Il Napoli cade a Verona. Il Chievo passa 1 a 0.

Un brutto Napoli perde a Verona stasera, contro un Chievo che si rivela sempre più “bestia nera” per gli azzurri battuti anche l’anno scorso, sia all’andata che al ritorno.

Mazzarri schiera una formazione completamente rivoluzionata rispetto alle precedenti uscite, con gli esordienti Fideleff e Fernandez in difesa al fianco di Aronica, Zuniga al posto di Dossena e un attacco del tutto nuovo formato da Santana, Mascara e Pandev.

Nel primo tempo il Napoli contiene le iniziative del Chievo, non moltissime a dire il vero, e la partita viaggia piuttosto lenta senza che i portieri siano praticamente mai impegnati da ambo le parti.

Nella ripresa sembra dover proseguire il copione della prima frazione di gioco, ma poi i cambi effettuati da entrambe le squadre alterano il corso della partita: per gli azzurri entrano Cavani, Hamsik e Inler al posto di Santana, Maggio e Mascara; per i gialloblu Moscardelli e Sammarco al posto di Thereau e Cruzado.

Ed è proprio uno dei nuovi entrati per i veneti, e non le stelle del Napoli tenute in panchina fino a quel momento, a dare una svolta all’incontro. Al 28’ del secondo tempo, infatti, su cross dalla destra di Hetemaj, Fideleff respinge male col destro e Moscardelli ne approfitta dall’altezza del dischetto di rigore per punire De Sanctis con un sinistro potente di contro balzo. E’ 1 a 0. Il difensore 22enne argentino del Napoli era stato autore fino a quel momento di una buona prestazione, peccato rovinarla così.

Il Napoli cerca di reagire e di attaccare il Chievo, che però chiude tutti gli spazi e si rifugia in difesa affidandosi di tanto in tanto alle ripartenze. Alcune di queste sono pericolose e De Sanctis viene impegnato in qualche parata. Gli azzurri non riescono a riportare la partita dalla loro e, dopo 4 minuti di recupero, Damato decreta la fine.

Il Napoli è fermo così a 6 punti, con Genoa, Juventus e Udinese a quota 7 in testa alla classifica. Sabato sera sarà ospite al San Paolo la Fiorentina, e Mazzarri e i suoi cercheranno di ripartire da lì. Magari con qualche titolare in più.

[ad#Napoli-end]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend