5 visite guidate da non perdere weekend 7-8 febbraio 2015

5-visite-guidate-da-non-perdere-weekend-7-8-febbraio-2015.jpg

Vi proponiamo di seguito cinque visite guidate, per scoprire i posti più belli di Napoli,  scelte tra le tante proposte dalle varie associazioni presenti sul territorio. Per sabato c’è il Teatro di San Carlo, voluto da Carlo III di Borbone nel 1737 e primo grande lirico costruito in Italia e poi lo splendido Museo Diocesano di Napoli. Tra le visite della domenica un interessante giro alla scoperta delle mura della città di Napoli, del Palazzo Reale e della Cappella SanSevero tutti posti bellissimi della nostra città. Buon fine settimana a tutti.

Sabato 7 febbraio – Il Teatro San Carlo e la Chiesa di San Ferdinando

Il Teatro San Carlo

Da Sire Coop. Nell’ambito del progetto “Campania… Meraviglie e incanti” è stata organizzata per alle ore 16,00 “Un pomeriggio a teatro – Visita al Teatro San Carlo e alla Chiesa di San Ferdinando, la chiesa degli artisti”. La chiesa di San Ferdinando è del 1636 ed è attribuita a Cosimo Fanzago. Si dice degli artisti perché si svolgono in essa tutte le funzioni religiose degli artisti a Napoli. Poi il San Carlo per conoscere la storia di uno dei simboli della città di Napoli: accanto a Piazza del Plebiscito sorge il primo tempio lirico italiano, la cui nascita anticipa di 41 anni la Scala di Milano e di 55 la Fenice di Venezia. Il Teatro di San Carlo è stato infatti costruito nel 1737, per volontà del Re Carlo III di Borbone fortemente intenzionato a dare alla città un nuovo teatro che rappresentasse il potere regio.

Appuntamento: ore 16:00 raduno a piazza Trieste e Trento a Napoli. Durata circa 2 ore. Contributo organizzativo, con biglietto ingresso teatro euro 10,00, soci Siti Reali euro 9,00. La prenotazione è obbligatoria entro il giorno precedente la visita. Info e prenotazioni Sirecoop 392 2863436,

Sabato 7 febbraio – Il Museo Diocesano Donnaregina

museo diocesiano donnaregina

Con Megaride: l’associazione propone una interessante visita guidata al Museo Diocesano Donnaregina. Un ‹‹incontro culturale›› che parlerà di tardo gotico e barocco non tralasciando di analizzare il passaggio della chiesa da luogo di culto a Museo Diocesano al cui interno sono presenti i maggiori artisti che hanno lavorato a Napoli. Il museo Diocesano è al centro del decumano maggiore presso la seicentesca chiesa di Santa Maria Donnaregina Nuova. Vi sono esposte importanti opere di artisti napoletani e non, di proprietà ecclesiastica in genere mai mostrate prima al pubblico. Tra le tante, molte opere di Massimo Stanzione, Luca Giordano, Andrea Vaccaro, Fabrizio Santafede, Lorenzo de Caro che sono ospitate nei due piani del museo.

Appuntamento: Ore 10,00 Complesso di Donnaregina. Costo  € 12 (comprensivo di visita guidata, auricolari e biglietto di ingresso al Complesso di Donnaregina) per gli Associati € 10,50. Numero massimo partecipanti : 30 e inizio alle ore 10.30 info e Prenotazioni Megaride Tel. 3481149647

Domenica 8 febbraio – Palazzo Reale: A corte tra Re e Viceré

palazzo reale di napoli

Da Assodipendenti. Un percorso storico-artistico con cui, attraverso le sontuose sale di Palazzo Reale e le varie opere d’arte in esso contenute. L’Associazione Culturale Assodipendenti –TerramiaNapoli propone un appuntamento  a Palazzo Reale per approfondire un periodo storico che parte dal Seicento per arrivare fino al Novecento, respirando il clima sociale e culturale dell’intero Regno di Napoli durante i vari secoli.

Appuntamento: ore 10,30: raduno presso ingresso Palazzo Reale, ingresso Piazza del Plebiscito. Costi soci Assodipendenti  euro 6 (Non soci 7) + Biglietto di ingresso a Palazzo Reale: € 4 (Biglietto intero); ridotto 18/24 anni euro 2  Biglietto gratuito (età inferiore ai 18 anni e superiore a 65 anni)-  Prenotazione obbligatoria e informazioni: Assodipendenti 338 6702541 081 61140920 dopo le 17,30

Domenica 8 febbraio – Le mura di Napoli, storia di una metamorfosi

porta capuana

Con InsolitaGuida. Una passeggiata narrata dedicata alla Cinta Muraria dell’antica Neapolis, nata con funzioni di difesa ma ben presto inglobata nel cuore pulsante della città. Quante volte passeggiando per le vie del centro storico di Napoli notiamo pietre accantonate a terra o inglobate in costruzioni più nuove? Grandi blocchi di piperno sagomati che con il tempo sono stati riadattati o inglobati in a scale, balconi, finestre producendo un effetto talvolta curioso ed affascinante altre volte eccessivo o fuori luogo. Nella maggior parte dei casi si tratta di frammenti delle Mura di Napoli, un imponente circuito difensivo fondamentale per la sicurezza della città e per i suoi abitanti che abbracciava l’odierno Centro Antico. Il tour ricostruirà il percorso di parte della cinta sulla base dei suoi resti e delle cortine delle abitazioni che va da Porta Capuana, dove il tratto di muro è stato “ingoiato” dalla città con la costruzione di una delle più belle chiese di Napoli (Santa Caterina a Formiello)  fino al parco di Re Ladislao  attraversando una zona che esce dai percorsi turistici convenzionali ma che si svelerà ricca di tesori e tradizioni, via Cesare Rosaroll. Tappa obbligatoria sarà una delle chiese più suggestive della città, San Giovanni a Carbonara e la visita ai giardini di Re Ladislao. La passeggiata sarà arricchita da fatti e fatterelli che aiutano a trasmettere e far comprendere meglio la tradizione e il colore della Napoli di un tempo.

Appuntamento: Domenica alle 10:00. Il posto sarà comunicato in fase di prenotazione. contributo di partecipazione € 6; riduzione per soci, over 65, under 18. Prenotazione obbligatoria a InsolitaGuida 338 965 22 88.

Domenica 8 febbraio – La Cappella Sansevero, gioiello della scultura internazionale

Visita guidata teatralizzata alla Cappella Sansevero

Con Megaride: La Cappella Sansevero, autentico gioiello della scultura internazionale a Napoli, è celebre per la presenza di alcuni dei suoi capolavori, tra cui il Cristo velato di Giuseppe Sanmartino e la Pudicizia di Antonio Corradini. Legata alla personalità del principe Raimondo di Sangro, una delle figure più carismatiche della Napoli settecentesca, ha un’origine culturale veneta, arricchita da componenti romane, genovesi e austriache, affiancata dall’impronta napoletana di alcuni gruppi marmorei, dovuta esclusivamente alla mano di artisti locali. In relazione alla necessità di contestualizzare la Cappella, si analizzerà, inoltre, l’evoluzione urbanistica di Piazza San Domenico Maggiore con i palazzi annessi, in particolar modo, Palazzo Sansevero, residenza del Principe Raimondo di Sangro.

Appuntamento: ore 09.30 presso l’ingresso della Cappella Sansevero in modo tale da iniziare l’attività culturale alle ore 10.00. Il Costo per la visita guidata e auricolari è € 7. Per gli Associati Megaride è € 4,50. A tali costi, va aggiunto il prezzo del biglietto di ingresso alla Cappella Sansevero distinto in biglietto intero e ridotto. Biglietto intero: € 7. Biglietto ridotto: € 5 per ragazzi 10-25 anni (a presentazione di documento d’identità) e possessori di Artcard, muniti di Artcard. Prenotazione Obbligatoria info e Prenotazioni Megaride Tel. 3481149647

[ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend