Dal Buio alla Luce al Palazzo Reale di Quisisana: mostra gratuita sulle bellezze di Stabiae

Reggia-di-Quisisana.jpg

Il Palazzo Reale di Quisisana fu risistemato nel 1790 da Ferdinando II di Borbone e divenne anche, in quel periodo, meta ambita del Gran Tour di personaggi famosi da tutta Europa

 

Rimarrà aperta gratuitamente fino al 31 dicembre 2019 la mostra gratuita Dal buio alla luce che ci farà scoprire una parte degli 8.000 reperti provenienti dall’Antiquarium stabiano, tutti pezzi interessantissimi che sono stati ritrovati nelle ricche ville romane, sepolte dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C., nella zona dell’antica Stabia, l’Ager Stabianus.

Reperti importanti tra vasi, sculture e affreschi e tra cui spicca il famoso  carro di Villa Arianna, ritrovato nel 1981 e tra i più antichi ritrovati nella zona che conserva buona parte della struttura metallica.

Ma la mostra ci permette di conoscere anche tanti oggetti ritrovati nelle domus costruite sulla collina di Varano, sia  oggetti di uso quotidiano e strumenti agricoli ma anche affreschi, stucchi e oggetti particolari come un portaprofumi in bronzo o una statua del pastore, che porta con sé i prodotti appena raccolti.

Dal buio alla luce ci consentirà di visitare anche parte del bellissimo Palazzo Reale di Quisisana voluta nel 1758 da Ferdinando IV e risistemato poi nel 1790, con Ferdinando II di Borbone che fece creare una struttura di quasi 50.000 mq di superfice abitabile e che in quel periodo ebbe il suo massimo splendore. Altre info sulle dimore borboniche 

La mostra sarà visitabile fino al 31 dicembre 2019 dal lunedì al venerdì tra le ore 8.00 e le ore 15.00 con ingresso gratuito e potrebbero esserci delle eventuali aperture straordinarie concordate con il Parco Archeologico di Pompei e il Parco Regionale dei Monti Lattari.

Maggiori informazioni

1 Reply to “Dal Buio alla Luce al Palazzo Reale di Quisisana: mostra gratuita sulle bellezze di Stabiae”

  1. FIORENTINO VECCHIARELLI ha detto:

    LUOGO BELLISSIMO.
    SONO ANNI CHE SI PARLA DI ALLESTIRE UN GRANDE MUSEO ARCHEOLOGICO COI REPERTI DI STABIAE, PURTROPPO SOLO CHIACCHIERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend