Cavani: 100 gol in Italia. E per gli azzurri è caccia al terzo posto

Si è svegliato, il Napoli di Walter Mazzarri. Se contro il Novara, la volta scorsa, la vittoria poteva essere imputata alle scarse qualità dell’avversario (che, comunque, ieri ha battuto la Lazio), il risultato dell’altro giorno testimonia il buono stato di forma del Napoli. Gli uomini di Mazzarri hanno piegato il Lecce di Serse Cosmi, ben più combattivo e determinato ad agganciare la zona salvezza.

Con quattro gol fatti e zero subiti in due partite, gli azzurri si rilanciano prepotentemente alla rincorsa del terzo posto, sfruttando anche i risultati favorevoli degli altri incontri di serie A: la Lazio capitola a Novara grazie a una rete dell’ex azzurro Peppe Mascara, che aveva preannunciato la sua intenzione di lanciare gli ex compagni di squadra verso la Champions; l’Inter batte l’Udinese nello scontro diretto raggiungendola due punti sotto il Napoli (ma con un calendario più difficile e gli scontri diretti a sfavore); la Roma perde ancora contro la Fiorentina e sembra la squadra più in difficoltà tra le inseguitrici della Lazio.

La partita più difficile per i partenopei, da ora alla fine della stagione, sarà proprio contro i giallorossi sabato prossimo: notizie positive sono però il ritorno di Lavezzi e Pandev nelle disponibilità di Mazzarri e l’assenza, tra gli avversari, di De Rossi Lamela ed Osvaldo. Se il Napoli dovesse spuntarla, la strada per il terzo posto sarebbe spianata, nonostante sia necessario ancora un passo falso da parte della Lazio di Reja attualmente a quota 55 punti, uno in più degli azzurri.

Quello che piu’ fa piacere e’ che il Napoli sia riuscito ad adattarsi all’assenza di Lavezzi trovando compattezza in un nuovo modulo, che a questo punto potrebbe perfino mettere in discussione il Pocho come titolare nei prossimi incontri. Il 3-5-1-1 con tre mediani in buona condizione – Dzemaili, Gargano e Inler – e Hamsik a fare da trequartista con libertà di inserirsi ha pagato, in concomitanza col ritorno di Maggio e Zuniga. Davanti, è bastato solo lui: Edinson Cavani.

Il Matador ha segnato sia contro il Novara che contro il Lecce, mettendo a segno contro i salentini la sua centesima rete da quando gioca in Italia. Di queste, ben 63 con la maglia del Napoli tra campionato e coppe. Un risultato importante, che mette in secondo piano almeno per un po’ le voci circa una sua cessione a fine stagione. Voci che il presidente De Laurentiis si era comunque affrettato a smentire, seguito poi dal procuratore dello stesso Cavani, Claudio Anellucci, che ha dichiarato: “A Napoli c’è un progetto serio e chiunque vorrebbe farne parte. C’è un contratto e il mio assistito vuole rispettarlo”.

[ad#Napoli-end]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend