De Laurentiis non molla Hamsik. E’ scontro con il Milan

Non ne vuole proprio sapere Aurelio De Laurentiis di cedere Marek Hamsik. Almeno non in questi termini. Le insistenti voci di mercato di questi giorni che vogliono il centrocampista slovacco sempre più vicino al Milan hanno infastidito non poco il presidente azzurro, che non pone pregiudiziali assolute sulla cessione di Marechiaro ma contesta i metodi. Che siano i media a fargli pervenire queste notizie non gli fa piacere, e finché non si fanno vivi i dirigenti dei rossoneri non darà credito alle chiacchiere.

“Ho letto che Berlusconi avrebbe dato via libera ai suoi dirigenti per trattare Hamsik. Ma il mio numero ce l’ha: alzi il telefono e mi chiami, se è davvero interessato. Galliani non mi ha mai chiesto niente. Per questo sono portato a credere che siano tutte sciocchezze. E in ogni caso il Napoli è una gioielleria, non un supermercato. Il fair play finanziario deve valere per tutti, non è che se uno fa il presidente del consiglio può fregarsene”.

E aggiunge: “Se ci fosse qualche nostro giocatore che non vuole più vestire i meravigliosi colori azzurri, allora non sarebbe più degno di far parte del Napoli. E solo in quel caso si potrebbe discutere del prezzo”. E’ l’unica condizione a cui si potrebbe cedere uno dei gioielli (parole che non giungono a caso, mentre le sirene del Tottenham sembrano rivolgersi in questi giorni al Pocho Lavezzi). Ma precisa che non è questo il caso di Hamsik, “un uomo vero felicissimo di indossare la maglia del Napoli”.

Insomma, il patron non svende nulla, anzi. Si muove sul mercato alla ricerca di nuovi colpi: appare sicuro su Inler e possibilista su Palombo, con cui Mazzarri ha già lavorato. Staremo a vedere, ma intanto una cosa appare sicura: per strappare al Napoli i suoi gioielli, si dovrà faticare non poco.

[ad#Napoli-end]

0 Replies to “De Laurentiis non molla Hamsik. E’ scontro con il Milan”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend