Dantedì: il 3° canto dell’inferno di Dante al Tempio di Apollo sul Lago d’Averno

lago-daverno-2.jpg

Il 25 marzo è il Dantedì, la Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri e ci saranno tante iniziative in tutta Italia. A Napoli in diretta Facebook un evento che inaugura una rassegna di Lecturae dedicata all’interpretazione e alla divulgazione dell’opera di Dante negli straordinari luoghi dei Campi Flegrei.  

 

 

Si terrà giovedì 25 marzo 2021, in occasione del Dantedì 2021, il primo appuntamento con la Lectura Dantis presso il Tempio di Apollo sul Lago d’Averno, un posto straordinario celebrato come luogo d’ingresso di Enea agli inferi. Un appuntamento particolare che si potrà seguire in diretta alle ore 12.00 sulla pagina Facebook del Parco archeologico dei Campi Flegrei e sui canali dell’emittente televisiva regionale Campi Flegrei (555 e 877 HD).

La lettura del III canto dell’inferno di Dante sarà a cura del Professor Andrea Mazzucchi, ordinario di Filologia della Letteratura Italiana e direttore del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

La lettura dell’opera di Dante dove si credeva fosse l’ingresso degli inferi

Il primo appuntamento delle Lecturae Dantis Avernae, in occasione delle celebrazioni per il settimo centenario della morte di Dante si svolgerà presso il così detto Tempio di Apollo, l’imponente edificio termale di epoca romana che sorge lungo le sponde del lago d’Averno.

Quei luoghi furono individuati da Galileo Galilei come luogo d’inizio del viaggio dantesco nell’aldilà, nel territorio tra Cuma e Napoli e, nello specifico, nel bosco che circonda il lago d’Averno.

Un lago che in antichità era celebrato come luogo dell’ingresso di Enea agli inferi, e che diventa la cornice per la lettura del III canto dell’Inferno della Divina Commedia.

Una iniziativa che è il primo incontro di un percorso di approfondimento dell’opera di Dante alla ricerca di connessioni con il patrimonio flegreo, restituito alla comunità attraverso letture e performance offerte ai visitatori dei siti del Parco archeologico dei Campi Flegrei.

Un evento è in collaborazione tra il Parco archeologico dei Campi Flegrei, il Comune di Pozzuoli e l’Università Federico II nell’ambito del Progetto “Pozzuoli città che legge”.

Maggiori informazioni – Parco archeologico dei Campi Flegrei

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend