4 visite guidate a Napoli: cosa fare nel weekend 17-19 gennaio 2020

napoli-sotterranea.jpg

Le visite guidate da non perdere a Napoli e nelle vicinanze nel secondo weekend di gennaio 2020 dopo le grandi feste natalizie, con sempre eventi interessanti per scoprire, con degli esperti, i luoghi più belli della nostra terra.

 

 

Sempre tanti appuntamenti nei luoghi più belli di Napoli e della Campania, con visite guidate che ci faranno scoprire i posti più particolari e straordinari della città e dei suoi magnifici dintorni.

Di seguito le visite consigliate della del weekend che va dal 17 al 19 gennaio 2020. Si parte al Centro storico con il Complesso di Monteverginella e poi, sempre al centro di Napoli per scoprire i tesori della Costagliola con una visita alla chiesa e al colle di San Potito. Tantissimi siti del Rione Sanità si potranno scoprire con la visita al Miglio Sacro e poi uno straordinario giro nelle Viscere Dei Quartieri Spagnoli

Gli eventi sono in genere proposti da associazioni che lavorano da anni sul territorio e che utilizzano brave guide e storici dell’arte per accompagnarci nei posti più belli della nostra terra. Chiedete sempre informazioni e prenotate ai numeri di telefono indicati delle associazioni per avere maggiori dettagli su quanto da loro presentato.Buon fine settimana a tutti.

Domenica 19 gennaio – I tesori della Costagliola: visita alla chiesa e al colle di San Potito

Una particolare visita guidata che ci consentirà di conoscere il colle della Costagliola, che si trova a pochi passi dal Museo Archeologico Nazionale  e delimitato da due importanti arterie della città, via Salvator Rosa e via Correra. In questa area, posta al di fuori della cinta muraria, gli insediamenti iniziarono nell’XVII secolo e, data la salubrità della zona e la bellezza del panorama che si godeva dall’altura, si trattò sopratutto di palazzi nobiliari e monasteri. Le benedettine nel 1615 fondarono il monastero di San Potito. Durante il decennio francese, l’ordine venne soppresso e la chiesa spogliata di alcune opere.

Con il ritorno dei Borbone la chiesa venne affidata alla Congrega degli Ufficiali di Banco, mentre dopo l’unità d’Italia il monastero venne convertito in caserma dei Carabinieri. Oggi è possibile visitare la chiesa, tappa del nostro itinerario, grazie alla disponibilità dell’Associazione Ad Alta Voce ed ammirare le opere in essa conservate, di artisti come Luca Giordano, Giacinto Diano ed Andrea Vaccaro. La visita proseguirà tra i vicoli ed i palazzi della zona, spesso progettati ed abitati da importanti architetti, come nel caso di Palazzo Solimena e palazzo Terradilavoro, originariamente abitato dal suo progettista, Giovan Giacomo di Conforto.

  • Appuntamento:  ore 10:30 di fronte l’ingresso del Museo Archeologico Nazionale, sotto il porticato della Galleria Principe di Napoli – Piazza Museo, Napoli
  • Contributo: Contributo Organizzativo € 10,00   prenotazione obbligatoria 3922863436
  • Organizzazione:  Sire Coop
  • Maggiori Informazioni:  I tesori della Costagliola 

Domenica 19 gennaio – Il Complesso di Monteverginella

Una visita particolare, a seguito della recente riapertura del Complesso di Monteverginella, alla Chiesa che “racconta” secoli di storia e produzione artistica di notevole importanza legati agli ordini religiosi dei Verginiani e Caracciolini, della peste, del culto delle reliquie. La Chiesa, maestosa e solenne, affiancata da un notevole chiostro settecentesco, oggi visitabile nella sua configurazione architettonica e decorativa che parte dalla seconda metà del Cinquecento, ha origini trecentesche.

All’interno della chiesa è possibile ammirare una straordinaria produzione artistica che va dalla seconda metà del Cinquecento all’Ottocento con opere, tra i tanti artisti presenti, di Domenico Antonio Vaccaro, Luca Giordano,  Francesco Antonio Picchiatti, Mattia Preti, Belisario Corenzio, Michele De Napoli, Antonio Licata. Un luogo, quello di Monteverginella, dove si può vivere, un’evoluzione storico-artistica del panorama culturale a Napoli dal Trecento all’Ottocento.

  • Appuntamento: Accoglienza: ore 10.30 presso bar Decumano in Piazzetta Nilo, 17, riconoscibile da ombrellone con scritta “Ichnusa
  • Contributo:  Costo intero: € 10 Costo soci:  € 8 – prenotazione obbligatoria +39 348 114 9647
  • Organizzazione: Megaride Art
  • Maggiori Informazioni: sito ufficiale 

Domenica 19 gennaio – Nelle Viscere Dei Quartieri Spagnoli

E’ un vero e proprio viaggio nel tempo di 2400 anni che ha inizio da uno dei vicoli dei quartieri spagnoli, nei pressi di Piazza del Plebiscito, e termina in via Chiaia a pochi passi dal punto di ritrovo di piazza Trieste e Trento. Scendendo nelle cavità si potranno ammirare le vecchie cisterne dell’acquedotto del Carmignano e si potranno rivivere le sensazioni di chi vi si rifugiò durante la guerra.

Sulle mura sono graffite pagine di storia, nomi e caricature di personalità dell’epoca, costumi dell’epoca, soldati di varie nazioni, date, informazioni sui due sommergibili italiani – il Diaspro ed il Topazio – che operarono durante la guerra, ed ancora aerei e carri armati, nonchè le esternazioni di chi, costretto a restare in quei luoghi per i bombardamenti, volle tramandare ai posteri le sue considerazioni. 

  • Appuntamento: ore 10.00 presso Caffe’ Gambrinus
  • Contributo: soci 10 euro comprensivi di biglietto per l’ingresso a “Napoli sotterranea Prenotazioni obbligatoria 3404778572
  • Organizzazione: Associazione Culturale Medea Art
  • Maggiori Informazioni:  sito evento

Domenica 19 gennaio –  Il Miglio Sacro

Una straordinaria passeggiata guidata da non perdere che ci farà conoscere i tanti tesori di Napoli che si trovano nel Rione Sanità a Napoli. La passeggiata si chiama Il Miglio Sacro e ci porterà alla scoperta di luoghi bellissimi che si trovano nel giro di un miglio a partire dalle Catacombe di San Gennaro. Percorrere il Miglio Sacro significa andare alla scoperta delle bellezze del Rione Sanità, quel rione di Napoli dove hanno vissuto popoli diversi e dove un tempo passavano in carrozza papi, re e cardinali.

Si parte dall’ingresso delle Catacombe di San Gennaro, le grandi Catacombe di Napoli in Via Capodimonte 13 vicino alla Basilica del Buon Consiglio. La passeggiata termina nei pressi di Piazza Cavour dopo aver visitato ben sei straordinari luoghi di Napoli ed in particolare: Catacombe di San Gennaro, Basilica San Gennaro extra moenia, Cimitero delle Fontanelle, Basilica S. Maria della Sanità, Cripta delle Catacombe di San Gaudioso (esterno) Palazzo dello Spagnuolo e Palazzo Sanfelice Una visita guidata ed un percorso speciale che ci porterà in ben sei luoghi diversi e straordinari che ci faranno scoprire un altro e bellissimo volto nascosto della città.

  • Appuntamento: ore 9,30 Catacombe di San Gennaro in Via Capodimonte 13 vicino alla Basilica del Buon Consiglio
  • Contributo: 15 euro – prenotazione scrivendoci in privato all’indirizzo: prenotazioni@catacombedinapoli.it
  • Organizzazione:  Catacombe di Napoli
  • Maggiori Informazioni:  Il Miglio Sacro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend