5 visite guidate da non perdere a Napoli: weekend 24-25 ottobre 2015

5-visite-guidate-da-non-perdere-a-Napoli-weekend-24-25-ottobre-2015.jpg

Sempre tante visite guidate nei weekend a Napoli con un sabato e domenica in cui dovrebbe tornare il sole. Tanti appuntamenti, tutti in compagnia di esperti e storici dell’arte che ci consentono di scoprire i posti più belli di questa nostra città.

In questo fine settimana le bellezze di Napoli con un interessante percorso storico teatralizzato presso il Borgo di Sant’Eligio e Piazza Mercato con visita alla Chiesa di Sant’Eligio, la più antica costruzione francese a Napoli, poi le meraviglie della Basilica di Santa Restituta e della Cappella del Tesoro di San Gennaro e per finire ancora bellezze di Napoli con la Farmacia e Chiostro dell’Ospedale del Popolo di S. Maria degli Incurabili. Domenica “fuori porta” con la bellissima oasi naturalistica di Montenuovo e il lago d’Averno e il meraviglioso Complesso delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile. Tutti luoghi splendidi della nostra terra.

Non dimenticate che il Venerdì, il Sabato e la Domenica h 10,30 potete visitare nelle cantine e nei sotterranei di Palazzo Peschici-Maresca, in via Arena alla Sanità, l’ampio e ben conservato tratto dell’Acquedotto Augusteo, costruito nel 10 dC.

Chiedete sempre informazioni e prenotate ai numeri di telefono indicati delle associazioni per avere maggiori dettagli su quanto da loro proposto. Buon fine settimana a tutti.

Sabato 24 ottobre – Chiesa di San Giovanni a Mare e chiesa di S.Eligio

chiesa di san giovanni a mare

Contributo 15 € (con “sfizioserie in pizzeria). Con Assodipendenti – L’Associazione culturale Assodipendenti-Terramia propone un percorso storico TEATRALIZZATO, presso il Borgo di Sant’Eligio e Piazza Mercato. Il percorso darà modo di approfondire la conoscenza della Chiesa di Sant’Eligio, la più antica costruzione francese a Napoli e la Chiesa di S. Giovanni a Mare: un viaggio tra arte gotica e arte romanica sullo sfondo di Piazza Mercato: luogo carico di memorie storiche. La chiesa di S. Eligio Maggiore è la più antica di epoca angioina della città, in stile gotico, e risale all’anno 1270. Fu edificata nella zona chiamata Campo Moricino per opera di tre cavalieri francesi al seguito di Carlo I d’Angiò, sovrano di Napoli e inizialmente fu dedicata ai santi EligioDionisio e Martino. La chiesa di S. Giovanni a mare è un raro esempio di architettura romanica a Napoli, infatti  venne eretta dai Benedettini nella metà del XII secolo con un ospedale annesso per accogliere i cavalieri di Gerusalemme, i Gerosolimitani, provenienti dalle Crociate in Terra Santa. Nonostante i numerosi restauri, rifacimenti e ampliamenti subiti dalla chiesa nel corso dei secoli, conserva sostanzialmente inalterato il primitivo impianto.

Appuntamento: Ore 10.00: accoglienza presso la Chiesa di San Giovanni a Mare Ore 10.30 – inizio attività culturale. Contributo organizzativo e scientifico: € 15, per Associati Assodipendenti  € 12 Durata itinerario:circa 2  ore max. N.B. Il contributo  comprende  anche  la consumazione in pizzeria di sfizioserie   tipicamente Napoletane. Prenotazione obbligatoria. Informazioni e prenotazioni Assodipendenti   081.6140920 dopo le 17,30 o 338 6702541

Sabato 24 ottobre – Basilica di Santa Restituta e Cappella del Tesoro di San Gennaro

Basilica di Santa Restituta

Contributo 9,50  euro. Con Megaride – Una straordinaria visita guidata con un percorso che comprenderà la Cappella del Tesoro di San Gennaro, apoteosi del barocco romano e napoletano, che con la sua straordinaria cupola rappresentò un modello per le architetture religiose realizzate nei decenni successivi. Ad essa sembra essersi ispirato lo stesso Cosimo Fanzago nella costruzione delle chiese di S. Maria Egiziaca a Pizzofalcone e dell’Ascensione a Chiaia. Nella visita si andrà ad analizzare anche lo straordinario Battistero di San Giovanni in Fonte con meravigliosi mosaici risalenti al V secolo la cui costruzione del battistero sarebbe attribuita all’imperatore Costantino, contemporaneamente alla basilica di Santa Restituta. Naturalmente durante la visita saranno analizzate le vicende storico-artistiche ed architettoniche dell’intera Chiesa.

Appuntamento – ore 10.00, presso ingresso Duomo, lato Museo del Tesoro. L’attività culturale inizierà alle ore 10.30 Il costo è di € 9,50 (comprensivo di visita guidata e biglietto di ingresso del Battistero di San Giovanni in Fonte del valore di € 1,50) Info Megaride 348 1149647

Sabato 24 ottobre – Farmacia e Chiostro dell’Ospedale del Popolo di S. Maria degli Incurabili

farmacia degli incurabili

Contributo  13 euro  . Con Econote –  Nel cuore antico della città di Napoli sulla collina di Capo Napoli, si visiterà il complesso sanitario degli Incurabili, di epoca rinascimentale, voluto fortemente da Maria Luongo nei primi decenni del 500 per portare soccorso e cura a coloro che non potevano permetterselo. Il complesso in origine comprendeva la chiesa di Santa Maria del Popolo, la chiesa di Santa Maria Succurre Miseris dei Bianchi e lo storico ospedale di Santa Maria del Popolo degli Incurabili. Col tempo ingloberà anche la chiesa di Santa Maria delle Grazie Maggiore a Caponapoli e l’omonimo chiostro, il complesso di Santa Maria della Consolazione, la chiesa di Santa Maria di Gerusalemme e il chiostro delle Trentatré. Poi c’è la splendida farmacia settecentesca realizzata da Bartolomeo Vecchione; essa, quasi del tutto intatta, è composta da due sale con l’originaria scaffalatura completamente in legno, sulla quale, sono presenti circa 400 preziosi vasi in maiolica dell’epoca, realizzati da Donato Massa (gli stessi che realizzeranno il Chiostro di S.Chiara). Per anni fu l’Ospedale del Reame con i più rinomati maestri di medicina (tra cui anche  il Moscati) divenendo, addirittura, punto di riferimento per i malati provenienti da ogni parte d’Europa.

Appuntamento – ore 9.15 Uscita Museo Metro 1 nei pressi del Museo Nazionale. quota di partecipazione: Adulti: 13 euro – Ragazzi da 11 a 16 anni: 9 euro  – Ragazzi fino a 10 anni: gratis Numero minimo di partecipanti: 15 è obbligatoria la prenotazione a Econote 347 4504251

Domenica 25 ottobre – l’oasi naturalistica di Montenuovo e il lago d’Averno

oasi naturalistica di Montenuovo e il lago d’Averno

Contributo 6 euro. Con LocusIste – Il Monte Nuovo è un’oasi naturalistica con una bella macchia mediterranea. Ma è anche un vulcano piroclastico formato con l’ultima eruzione dei Campi Flegrei tra il 29 settembre ed il 6 ottobre del 1538. L’eruzione distrusse il villaggio medievale di Tripergole che sorgeva  nei pressi della zona dei laghi in un’area ricca di impianti termali di età romana. Il percorso naturalistico partirà dall’ingresso dell’Oasi, giungerà sul cratere per poi scendere sul Lago d’Averno. Si intersecheranno storia, natura, mitologia e leggende in uno degli ambienti naturali tra i più suggestivi della provincia di Napoli. L’itinerario terminerà con la visita alle “Cantine dell’Averno” di Emilio Mirabella una delle realtà vitivinicole sorte sulla fertile terra flegrea. Nell’agriturismo sarà offerta ai partecipanti una degustazione di vini prodotti nei vigneti della cantina e di altri prodotti locali. Per chi lo desidera, sarà possibile fermarsi presso il vigneto per pranzare a pagamento, previa prenotazione obbligatoria

Appuntamento – ingresso dell’Oasi ore 10,15 – contributo organizzativo: euro 6 comprensivi di degustazione . Chi vuole può pranzare (antipasto, primo, secondo ed una bottiglia di vino DOC ogni 3 persone) al costo di € 15,00 (da richiedere in fase di prenotazione della visita).  Gruppo di max 30 partecipanti. Si consiglia scarpe comode e cappello prenotazione obbligatoria LocusIste 3472374210

Domenica 25 ottobre 2015 – Il Complesso delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile

Complesso delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile

Contributo 8 euro – Con Sirecoop. – La visita riguarderà il Complesso Basilicale paleocristiano di Cimitile, eccezionale esempio di arte e fede e fondamentale testimonianza nella storia della cristianità occidentale. Il complesso comprende diversi edifici fra chiese e resti di basiliche, spesso decorate con mosaici e affreschi, ed è un importantissimo monumento di arte paleocristiana, una dei maggiori in Europa. Dopo le difficili operazioni di scavo e i notevoli lavori di restauro, è possibile oggi intuire la complessa stratificazione dalla basilica di S. Felice in Pincis, comprendente quel che resta della basilica originaria a due navate, alla quale Paolino addossò, perpendicolarmente, un nuovo edificio di culto, a tre navate, ampliando altresì la tomba del Santo e cingendola di un’edicola a pianta quadrata, decorata da mosaici. Si aggiunsero in seguito la basilica di San Gaulonio e la chiesetta dei Santi Martiri, interamente affrescata e costruita con i materiali di risulta della preesistente necropoli romana. Quindi, dal VI sec. d.C. in poi, furono aggiunte al complesso le basiliche dei Santi Stefano e Lorenzo, dei Santi Giovanni Battista ed Evangelista, di San Tommaso e la basilica medievale della Santa Vergine. Attualmente è parte del complesso archeologico delle basiliche anche l’Antiquarium dove si conservano epigrafi romane, un sarcofago romano riutilizzato nel V-VI sec. d.C., marmi riutilizzati, numerosi reperti ceramici, tra cui vasi e lucerne.

Appuntamento: ore 10:30 ingresso del Complesso basilicale in via Madonelle, Cimitile (n.b. il treno Circumvesuviana per Baiano da Napoli Portanolana è alle ore 9,17 e arriva a Cimitile alle 10,09) ore 12:30 Fine della visita guidata. Il contributo è compreso di biglietto d’ingresso al sito Prenotazione obbligatoria Contributo organizzativo euro 8,00 – soci euro 7,00– under 18: euro 2,00 Info e prenotazioni:Sirecoop  392 2863436

 [ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top
Send this to a friend