4 visite guidate a Napoli: cosa fare nel weekend dal 8 al 10 aprile 2022

Basilica-della-Pietrasanta-LAPIS-Museum-sagrato-fiorito-1.jpeg

Ph Lapis Museum

Sempre in sicurezza le visite guidate a Napoli e in tutta la Campania con tanti eventi interessanti, perlopiù all’aperto, per scoprire, con degli esperti, i luoghi più belli della nostra terra

 

Contenuto sponsorizzato

Anche per questo weekend dal 8 al 10 aprile 2022 ci saranno delle visite guidate in sicurezza nei luoghi più belli di Napoli e della Campania, con passeggiate guidate che ci faranno conoscere i posti più particolari e straordinari della città e dei suoi magnifici dintorni. Gli eventi sono proposti da associazioni che lavorano da anni sul territorio e che utilizzano brave guide e storici dell’arte per accompagnarci nei posti più belli della nostra terra.

Chiedete sempre informazioni sulle misure specifiche che verranno applicate per rispettare le normative per l’emergenza e prenotate ai numeri di telefono indicati delle associazioni per avere maggiori dettagli su quanto da loro proposto. Buon fine settimana a tutti

Aperto tutti i giorni –  La straordinaria bellezza di Napoli sotterranea al LAPIS Museum

Il percorso sotterraneo del LAPIS Museum riapre al pubblico tutti i giorni. Da lunedì 28 marzo 2022 il polo museale nel cuore del centro storico di Napoli è aperto dalle ore 10.00 alle 20.00, festività pasquali incluse. Un chilometro di camminamenti sotterranei a quaranta metri di profondità, scissi quasi in due parti: il Museo dell’Acqua, con le antiche cisterne greco-romane ritornate in funzione grazie ad un progetto con ABC Napoli, e il Decumano Sommerso, gli ambienti dell’antico acquedotto riconvertiti in ricovero dall’Unione nazionale protezione antiaerea, per trovare rifugio durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale. Luci, suoni, colori lungo questo scenario sospeso tra storia, arte, archeologia. La Basilica della Pietrasanta, dove ha sede il percorso, è stata infatti costruita, secondo alcuni studi, sui resti dell’antico tempio di Diana, dea della caccia e della Luna, cui è dedicata una sala con una luminosissima Luna piena, memore dell’origini di questo monumento della cristianità. Il percorso si conclude con due installazioni che rievocano la vita negli anni ’40: i due ologrammi di Gennarino e Michela raccontano con simpatia, di eduardiana memoria, la vita nella “Napoli di sotto”, ma il pathos è affidato all’immersiva Sala dei bombardamenti, che restituisce al pubblico il significato di quei momenti oggi non così lontani.

L’evento è a cura di Lapis Museum a cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento e sulle misure applicate per rispettare le normative per l’emergenza.

  • Appuntamento: tutti i giorni – aperto dalle 10.00 alle 20.00 Visite guidate alle ore 10.30 – 12.30 – 16.30 – 18,30. – per il weekend è raccomandata la prenotazione. Per gruppi, uguali o superiori a 15 persone, è possibile richiedere un’apertura personalizzata,
  • Contributo: Ticket intero 10 euro x visita accompagnata in gruppo. Possibili sconti famiglia, gruppi e altre riduzioni
  • OrganizzazioneLapis Museum Prenotazione consigliata – Consigliate scarpe comode e un coprispalle per le cavità – info e prenotazioni +39 081 192 30 565 – (servizio WhatsApp sempre attivo) info@lapismuseum.com Lapis Museum
  • Maggiori InformazioniMuseo dell’Acqua e Decumano sotterraneo

Domenica 10 aprile – Passeggiata ecologica lungo le sponde della laguna di Miseno

La Laguna di Miseno occupa il cratere di un antico vulcano invaso dall’acqua del mare. Il “lago” è oggi separato dal mare da una barriera sabbiosa larga circa 200 metri ed è con esso collegato attraverso due foci site l’una nei pressi della baia di Miseno e l’altra a Miliscola. Gli antichi lo identificarono con la Palude Stigia, sulla quale la barca di Caronte accoglieva le anime dei trapassati. Il Miseno, detto anche Mare Morto per l’aspetto stagnante delle sue acque, in epoca romana faceva parte, insieme con l’adiacente rada, dell’antico porto Misenum. Il porto, collocato nell’omonimo cratere semisommerso, era formato da due bacini naturali: la parte lacustre era utilizzata come bacino di allestimento e riparazione delle navi, nella rada era, invece, localizzata la classis misenensis, la flotta navale imperiale romana.Nelle sue acque poco profonde è possibile scorgere contemporaneamente fauna tipicamente marina e dulciacquicola. L’ameno paesaggio che circonda le sue sponde e le incantevoli bellezze naturali avvolgono la laguna in un’atmosfera unica.

L’evento è a cura di Napoli da Cima a Fondo a cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento e sulle misure applicate per rispettare le normative per l’emergenza.

  • Appuntamento: – Ore 10.15 villa comunale di Bacoli. Durata: 2 ore
  • Contributo: 8€/persona – Soci 6€ – Gratis fino a 10 anni, ridotto 4€ dagli 11 ai 14 anni
  • OrganizzazioneNapoli da Cima a Fondo – Green Pass, Mascherina FFP2, Prenotazione obbligatoria 371 3196745 – info@napolidacimaafondo.org Si consiglia abbigliamento comodo e scarpe da passeggiata.
  • Maggiori Informazioni:  Pagina ufficiale Napoli da Cima a Fondo

Domenica 10 aprile – Il Complesso Monumentale Vincenziano nel Borgo Vergini

Il Complesso Monumentale Vincenziano nasce nel 1669, nell’antico Borgo Vergini di Napoli sui resti del convento trecentesco dei Padri Crociferi, ordine ospedaliero di origine medievale, le cui vestigia sono ancora riconoscibili nell’antica cripta. Nel ‘700 donazioni della nobiltà napoletana, permisero ai Missionari Vincenziani di ampliare il complesso con architetti di spicco come Michelangelo Giustiniani e Luigi Vanvitelli. I Padri, per conseguire la propria missione di evangelizzazione, arricchirono il proprio patrimonio spirituale con molteplici reliquie di martiri, realizzando una Cappella apposita per la loro custodia, la Cappella delle Reliquie, di architettura vanvitelliana, al cui interno è presente un’altra ampolla contenente il sangue di San Gennaro, patrono della città partenopea. Una bella visita che ci permetterà di conoscere la Chiesa, la cui pala d’altare rappresenta San Vincenzo de’ Paoli in gloria di Francesco De Mura e gli ambienti del Complesso visitando il Refettorio, con una straordinaria tela La Cena di Gesù dal ricco fariseo, del pittore napoletano Gerolamo Cenatiempo. Si andrà anche nella cosiddetta “Cappella d’Estate”, la Cripta medievale del Convento dei Padri Crociferi e che accoglie la sepoltura la sepoltura della Contessa Brandis di Staremberg, nobildonna del ‘700 importantissima per lo sviluppo architettonico vincenziano.

L’evento è a cura di Megaride Art a cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento e sulle misure applicate per rispettare le normative per l’emergenza.

  • Appuntamento: – ore 10,45 ingresso Complesso dei Vincenziani, via Vergini 51 di fronte al famoso Palazzo dello Spagnolo – Termine ore 12,45 – 13 circa
  • Contributo: 12 euro a persona (Visita e donazione alla Chiesa)
  • OrganizzazioneMegaride Art – obbligo Green Pass, Mascherina FFP2, gel disinfettante Prenotazione obbligatoria 348 114 9647 gradita via mail info@megarideart.com   
  • Maggiori Informazioni:  Pagina ufficiale Megaride Art

Sabato 9 e domenica 10 aprile – Aperivisite serali nelle Catacombe di San Gennaro 

catacombe di san gennaro

© Marco Criscuolo

Le Aperivisite sono delle particolari visite serali con Aperitivo nelle splendide e suggestive Catacombe di San Gennaro a NapoliUn evento che si ripete oramai da tempo e che riscuote sempre un grande successo. L’AperiVisita è una speciale e suggestiva visita guidata serale che ci permetterà di conoscere uno dei luoghi più belli e straordinari della città. Le Catacombe, infatti, oltre ad essere una delle cavità sotterranee più belle che esistono in città sono anche un luogo di eccezionale memoria storica per Napoli. Una straordinaria discesa nella bellezza del mistero, tra arcosoli, mosaici e affreschi, in uno dei luoghi più antichi e particolari della città che si trova sulla collina di Capodimonte adiacente alla grande Basilica Incoronata Madre del Buon Consiglio. Un evento esclusivo perché si svolge solo su prenotazione e che sarà arricchito dal tipico aperitivo napoletano “taralli e birra” offerto da Taralleria Napoletana e Birra KBirr, due eccellenze del Rione Sanità.

L’evento è a cura delle Catacombe di Napoli a cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento e sulle misure applicate per rispettare le normative per l’emergenza.

  • Appuntamento: – ore 20,00 ingresso Catacombe di San Gennaro c/o Basilica di Buon Consiglio a Capodimonte Via Tondo di Capodimonte, 13 Napoli (parcheggio gratuito a pochi metri)
  • Contributo: €15 – include ingresso + aperitivo + visita guidata Da 0 a 12 anni è gratuito.
  • OrganizzazioneCatacombe di Napoli –info e Prenotazione obbligatoria 081 744 37 14
  • Maggiori Informazioni Aperivisita alle Catacombe

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata – Questo articolo è un contenuto originale di Napoli da Vivere e pertanto protetto da copyright. La sua copia è vietata e la sua riproduzione anche parziale deve essere autorizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend