, storia, fede e carità cristiana. Un’occasione unica per ammirare prestigiose opere d’arte sconosciute, ma anche per avvicinarsi alla misteriosa realtà della vita monastica.

Il Monastero di S. Maria in Gerusalemme detto delle Trentatrè

Il Monastero di S. Maria in Gerusalemme a Napoli si trova nel cuore del Centro Antico di Napoli nella zona di via San Paolo. È un monastero di clausura delle Monache clarisse cappuccine detto delle trentatrè in ricordo degli anni di Cristo ma anche per il numero massimo di monache che poteva ospitare. Fu fondato verso la metà del lontano 1500, ad opera della nobildonna catalana Maria Lorenza Longo giunta a Napoli nel 1506. Qui la Longo fondò l’Ospedale degli Incurabili, dove c’è la magnifica Farmacia degli Incurabili, come opera di assistenza dedicata ai malati che non avevano la possibilità di pagarsi le cure.

Successivamente la nobildonna si adoperò per la fondazione del monastero di clausura delle Monache clarisse cappuccine in alcuni locali annessi all’Ospedale degli Incurabili. La Longo divenne poi lei stessa monaca di clausura e, dopo l’autorizzazione papale ad aumentare a 33 le suore, reclutò le prime consorelle tra alcune prostitute che erano guarite dalla sifilide, presso l’ospedale, e si erano convertite. Per questo motivo in origine il monastero era anche detto delle Pentite.

La chiesa originale fu demolita nel 1600 per far posto a quella attuale. L’interno dell’edificio è affascinante nella sua estrema semplicità. Sull’altare maggiore è posta una tavola del XVI secolo raffigurante la Presentazione di Gesù al Tempio e nell’ingresso del monastero sono visibili molti affreschi opera di Andrea Malinconico (1770).

La visita guidata straordinaria al Monastero delle Trentatrè

La visita guidata speciale si terrà Sabato 19 settembre 2020 in due turni, alle 10 e poi alle 16,15. I contributi raccolti saranno devoluti interamente alla Onlus “L’Atrio delle Trentatrè ” per la manutenzione e i restauri al monastero.

La visita si terrà sia di mattina che di pomeriggio:

  • Primo gruppo – Accoglienza: ore 10.00, via L. Armanni, 16 Inizio attività culturale: ore 10.15. Termine attività culturale: ore 12.30 circa.
  • Secondo gruppo – Accoglienza: ore 16.15, via L. Armanni, 16 Inizio attività culturale: ore 16.30. Termine attività culturale: ore 18.30 circa

La Quota Associativa per Associazione Onlus “L’Atrio delle Trentatrè” è di € 10.

Saranno attuate le normative vigenti in materia di sicurezza con gruppo piccolo, prenotazione obbligatoria, mascherina obbligatoria, distanziamento, utilizzo di radio sanificate, misurazione temperatura ecc..

Per partecipare la prenotazione è obbligatoria con Messaggio Whatsapp al 3286690842 o mail a info@megarideart.com

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend