Ritmi di Contrabbando: concerto gratuito di Eugenio Bennato e di Bombino

Ritmi-di-contrabando.jpg

Nella bella Reggia di Quisisana un concerto gratuito eccezionale con due grandi protagonisti della Word Music: un solo palcoscenico e due linguaggi fratelli

 

 

Venerdì 27 settembre 2019 alle ore 21.00, nella suggestiva Reggia Borbonica di Quisisana a Castellammare di Stabia si terrà uno straordinario concerto gratuito. Il cantautore napoletano Eugenio Bennato incontra sul palco Bombino, eclettico artista del Niger, per un grande spettacolo dal titolo La Taranta incontra il Tuareg e che sarà anche l’anteprima del festival Ritmi Di Contrabbando

eugenio bennato

Un concerto particolare quello di Eugenio Bennato e Bombino. Nel cortile della Reggia di Quisisana a Castellammare di Stabia potrete ascoltare il sound cosmopolita e scarnificato dei Ritmi di contrabbando.

Nelle esibizioni soliste, e poi in duo, i due artisti proporranno un progetto assai composito che troverà compimento entro l’autunno in uno dei più particolari monumenti di Napoli, il Castel Sant’Elmo, per il festival Ritmi Di Contrabbando. Li si potrà vivere assieme l’opportunità di sperimentare canzoni e melodie che sanno di natura e mare, viaggi e migrazioni lontane. Questo perchè la taranta, stavolta, va all’esplorazione audace di altri linguaggi, di musiche popolari custodite da altri popoli. Il battito della taranta si avvicina al mood tuareg, e viceversa, in un elastico in grado di liberare la percezione e la sinestesia.

Un grande evento musicale gratuito da non perdere

Un grande concerto quello di Eugenio Bennato e Bombino nel Cortile della Reggia di Quisisana a Castellammare di Stabia Venerdì 27 settembre.

Un incontro tra Eugenio Bennato, il maestro custode del folk della Campania, delle sue cerimonie e delle sue evoluzioni, e Bombino, vero emblema del rock-blues africano e di come questo possa interpretare i passaggi secolari. Il primo, ricercatore-musicista-compositore-cantautore di storie militanti, ribelli, il secondo, profugo-combattente, uomo delle lande subsahariane rifugiato in Algeria e in Burkina Faso. Un grande evento musicale gratuito da non perdere.

Nel corso della serata verrà presentato il programma di “Ritmi di contrabbando”. Il festival è finanziato con fondi POC (Programma Operativo Complementare) 2014 – 2020 Regione Campania.

Maggiori informazioni: La Taranta incontra il Tuareg  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend