5 visite guidate per il weekend 29-30 novembre 2014

5-visite-guidate-per-il-weekend-29-30-novembre-2014.jpg

Grande novità questa settimana. Si potrà eccezionalmente visitare la Villa Augustea di Somma Vesuviana, un luogo molto particolare che viene presentata per la prima volta al pubblico. Da poco se ne sta parlando grazie alla trasmissione ULISSE della settimana scorsa dove e’ stato fatto un reportage completo su Ercolano, Vesuvio e infine sulla villa di Augusto.

E’ veramente una particolare occasione da non mancare per conoscerla. Interessanti anche le altre visite che vi proponiamo tra le tante giunteci. Una Napoli Angioina con lo splendido complesso di San Giovanni a Carbonara che conserva anche opere del Vasari, o la splendida zona di Santa Lucia, la dove è nata la città a pochi passi dall’isolotto di Megaride dove sbarcarono i prini coloni greci.

Storia più recente per la visita alla zona della Sanità e al suo Ponte fino al bellissimo scalone del Nicolini e al Tondo di Capodimonte. Infine il grande periodo romano della flotta imperale sarà svelato nella visita alla grotta della Dragonara di Miseno. Visite eccezionali per posti splenididi della nostra terra.

Domenica 30 novembre – Novità: la Villa Augustea a Somma Vesuviana

Con Assodipendenti: Domenica 30 novembre alle 10 l’Associazione Culturale Assodipendenti-TerraMiaNapoli propone una inedita visita guidata alla scoperta di un sito archeologico di eccezionale importanza, aperto al pubblico solo in rare occasioni e filmato dalla trasmissione “Ulisse” di Alberto Angela. Si tratta di un imponente edificio che gli archeologi  definiscono come la“Villa Augustea”,il luogo apud urbem Nolam dove secondo il racconto dello storico Tacito, il primo e più grande imperatore della storia romana Gaio Giulio Cesare Ottaviano Augusto  trascorse gli ultimi giorni della sua vita. Lo scavo ancora in itinere ed ha riportato alla luce splendide strutture che fanno parte di un ampio edificio romano, costruito nella prima età imperiale e che continuò a vivere fino al V sec. d.c. cambiando nel tempo carattere e funzione fino all’eruzione vesuviana del 472 d.c. La villa è ricca di bassorilievi, stucchi policromi, absidi affrescati, colonne monolitiche sormontate da capitelli corinzi e di alcune straordinarie sculture.

Appuntamento – Punto d’incontro: uscita casello autostradale Pomigliano d’Arco sud nei pressi del cimitero. Accoglienza ore: 10,00 Inizio visita ore:10,30 Prenotazione Obbligatoria – Visita a Numero Chiuso. Soci 5 euro Info e prenotazioni: Assodipendenti cell: 3386702541 – Tel:081.19463799- 081.6140920 ( Dopo le ore 16,30)

Sabato 29 Novembre – San Giovanni a Carbonara a Napoli

Con Megaride – Sabato 29 Novembre, l’associazione Megaride propone una visita guidata allo splendido complesso di San Giovanni a Carbonara a Napoli. Edificata con l’annesso convento nel 1343, la Chiesa fu completata nel 1418 per munificenza di re Ladislao, figlio di Carlo III d’Angiò, divenendo il “pantheon” degli ultimi Angioini. Inquadrata dallo scenografico scalone di Ferdinando Sanfelice, la Chiesa custodisce, tra le altre straordinarie opere, l’imponente Mausoleo di Ladislao di Durazzo, le Storie della Vita della Vergine, affrescate da Leonardo di Besozzo, noto per il suo originalissimo stile tardo-gotico, una Crocifissione di Giorgio Vasari. Un ‹‹incontro culturale›› che permetterà, pertanto, di approfondire un periodo storico-artistico che va dal Trecento al Settecento e che fornirà una lettura storica contestualizzata alla trasformazione del sistema urbanistico di Napoli.

Appuntamento – ore 10.00 presso lo scalone della Chiesa di San Giovanni I costi per la visita guidata sono: € 5 per chi ha la Fidelity Card Megaride; € 7 senza card. Info e Prenotazioni Megaride  3481149647

Domenica 30 novembre – Miseno e la Grotta della Dragonara

Con Sirecoop – Un appuntamento che porterà i visitatori alla scoperta della famosa grotta della Dragonara ingresso di una grande cisterna che alimentava la villa romana, ora non più visibile, dove venne ucciso l’imperatore Tiberio. Di età augustea, è interamente scavata nel tufo rivestita di cocciopesto idraulico. La cisterna è divisa in cinque navate da dodici imponenti pilastri che ne sostenevano la volta a botte. Originariamente l’ingresso era possibile dall’alto attraverso tre aperture; le grandi vasche impermeabilizzate, che permettevano la decantazione delle acque piovane prima che entrassero nella cisterna, sono state in seguito utilizzate come sepolture. Questa struttura idraulica era forse anch’essa al servizio della flotta o dell’adiacente villa di Lucullo, che una fonte antica ricorda posta sul colle a guardare «da un lato il mare di Sicilia e dall’altro il Tirreno». L’itinerario sarà un vero e proprio viaggio tra mito, storia e natura di una area quella di Miseno che in età augustea (I secolo a.C. – I secolo d.C.) divenne base navale per la rinnovata potenza romana. Successivamente ci si sposterà, con mezzi propri, in un vicino vigneto a conduzione familiare dove assaggeranno i pregiati vini flegrei (spostamento facoltativo).

Appuntamento -11:30 presso lo Chalet Giona, Via Dragonara, 8 (Capo Miseno) – 12:30 spostamento facoltativo con mezzi propri, in un vicino vigneto a conduzione familiare dove si assaggeranno i pregiati vini flegrei (via Piscina Mirabile, 63 Bacoli) -13:00 Conclusione delle attività. Contributo non soci: €5,00, soci: €4,00. Prenotazione obbligatoria Sirecoop 392 2863436

Domenica 30 novembre – La strada verso la reggia

Con Locus Iste – Una bella visita narrata e rievocazione storica che ci permetterà di conoscere bene una parte molto particolare della città di Napoli: La  Chiesa e chiostrino di Santa Maria alla Sanità, il Ponte della Sanità, il Corso Amedeo di Savoia, il Tondo di Capodimonte e lo Scalone del Niccolini. Le guide di Locus Iste ci racconteranno una storia che ha per protagonista un ponte. Un ponte che taglia, che divide, che unisce, che resiste. Un ponte di collegamento, quello della Sanità, che a partire dall’Ottocento muterà l’assetto urbanistico di Napoli creando nuove prospettive con la realizzazione di Corso Napoleone e dello scalone monumentale del Niccolini.  Un ponte verso la libertà. Quella difesa, a costo della vita, contro la linea del fuoco nemico nazista.

Appuntamento:  Alle 10.15 in Piazza Sanità, nei pressi della Basilica di Santa Maria della Sanità, Contributo associativo  6 euro. Prenotazione obbligatoria e informazioni Locus Iste Tel. 3472374210

Domenica 30 novembre- Il borgo di Santa Lucia, dove Napoli vide la luce

Con Insolitaguida– Una nuova passeggiata narrata alla scoperta del più antico borgo di Napoli, quello di Santa Lucia, e di un popolo che ha “creato” tale quartiere, quello dei “Luciani”, con la loro storia, feste e soprattutto le particolari superstizioni. L’itinerario non può non cominciare lì dove Napoli “nacque”, a pochi passi dall’isolotto di Megaride, dove sbarcarono i coloni greci provenienti da Cuma per fondare Neapolis: dall’alto di Castel dell’Ovo con la sua leggendaria storia e la visita alle magnifiche terrazze e alla chiesa del Salvatore. Durante il percorso come sempre ci saranno delle chicche come la fontana “famosa” perché comparsa su una serie limitata di francobolli o il palazzo chiuso per lutto eterno; non mancheranno le leggende cui sono abituati i partecipanti come quella dell’acqua di mummara e del pozzo di Don Ciccio. Si visiterà anche la chiesa di Santa Maria la Catena con il suo miracolo, compatibilmente con gli orari di apertura e di messa.

Appuntamento: alle 10:30 il luogo verrà comunicato in fase di prenotazione. Il Contributo è Intero € 6; Ridotto ( soci, studenti, over 60 ) € 5 Per prendere parte agli eventi a numero chiuso  occorre prenotare chiamando Insolitaguida al 338 965 22 88

 [ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend