Tanta Napoli nei film premiati ai David di Donatello 2020

martin-eden.jpg

Anche per l’edizione 2020 dei David di Donatello ci sono stati tanti riconoscimenti per Napoli e per i suoi registi e personaggi dello spettacolo per questa edizione particolare dei David che sono l’equivalente italiano degli Oscar.

 

L’assegnazione dei David di Donatello 2020 è stata la prima importante manifestazione cinematografica che si è svolta da quando c’è l’emergenza. Tanti altri eventi sono stati rinviati a data da destinarsi e ma quella dei David si è svolta in condizioni di sicurezza per dimostrare che il cinema c’è ed è vivo.

Presentata da Carlo Conti da solo nello studio di Via Teulada e senza pubblico l’assegnazione dei premi si è svolta con i candidati collegati in diretta dalle proprie case. Un’edizione “sobria” e all’insegna della sicurezza e del distanziamento sociale che ha comunque valorizzato questa grande festa del buon cinema premiando anche Napoli e i suoi protagonisti tra attori e altri personaggi dello spettacolo.

Valeria Golino è stata infatti premiata come miglior attrice non protagonista per il film “5 è il numero perfetto”, una storia noir che ha al centro proprio Napoli.

Poi ci sono stati i ragazzi di “Selfie”, tutti del Rione Traiano, che hanno fatto vincere ad Agostino Ferrente il premio per il miglior documentario e poi ancora Maurizio Braucci che ha vinto per la migliore sceneggiatura non originale con il film “Martin Eden”.

Ed anche per “Il Traditore”, che è stato premiato come miglior film, c’è dietro la napoletana Valia Santella, che è stata premiata insieme a Marco Bellocchio, Ludovica Rampoldi e Francesco Piccolo per la migliore sceneggiatura originale.

Un David anche napoletano che premia la bellezza della città e la bravura e l’estro dei nostri artisti e personaggi dello spettacolo. Di seguito i film premiati:

  • Miglior film – Il traditore di Marco Bellocchio.
  • Miglior regia – Marco Bellocchio per il film Il traditore.
  • Migliore attore protagonista – Pierfrancesco Favino per il film Il traditore.
  • Migliore attrice protagonista – Jasmine Trinca per il film La dea fortuna.
  • Migliore attrice non protagonista – Valeria Golino per il film ‘5 è il numero perfetto’
  • Migliore attore non protagonista – Luigi Lo Cascio per il film Il traditore
  • Migliore sceneggiatura originale – Marco Bellocchio – Ludovica Rampoldi – Valia Santella – Francesco Piccolo, per il film Il traditore
  • Migliore sceneggiatura non originale – Maurizio Braucci – Pietro Marcello, per il film Martin Eden
  • Miglior produttore – Grøenlandia – Rai Cinema – Gapbusters – Roman Citizen – Con Rai Cinema per il film Il primo re
  • Migliore canzone originale – La Dea Fortuna (“Che Vita Meravigliosa” – Musica e testi di Antonio Diodato – Interpretata da Diodato)
  • Migliore musicista – L’orchestra Di Piazza Vittorio – Il Flauto Magico Di Piazza Vittorio
  • Miglior regista esordiente – Phaim Bhuiyan per il film Bangla
  • Migliore autore della fotografia – Daniele Ciprì, per il film Il primo re
  • Miglior scenografia – Dimitri Capuani, per il film Pinocchio
  • Miglior costumista – Massimo Cantini Parrini, per il film Pinocchio
  • Miglior truccatore – Dalia Colli – Mark Coulier (Trucco Prostetico), per il film Pinocchio
  • Miglior acconciatore – Francesco Pegoretti, per il film Pinocchio
  • Miglior montatore – Francesca Calvelli, per il film Il traditore
  • Miglior suono – film Il primo re
  • Migliori effetti speciali visivi – Theo Demeris – Rodolfo Migliari, per il film Pinocchio
  • Miglior documentario di lungometraggio – film Selfie di Agostino Ferrente
  • David giovani – per il film Mio fratello rincorre i dinosauri
  • David dello Spettatore – Ficarra e Picone vincono il David dello Spettatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend