Riattivato l’orologio della Reggia di Caserta

Cose-mai-viste-alla-scoperta-dei-luoghi-nascosti-della-Reggia-di-Caserta-e1463835561214.jpg

L’orologio sulla facciata della Reggia di Caserta, che scandiva il “Tempo Reale”, sarà fatto ripartire martedì 15 dicembre 2015 alle ore 12 dopo oltre 20 anni di fermo.

Per la riattivazione dell’orologio ci sarà una cerimonia che inizierà alle 11,30 nel piazzale antistante la Reggia e sarà presente anche la prestigiosa fanfara dei Bersaglieri della Brigata Garibaldi di Caserta.

L’orologio è installato al centro del timpano sul prospetto sud del Palazzo Reale e il suo ripristino è avvenuto nell’ambito del cantiere di restauro del Complesso vanvitelliano che ha consentito anche il ripristino delle campane collegate all’orologio.

La complessa riparazione è stata possibile grazie alla collaborazione dell’Associazione Arma Aeronautica, al Lions Club Caserta Reggia, al Rotary Club del capoluogo, al Sig. PIsapia Guelfo e Claudio Assicuratori e della ditta Panebianco di Pietramelara che ha effettuato i lavori.

La Reggia di Caserta fu costruita da Luigi Vanvitelli a partire dal 20 gennaio del 1752 e procedette velocemente fino al 1759, anno in cui Carlo di Borbone, lasciò il regno di Napoli per diventare Re di Spagna e andare a Madrid. Poi i lavori rallentarono e, nel 1773, alla morte di Luigi Vanvitelli l’opera fu ripresa dal figlio Carlo Vanvitelli. I lavori al grandissimo palazzo terminarono nel 1845 anche se la Reggia fu abitata già dal 1780.

orologio reggia di caserta

La Reggia di Caserta ha una pianta rettangolare ed è organizzata su corpi di fabbrica affacciati su quattro grandi cortili interni. Si estende su una superficie di circa 47.000 metri quadrati per un’altezza di 5 piani pari a 36 metri lineari ed è un complesso grandioso di 1200 stanze e 1742 finestre.

La ripartenza dell’orologio, che segnalerà il tempo tramite le campane collegate, consentirà di rivivere il periodo borbonico in cui il Tempo Reale scandiva la vita della città

[ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend