Eduardiana: gli eventi per ricordare Eduardo De Filippo

Eduardiana-gli-eventi-per-ricordare-Eduardo-De-Filippo.jpg

A 30 anni dalla sua morte  la città di Napoli e il Forum Universale delle Culture ricordano Eduardo De Filippo con un ampio calendario di eventi presentato con il titolo di “Eduardiana”. Rappresentazioni teatrali, convegni, mostre per ricordare Eduardo De Filippo che si svilupperanno nei mesi prossimi ma anche spettacoli, convegni e seminari che mettono in luce il ricchissimo lavoro di autore di Eduardoe il suo impegno di attore, regista, sceneggiatore. Di seguito vi presentiamo un primo elenco degli eventi che si svolgeranno in città fino a marzo 2015 per ricordare il grande Eduardo De Filippo a 30 anni dalla sua morte.

  • “Napoli nella tempesta” Da sabato 6 a lunedì 8 settembre 2014 al Maschio Angioino (ore 21.00) con una versione in napoletano arcaico, di Eduardo del Filippo de “La tempesta” di Shakespeare con Mariano Rigillo per la regia di Bruno Garofalo e le musiche originali di Antonio Sinagra. frammenti scelti ed elaborati nella messa in scena a cura di Bruno Garofalo. L’ingresso al Maschio Angioino per “Napoli nella tempesta” sarà gratuito ma su prenotazione da effettuarsi al numero telefonico: 324 5949643.
  • Eduardo…luoghi, vita, opere” Mostra Fotografica di Claudio Garofalo a cura di Bruno Garofalo, Basilica San Giovanni Maggiore – 11 maggio fino al 31 ottobre 2014 -Organizzata autonomamente dalla Fondazione De Filippo e dalla Fondazione dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Napoli In esposizione 50 scatti di Claudio Garofalo, dal 1970 al 1982 fotografo di scena di Eduardo. Negli spazi della chiesa è stato inoltre ricostruito il camerino di Eduardo così com’era negli anni ’50 al Teatro San Ferdinando. Una sezione multimediale con frammenti video e audio testimonia il percorso artistico e umano di Eduardo.
  • Mostra dedicata ad Eduardo De Filippo – Tra ottobre e novembre 2014 a cura della Biblioteca Nazionale di Napoli, che la ospiterà nelle sue sale, oltre che nel salone storico della biblioteca Lucchesi Palli. Una selezione di documenti dal fondo Eduardo De Filippo, depositato presso la sezione Lucchesi Palli della Biblioteca Nazionale di Napoli (copioni, fotografie, locandine, programmi di sala e altri materiali), sarà in mostra insieme con una selezione di testimonianze sulle arti dello spettacolo a Napoli e in Italia dall’Ottocento fino alla produzione contemporanea. Sugli schermi saranno visionabili i documenti audiovisivi riguardanti l’attività teatrale di Eduardo.
  • “Eduardo, Artefice Magico” da mercoledì 29 Ottobre a giovedì 30 Ottobre 2014 al Teatro di San Carlo – Il balletto “Eduardo, artefice magico”, nuova produzione, progetto e coreografia di Francesco Nappa, in cui l’universalità di Eduardo è scandita dal sound di musiche che provengono da autori a lui lontani, Klint Mansell, Peter Broderick,Guerino et son Orchestre Musette, A Broken Consort, Max Richter, tutti più giovani – salvo Piero Piccioni – rispetto alle generazioni che hanno conosciuto il drammaturgo e lo hanno visto operare sulle scene. Al centro della rappresentazione è il mare, evocato dalla poesia eduardiana.
  • Le Voci di Dentro di Eduardo De Filippo 29 ottobre – 9 novembre 2014 | Teatro San Ferdinando. Inaugurazione Stagione Teatrale regia Toni Servillo. Acclamato dalle platee teatrali in tutta Italia e nei maggiori palcoscenici internazionali, torna per il secondo anno consecutivo al Teatro San Ferdinando lo spettacolo Le voci di dentro di Eduardo De Filippo diretto e interpretato da Toni Servillo, al quale lo Stabile affida l’apertura della Stagione nel trentesimo anniversario della scomparsa del grande autore e attore napoletano, che cade il 31 ottobre 2014.
  • Eduardo, filosofo di Napoli – 15 gennaio – 1 febbraio 2015 – Castel dell’Ovo Mostra di Luciano MolinoAttraverso le opere di Luciano Molino, volto, gesti, espressioni di Eduardo De Filippo rivivranno in mostra al Castel dell’Ovo nell’ambito delle iniziative promosse dal Comune di Napoli per ricordare Eduardo a trent’anni dalla morte. Artista versatile e dai molteplici interessi estetico-formali, Luciano Molino ha lavorato sul volto e sulla figura di Eduardo, esplorandone gesti ed espressioni, utilizzando molte tecniche diverse, dal pastello al collage, dalla pittura alla serigrafia, per proporre le tante sfaccettature di un carattere e di una “filosofia” che hanno lasciato un segno incancellabile nella nostra storia culturale e nella nostra immaginazione.
  • Dolore Sotto Chiave – 10 > 15 marzo 2015 | Teatro San Ferdinando di Eduardo De Filippo, regia Francesco Saponaro. Dolore sotto chiave è un atto unico di Eduardo De Filippo inserito nella raccolta “Cantata dei giorni dispari”. Nato come radiodramma nel 1958, viene portato in scena per la prima volta nel 1964 al Teatro San Ferdinando di Napoli, con la regia di Eduardo che affida il ruolo del protagonista a Franco Parenti. Nel 1980 verrà ripreso insieme ad altri due atti unici, nel ruolo dei protagonisti Luca De Filippo e Angelica Ippolito.

[ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend