‘O ghinnèss: la sfilata dei musicisti della Posteggia napoletana

la-sfilata-dei-musicisti-della-posteggia-napoletana.jpg

Il Maggio dei Monumenti quest’anno porterà anche “‘O ghinnèss” un evento che raccoglierà la fila più lunga di musicisti della Posteggia napoletana. Al suo terzo anno la manifestazione avrà di sicuro un exploit perché sono già tantissimi i musicisti che si stanno prenotando per partecipare. Dunque centinaia di mandolinisti, chitarristi, cantanti, “maschere” dei personaggi della Commedia Napoletana, virtuosi della tammorra e artisti delle guarattelle che invaderanno le strade del Centro Antico per battere nuovamente il record della fila più lunga dei musicisti della Posteggia napoletana.

Un grande omaggio alla Città del bel canto e dell’Accoglienza. La manifestazione finale si avrà il 16 maggio 2015, alle ore 10 con il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris,: il corteo, che crediamo sarà enorme, si muoverà da Via San Giovanni Maggiore Pignatelli n.5, sede della liuteria-scuola “La Bottega del Mandolino”  e dell’Associazione “Mastro Masiello Mandolino” guidato da Salvatore Masiello che con la sua famosa tammorra muta, detterà il ritmo della marcia.

maggio dei monumenti 2015 anteprima

Un corteo festoso cui parteciperanno numerosissimi bambini con il costume di Pulcinella che percorrerà via Benedetto Croce, Via San Biagio dei Librai, Via San Gregorio Armeno, Via dei Tribunali, con tappe- spettacolo a Piazza San Domenico Maggiore, Piazzetta Nilo, Piazza San Gaetano e riprenderà il cammino proseguendo per Via San Pietro a Majella, Via San Sebastiano e si concluderà in Piazza del Gesù Nuovo alle ore 13,30.

Lungo percorso, i musicisti suoneranno tutte le più belle canzoni napoletane ed senza dubbio ci sarà anche un omaggio al grande Pino Daniele, figlio del Centro Storico di Napoli.Ma la manifestazione avrà anche delle tappe intermedie che sono le seguenti:

  • Sabato 11 aprile, dalle ore 11 in Vico santa Luciella a San Gregorio Armeno, con “Le Tammorre dei Sedili di Napoli”;
  • Sabato 18 aprile dalle ore 11 a Piazzetta Santa Caterina a Chiaia, con le melodie del gruppo “Mastro Masiello Mandolino” e di nuovo tarantelle, pizzica e taranta
  • Sabato 25 aprile, sempre dalle ore 11 in Vico San Severino a Spaccanapoli, con “L’Officina della Tammorra” sempre con tarantelle, pizzica e taranta;
  • Sabato 9 maggio la classica posteggia torna dalle ore 11 a Via San Gregorio Armeno con il gruppo “Mastro Masiello Mandolino” per annunciare l’evento clou del successivo 16 maggio.
  • Sabato 16 maggio dalle 10 manifestazione finale con corteo da Via San Giovanni Maggiore Pignatelli n.5, via Benedetto Croce, Via San Biagio dei Librai, Via San Gregorio Armeno, Via dei Tribunali, con tappe- spettacolo a Piazza San Domenico Maggiore, Piazzetta Nilo, Piazza San Gaetano e riprenderà il cammino proseguendo per Via San Pietro a Majella, Via San Sebastiano e si concluderà in Piazza del Gesù Nuovo alle ore 13,30.

Ogni tappa sarà dedicata, grazie al Centro Studi sulla Canzone Napoletana dell’Associazione I Sedili di Napoli, ad un autore o ad un  musicista napoletano. Da non perdere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend