Complesso Monumentale di Sant’Anna dei Lombardi: un luogo ricco di capolavori da non perdere a Napoli

Complesso-Monumentale-di-SantAnna-dei-Lombardi-a-Napoli.jpeg

Una straordinaria chiesa nel centro di Napoli con capolavori rinascimentali e affreschi realizzati dal Vasari nel 1500 per la dinastia aragonese. La chiesa ha anche ospitato negli ultimi anni della sua vita Torquato Tasso che vi scrisse la Gerusalemme Liberata.

 

Il Complesso Monumentale di Sant’Anna dei Lombardi, conosciuto anche come Santa Maria di Monte Oliveto, è un luogo stupendo che si trova nel centro di Napoli, nella zona di Monteoliveto, tra Piazza Carità e via Monteoliveto.

La Chiesa di Sant’Anna dei Lombardi di Napoli è una delle più importanti testimonianze del rinascimento toscano a Napoli e conserva al suo interno opere di straordinaria importanza e raffinatezza, frutto dei gusti di una particolare committenza e del relativo periodo storico.

Fondata nel 1411, ai tempi del re Ladislao di Durazzo, era in origine una piccola chiesa detta di santa Maria di Monteoliveto, affidata ai padri Olivetani. Successivamente, con Alfonso I di Napoli, fu ampliata ed arricchita e divenne una delle chiese preferite dalla corte aragonese.

Nel passato il complesso, grazie anche alle sue numerose cappelle, è stato uno dei più grandi monasteri d’Italia e attirò a sé il patrocinio dai re di Napoli.

Un vero capolavoro dell’arte rinascimentale

La chiesa testimonia anche lo stretto legame tra Napoli e la Toscana dovuto a quei tempi ad un gruppo di mercanti, artigiani e banchieri fiorentini insediati in città. Non a caso la grande famiglia Strozzi, attraverso una propria banca in città pagava i numerosi artisti presenti.

Quando, successivamente, Ferdinando I delle Due Sicilie dispose l’allontanamento dei padri olivetani l’arciconfraternita dei Lombardi si spostò nella chiesa di Monteoliveto che fu da allora chiamata di Sant’Anna dei Lombardi.

Il Complesso aveva anche quattro chiostri, uno dei quali, è stato inglobato nella vicina Caserma Pastrengo dei Carabinieri. Li trascorse gli ultimi anni della sua vita Torquato Tasso, e vi scrisse la Gerusalemme Liberata. Nella Sacrestia, che un tempo ospitava il refettorio dei frati, esistono ancora affreschi realizzati da Giorgio Vasari tra il 1544 ed il 1545.

Anche lavori del Vasari a Sant’Anna dei Lombardi

sant'anna dei lombardi

Oggi il magnifico complesso monumentale della chiesa di Sant’Anna dei Lombardi conserva ancora tantissimi capolavori tra cui i dipinti di Pedro de Rubiales importati dalla Spagna, quelli degli artisti toscani Antonio Rossellino e Benedetto da Maiano, il capolavoro del modenese Guido Mazzoni “Lamento” e il soffitto affrescato da Giorgio Vasari, una meraviglia dell’arte dell’Alto Rinascimento.

Come visitare il Complesso Monumentale di Sant’Anna dei Lombardi a Napoli

La chiesa è visitabile tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 09:30 alle 18:30 e la domenica dalle 12:30 alle 17:30. E’ disponibile anche un comodo servizio di visita con un’audioguida prenotabile per il giorno e l’orario che preferite tramite il sistema internazionale di prenotazione Tiqets al solo costo di 6 euro a persona. Nel biglietto è incluso l’ingresso al Complesso Monumentale della Chiesa Sant’Anna dei Lombardi e l’Audioguida scaricabile in Italiano, francese, inglese, spagnolo e tedesco (codice QR e istruzioni in biglietteria).

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Link affiliato a Tiqets

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend