Concerto di Natale 2020 del Conservatorio di Napoli dalla Basilica della Pietrasanta

concerto-di-natale-conservatorio.jpg

Il Conservatorio di Musica di San Pietro a Majella di Napoli ha organizzato il Concerto di Natale nella Basilica di Santa Maria Maggiore della Pietrasanta nel centro storico di Napoli assieme al Polo Culturale della Pietrasanta. Si potrà vedere liberamente online

 

 

Il Conservatorio di Musica di San Pietro a Majella di Napoli ha organizzato assieme al Polo Culturale della Pietrasanta uno straordinario Concerto di Natale 2020 che sarà trasmesso mercoledì 23 dicembre 2020 alle ore 18 sui canali social del conservatorio partenopeo e potrà essere visto liberamente.

Il concerto verrà registrato nella Basilica di Santa Maria Maggiore della Pietrasanta nel centro storico di Napoli e il programma dell’evento prevede l’intervento del soprano Maria Grazia Schiavo, che interpreterà la  Wiegenlied  (Ninna-nanna) di Richard Strauss,  Dormi benigne di Carmine Giordano e Rejoice Greatly di Georg Friedrich Händel.

Prevista la partecipazione al pianoforte di Maurizio Iaccarino e del Coro di giovani voci del Conservatorio di Napoli diretto dal Maestro Antonio Berardo con 4 soprani, 4 contralti, 4 tenori e 4 bassi che interpreterà Quanno nascette ninno e Tu scendi dalle stelle di Sant’Alfonso Maria De Liguori e poi altri brani tra cui Dormi, dormi di Lajos Bardos, Brillò nel ciel di un Anonimo del ‘700, White Christmas di Irving Berlin, O holy night di Adolphe-Charles Adam.

Non mancherà un intervento introduttivo, con una poesia in napoletano, interpretata dall’attore Gigi Savoia. La scenografia dell’evento sarà a cura dalla Scarabattola, la bottega d’arte presepiale dei fratelli Scuotto. Il concerto di Natale sarà dedicato dal Polo Culturale della Pietrasanta alla città di Napoli.

Un grande percorso sotterraneo sotto la Basilica della Pietrasanta

La grande Basilica del Centro storico fu costruita nel VI secolo come basilica paleocristiana su una struttura di epoca romana, forse un tempio dedicato a Diana. La chiesa attuale della Pietrasanta fu eretta tra 1653 e il 1678 da Cosimo Fanzago che la ricostruì in chiave barocca con la famosa cupola che è la più alta del centro storico di Napoli.

Oggi la Basilica fa parte di un Polo Culturale gestito dalla Onlus Polo Culturale della Pietrasanta e pochi mesi fa ha aperto un nuovo percorso sotterraneo completamente inedito mostrandoci una Napoli sotterranea mai vista prima. Un vero e proprio decumano sotterraneo lungo quasi un chilometro tra sale che si susseguono,  con tanto da vedere.

C’è infatti una parte dell’acquedotto greco-romano dell’Antica Neapolis, e poi tanto altro tra cui la Cisterna dei Pozzari, l’Archivio di Tufo e la Piscina del Principe. Un percorso tra epoche e personaggi storici che si intersecano con la storia della città di Napoli.

Maggiori informazioni sul Decumano Sotterraneo alla Pietrasanta.

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend