Vico Equense, passi nel territorio: 14 escursioni gratuite

vico-equense.jpg

Una bella iniziativa ci consentirà di conoscere Vico Equense e il suo territorio con ben quattro mesi di escursioni guidate gratuite organizzate dall’Associazione “Accosta” con il patrocinio del Comune e dell’Azienda di Cura Soggiorno e Turismo. Un progetto, dal titolo “Vico Equense, passi nel territorio”, ci consentirà di scoprire gratuitamente il territorio di Vico Equense, uno dei comuni più belli della penisola sorrentina.

Tutti potranno partecipare per conoscere fin nei minimi dettagli il territorio di Vico nei giorni di Lunedì e Domenica in incontri che si protrarranno fino al mese di giungo 2015 attraverso facili passeggiate di circa tre ore che toccheranno mare, collina, montagna.

vico equense passi nel territorio

Un modo piacevole per conoscere in maniera approfondita la città “porta d’ingresso” della Penisola sorrentina attraverso salutari passeggiate all’aria aperta, nei luoghi vicini a Vico come le frazioni di Montechiaro, Ticciano, Massaquano, San Salvatore, Alberi, S.Maria del Toro, S.Francesco, S.Maria del Castello, Monte Faito, Arola e Seiano, tutti luoghi che saranno oggetto delle visite guidate.

  • Le escursioni del lunedì partiranno dall’Antiquarium Aequano “Silio Italico” in Corso Filangieri 98,  e saranno dedicate ad un giro nel cuore di Vico Equense per conoscere i luoghi che hanno restituito i reperti delle antiche popolazioni vissute nella cittadina costiera lungo i secoli. Si prevede la vista al centro storico del Vescovado, che conserva intatti elementi architettonici secolari, come l’ex Cattedrale della S.S. Annunziata, eletta soli pochi mesi fa “Chiesa più bella d’Italia” dalla TV turistica Marco Polo. Solo Lunedì 6 Aprile, per la tradizionale Pasquetta è prevista un’escursione sul Monte Comune, con pic-nic, musica ed animazione.
  • Le escursioni della domenica partiranno da punti di raduno che verranno comunicati di volta in volta nei giorni precedenti il tour, attraverso la pagina facebook dell’Associazione “Accostae saranno dedicate ai percorsi verso i siti più distanti dal centro condotti da una guida escursionistica. SI prevedono  quattordici incontri alla riscoperta delle antiche frazioni e borghi che si dipanano, dalle Marine di Vico e d’Equa, fino alle zone collinari e a quelle montuose.  

È in programma anche un concorso fotografico che raccoglierà tutti gli scatti più belli raccolti durante le passeggiate.

Per PASQUETTA è prevista una passeggiata sul Monte ComunePartenza ore 10 dalla chiesa parrocchiale di Arola a Vico Equense con risalita da Preazzano e dopo una panoramica passeggiata tutti a “scampagnare” sul Monte Comune, tra sapori, profumi, canti e balli..info a fine pagina.

Programma dei 14 appuntamenti della domenica:

  • 29 marzo: Ticciano. I segreti della borgata custoditi nella chiesa dedicata a S. Michele. Dopo un giro esplorativo si scoprirà la via della selva verso S. Maria del Castello, testimone di antichi mestieri, come i boscaioli.
  • 6 aprile: Pasquella al Monte Comune. La giornata dedicata alla scampagnata si svolgerà sulla panoramica vetta del monte dopo una risalita da Preazzano, pic nic, musica e animazione.
  • 12 aprile: Massaquano e San Salvatore. È il borgo che conserva il prezioso tesoro trecentesco  della cappella di S. Lucia. Una chiesa completamente affrescata in stile giottesco che ci tramanda una storia religiosa secolare.
  • 19 aprile: Alberi e Casini Borbonici. La borgata di Alberi si trova sul passaggio della via Minerva di epoca preromana (VI secolo a.C.) ed ha sempre costituito il passaggio tra il territorio di Vico Equense e quello di Sorrento.
  • 26 aprile: Marina di Vico e Marina d’Equa. Un itinerario alla scoperta della costa di Vico Equense con le tracce storiche nei borghi dei pescatori costruiti intorno alle antiche chiese. Un ambiente intatto caratterizzato dalla presenza dei pescatori e delle calcare,l antiche cave per l’estrazione della pietra.
  • 3 maggio: S. Maria del Toro e S. Francesco, via Sperlonga. Passeggiata lungo la via Minerva, strada millenaria, unica comunicazione tra la piana di Stabia e Vico fino al 1830.
  • 10 maggio: S. Maria del Castello Forestale. Positano e Vico Equense, luoghi così vicini geograficamente ma così diversi nell’attività economica, sono collegati ancora oggi da vari sentieri. Il percorso si snoda lungo la montagna che sovrasta le due costiere.(ndv)
  • 17 maggio: Monte Faito, Neviere. Sulla cime del monte Faito ancora esistono enormi buche utilizzate per le neviere. Queste sono il ricordo di un antico mestiere di conservazione e vendita del ghiaccio prodotto nel periodo invernale con la neve che cadeva abbondante in questi luoghi.
  • 24 maggio: Monte Faito, Monte Molare. Il Molare è la cima più alta del nostro territorio (1444 metri slm) raggiungibile con un sentiero che si snoda nel bosco. Il panorama accompagna tutto il cammino ma, giunti sulla vetta, si spazia a 360 gradi su tutto il territorio circostante.
  • 31 maggio: Monte Faito, Conocchia. La Conocchia è il monte che sovrasta il borgo di S. Maria del Castello e si presenta come un grande anfiteatro segnato dalle linee orizzontali delle faglie. La conquista della cima, regala un panorama spettacolare su tutti il territorio circostante.
  • 7 giugno: Arola, Monte Vicalvano. Questo percorso conduce nel cuore dell’antico tracciato della Penisola Sorrentina e costituisce una parte del sentiero CAI300, il principale itinerario del Monte Faito a Punta Campanella.
  • 14 giugno: Seiano, Punta La Guardia. Alla scoperta dell’antico borgo di Seiano ed il suo collegamento verso il resto della Penisola Sorrentina, prima della costruzione della “via nuova” (1830 circa).

Info associazione promozione sociale territoriale città di Vico Equense Telefono +39 327 9323724

 

[ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend